Speciali in evidenza
Speciale Smau
Speciale ambiente
Speciale scuola
Speciale Auto
Un anno di rincari
Speciale mutui
Voli low cost
Speciale ETF
Studi di settore
Risparmio energetico
Auto & fisco
Navigatori GPS
Musica Mp3
Guida alle facoltà
Come risparmiare
XV Legislatura
shopping 24

Servizi

Il Sole Mobile

Servizi Ricerca

Attualità ed Esteri

ARCHIVIO »
Soldati Nato in azione nel Sud dell'Afghanistan (AP/Allauddin Khan)

26 ottobre 2006

Afghanistan: 50 vittime civili per un raid Nato

Almeno cinquanta persone, per la maggior parte donne e bambini, sono morte sotto le bombe sganciate martedì dall'aviazione della Nato sull'Afghanistan meridionale. Fonti locali e capi tribù hanno denunciato la strage che sarebbe stata compiuta dal contingente Nato nel secondo dei tre giorni di Eid al Fitr, la festa che segna la fine del mese sacro di ramadan. «È accaduto a tarda notte e forse per questo non sapevano dove bombardare», ha dichiarato Agha Lalai, consigliere della provincia di Kandahar.
La Nato ha confermato di avere raccolto informazioni credibili sull'uccisione di diversi civili nel raid costato la vita ad almeno 48 guerriglieri talebani. Sul bilancio del raid della forza Isaf le notizie sono contrastanti. Il presidente del distretto di Panjwayi, Niaz Mohammed Sarhadi, ha parlato di sessanta morti mentre il vicedirettore del consiglio provinciale di Kandahar, Bismellah Afghanmal, ha denunciato almeno 85 vittime. Mark Laity, rappresentante civile della Nato in Afghanistan, ha espresso profondo rammarico, ma ha attribuito la responsabilità di quanto accaduto ai talebani che per proteggersi si nascondono tra la popolazione. «Il fatto che i talebani usino i civili come una sorta di scudi umani ci rende il compito molto difficile», ha sottolineato, «questo non ci impedisce di compiere ogni sforzo per ridurre al minimo» le perdite tra i civili.



 

Suggerimenti

>Info quotazioni

A richiesta, via sms, la quotazione istantanea e in tempo reale del titolo che ti interessa

>Flash news

Scarica il programma gratuito, e ricevi sul tuo desktop le ultimissime notizie di economia e finanza

News