ILSOLE24ORE.COM > Notizie Mondo ARCHIVIO

Usa, chi ha donato e quanto. Le regole e i nomi del fund raising per le presidenziali 2008

di Serena Danna

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
20 aprile 2008

La sfida dei finanziamenti sul web
Se fossero le offerte degli internauti a decidere la vittoria di un candidato, lui avrebbe vinto il secondo turno. Barack Obama, il senatore nero dell'Illinois candidato alle primarie democratiche in vista delle elezioni presidenziali americane del 2008, ha raccolto 32,5 milioni di dollari nel secondo trimestre del 2007 per un totale di 258mila donatori.

Hillary Clinton che alla fine del primo trimestre era risultata la più ricca (oltre 36 milioni raccolti) , nel secondo trimestre è stata battuta dal suo rivale, pur rimanendo la candidata più "finanziata" con 63 milioni di dollari raccolti. Scarsi risultati per i candidati repubblicani con Mitt Romney, ex governatore del Massacussets che ha raccolto circa 21 milioni di dollari e l'ex sindaco di new York Rudolph W. Giuliani fermo a 17 milioni circa.

Le regole del fund raising americano
Negli Stati Uniti la stragrande maggioranza dei fondi elettorali è rappresentata da contributi individuali che hanno un tetto massimo di 2.300 dollari. Altri fondi possono provenire dalle casse dello Stato, dal partito del candidato, dal suo patrimonio personale e familiare. Possono inoltre essere organizzati dei Comitati di azione Politica, i cosiddetti Politica Action Commission, in breve PAC, allo scopo di raccogliere e devolvere denaro per favorire o contrastare un candidato. Nel caso di Obama, il 99% del denaro raccolto via internet proviene da donazioni individuali (83% per Hillary Clinton), mentre il fund raising dei Repubblicani ha visto un ruolo più attivo dei PAC ( 223 mila dollari per Romney e 219 per Giuliani)


Guarda la classifica


Chi ha donato a chi

Barack Obama è stato il più finanziato dai rappresentanti dei seguenti settori: banche commerciali, educazione e pensionati. Mentre Hillary è risultata prima nella raccolta fondi tra gli esponenti del mondo dello spettacolo e della sanità, società di investimenti e fondi di sicurezza, società immobiliari e lobbisti. Per quanto riguarda i candidati repubblicani, Rudolph Giuliani ha raccolto la maggioranza delle donazioni nel settore del petrolio e dell'energia, dei casino e dei giochi d'azzardo e dell'industria del tabacco. E se le compagnie telefoniche hanno scelto il senatore McCain, le industrie farmaceutiche hanno finanziato Mitt Romney. Il mondo degli avvocati ha invece riempito le tasche all'ex senatore della Carolina del Nord, John Edwars.

Top contributors
Donazioni «bi-partisan» per la banca d'investimenti Goldman Sachs che risulta prima donatrice sia per Obama che per Mitt Romney, mentre la DLA Paper è al primo posto per i finanziamenti a Hillary Clinton. La società di servizi Ernst & Young si aggiudica il ruolo di top contributor per Rudy Giuliani.

Le aziende fanno il tifo
Se si consulta la banca dati della Federal Election Commission risulta che nel 2006 in termini di donazioni individuali e PAC , la Exxon Mobil era al 90% con il partito repubblicano insieme alla Chevron Corporation (86%)e a quasi tutte le aziende dell'energia. Si svuotano per i repubblicani anche le tasche del 70% dei dipendenti della Deloitte Touche Tohmatsu e della compagnia telefonica AT&T Inc.Con loro il 67% dei dipendenti della multinazionale farmaceutica Pfizer. Intorno al Partito Democratico gravitavano invece nel 2006 il 61% dell'orbita Goldman Sachs insieme con il 75% della Time Warner e l'81% della Warner Music Group.



RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
8 maggio 2010
8 maggio 2010
 
Scene dal Pacifico
La storia per immagini dei magazzini Harrods
Il giorno del mistero a Wall Street
Elezioni inglesi / Chi ha fatto centro? La vignetta di Stephff
Election day
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-