ILSOLE24ORE.COM > Notizie Mondo ARCHIVIO

Nascerà in Cina la prima città a emissioni zero

di Giuseppe Caravita

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
7 settembre 2007

Da grande imputato a cavaliere bianco (anzi verde) del pianeta? La Cina sta preparando, in queste settimane, la sua svolta ambientale. Un piano contro l’effetto serra dovrebbe essere reso pubblico nelle prossime settimane. E agli inizi di gennaio, al numero 10 di Downing Street, presente Tony Blair, è stato firmato il contratto per il maggior progetto edilizio oggi del mondo: una intera nuova città da mezzo milione di abitanti, Dongtan, la prima interamente progettata, dalle sue fondamenta, a emissioni carboniche zero. Una collaborazione anglo-cinese, protagonista il gruppo Arup londinese, dal significato strategico. Dongtan, che non andrà a pieno regime prima di due decadi, servirà però come laboratorio sia per l’enorme urbanizzazione prevista in Cina che, secondo il governo inglese, per ripensare a lungo termine la stessa Londra.
Il primo rapporto Ipcc dell’Onu diffuso la settimana scorsa a Parigi, con le sue allarmanti previsioni sul riscaldamento globale (che potrebbe crescere persino di 4 gradi entro fine secolo) ha di sicuro contribuito ad accelerare la svolta cinese. Che però era già stata preannunciata, oltre due mesi fa, dall’annuncio da parte del presidente Hu Jintao di un prossimo piano globale piuttosto drastico, centrato sull’obiettivo di una riduzione di almeno il 20% dell’intensità energetica sul Pil cinese al 2030. «Il governo - osservava la settimana scorsa al convegno Onu di Parigi Qin Dahe, metereologo e capo della delegazione cinese al conclave Ipcc - sta prendendo estremamente sul serio la questione del cambiamento climatico. Il presidente Hu Jintao ha chiaramente detto che non è solo questione ambientale ma anche di sviluppo».
Dongtan dovrebbe essere il primo perno della svolta. La Cina ha già 45 città con oltre un milione di abitanti e nei prossimi 30 anni altri 400 milioni affluiranno nelle aree urbane. Si è calcolato che se ogni abitante cinese acquistasse un’auto le riserve petrolifere mondiali durerebbero solo sei mesi.
Una grande isola, Chongming, la terza di Cina alla foce dello Yang-tze e a pochi chilometri a nord di Shanghai, fin dal 2004 è stata dichiarata dal governo cinese centro naturalistico turistico e ecologico di rilievo nazionale. L’isola, nata dal fango alluvionale del grande fiume, è da sempre un paradiso ornitologico al centro di una regione altamente popolata, e oggi tra le più inquinate del pianeta.
Dongtan, sulla punta meridionale dell’isola sarà, secondo i primi progetti, una città residenziale, e turistica, di fascia molto alta. Sotto il fiume correranno le metropolitane verso Shanghai e una prima fase di infrastrutture di base dovrà essere completata entra il 2010, anno dell’Esposizione mondiale proprio a Shanghai.
Grande come tre quarti di Manhattan, Dongtan sarà basata su migliaia di edifici tutti energeticamente autosufficienti, dotati di tetto fotovoltaico e turbine eoliche. La rete di trasporti pubblici (elettrici e a idrogeno) dovrà assicurare spostamenti a piedi al massimo di dieci minuti, in ogni punto della città.
Non solo: l’intera isola dovrà essere caratterizzata da un forte attività agroindustriale (sostenibile) con estensione delle acquaculture (già esistenti) e di fattorie organiche. La nuova città nei piani dovrà essere in gran parte autosufficiente anche sul piano alimentare.
Soprattutto la progettazione di Dongtan dovrà essere aperta e estendersi per almeno due decenni nel futuro. Un vero e proprio laboratorio su scala cinese, asiatica, e anche planetaria.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
8 maggio 2010
8 maggio 2010
 
Scene dal Pacifico
La storia per immagini dei magazzini Harrods
Il giorno del mistero a Wall Street
Elezioni inglesi / Chi ha fatto centro? La vignetta di Stephff
Election day
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-