ILSOLE24ORE.COM > Notizie Economia e Lavoro ARCHIVIO

L'Inps avvia una cura
dimagrante da 300 milioni

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
9 dicembre 2008

Risparmi record per l'Inps. Il segreto? razionalizzare le risorse grazie alla legge Brunetta, che prevede di ridimensionare le amministrazioni pubbliche sulla base di criteri di efficienza, razionalità ed economicità. L'annuncio è stato dato dal presidente dell'istituto, Antonio Mastrapasqua che ha presentato il piano di riorganizzazione.

«Dal primo gennaio riduciamo di 3.160 unità il personale, senza nessun licenziamento né mobilità: andremo semplicemente a non reintegrare il personale che gode del naturale turn over», ha spiegato aggiungendo che l'Inps ha fatto addirittura di più di quanto chiesto dal governo, facendo diminuire i dipendenti di oltre il 20 per cento. In particolare, ha chiarito il numero uno dell'ente previdenziale, l'organico è calato del 37,2 per cento per i dirigenti di prima fascia, 15 per cento per quelli di seconda fascia, 10 per cento nell'area professionisti e in quella dipendenti. insomma, dai 35.234 lavoratori del 2005 si passa a 32.074. Per le casse dell'Inps si tratta di una riduzione dei costi del dieci per cento sul bilancio complessivo degli organici che, insieme ai costi ridotti sull'area dirigenziale e quella di medici e professionisti (14,8 milioni), porta a un risparmio complessivo di 184,1 milioni.

Tra le novità segnalate da Mastrapasqua anche la riorganizzazione della gestione degli approvvigionamenti. Non più 150 centri, ha spiegato il commissario dell'Inps, ma un'unica centrale d'acquisto che porterà a risparmi tra il sette e il dieci per cento, ovvero almeno 130 milioni dal 2009. «Una piccola grande rivoluzione - ha commentato Mastrapasqua - laddove spesso nella pubblica amministrazione i centri di spesa sono frammentati e moltiplicati per territorio e competenza».

Cambi in vista anche per la vigilanza: i controlli si faranno d'ora in poi in aziende già considerate a rischio. Su 150mila imprese visitate al 30 settembre scorso l'83,1 per cento è risultato irregolare. sempre nei primi sei mesi dell'anno in corso è emerso che oltre 52mila rapporti di lavoro erano in nero. Per il 2008 si stimano dunque accertamenti contributivi per oltre un miliardo, il 22 per cento in più rispetto al 2007.

Se aumenta la produttività del personale (+4,6 per cento), cresce pure l'incasso da recupero crediti: per via amministrativa dai 2,213 miliardi dello scorso anno si passa ai 2,762 miliardi del 2008 e per incassi da concessionario si va da 1,998 miliardi a 2,038 miliardi. Mastrapasqua ha deciso di seguire la via Brunetta anche per la trasparenza: pur in un periodo di crisi «c'è una certezza dei conti nel Paese - ha concluso - abbiamo deciso di iniziare una doverosa comunicazione per dire quali sono i veri numeri dell'Inps».

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 aprile 2010
6 maggio 2010
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-