ILSOLE24ORE.COM > Notizie Economia e Lavoro ARCHIVIO

Airbus riconquista la leadership

di Gianni Dragoni

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
15 gennaio 2009
Airbus A350 (Foto Epa)
Galleria fotografica

Airbus riconquista il primato nell'industria aeronautica superando Boeing e lancia l'affondo con il nuovo aereo A350, cercando di esorcizzare gli errori di programmazione del superjumbo A380. Problemi che sono costati due anni di ritardo e diversi miliardi di euro di perdite al gruppo europeo.

Una constatazione amara per l'industria italiana è che, mentre si celebrano le controverse nozze tra Italia e Francia nella nuova Alitalia, nell'aeronautica Alenia-Finmeccanica non è stata imbarcata nel programma del nuovo jet europeo da 10 miliardi di euro.
Alenia Aeronautica, partner preferenziale di Boeing, malgrado i negoziati in corso da oltre un anno «finora non è stata selezionata» per partecipare alla costruzione del nuovo aereo a lungo raggio di media capacità (circa 300 passeggeri) A350 Xwb, ha detto ieri Fabrice Brégier, direttore generale di Airbus. Per le costruzione di alcune componenti – ha spiegato Brégier – alle offerte di Alenia sono state preferite quelle dell'americana Spirit, «molto competitive». Alenia però dice che i colloqui non si sono interrotti.

Il gruppo di Tolosa ha già assegnato il 90% del lavoro ai partner e fornitori esterni. Prevede che l'aereo voli nei primi mesi del 2012 e sia consegnato ai primi clienti nel febbraio 2013. A patto però che non si ripetano i ritardi che hanno colpito l'A380, l'Airbus militare A400M (circa tre anni e non si sa se riuscirà a volare per il peso) e il rivale dell'A350, il Boeing 787, che non ha ancora volato, in ritardo di quasi due anni.
Sono tempi difficili per l'aeronautica. La recessione ha rallentato già nel 2008 gli ordini di nuovi aerei, molte aviolinee cercano di rimandare le consegne dei velivoli. Ma il peggio arriverà tra quest'anno e il 2010. Oggi il gruppo aeronautico controllato da Eads annuncerà i risultati industriali del 2008.

È atteso il ritorno di Airbus davanti al rivale statunitense, sia nelle consegne di aerei costruiti sia nei nuovi ordini di jet con più di cento posti. Boeing ha già comunicato che l'anno scorso ha ricevuto nuovi ordini per 662 aerei, il 53% in meno rispetto al record di 1.413 toccato nel 2007, quando Airbus ne ebbe 1.341. Il gruppo di Seattle ha consegnato l'anno scorso 375 aerei nuovi ai clienti, rispetto ai 441 del 2007: un calo del 15% causato, secondo Boeing, dallo sciopero di 58 giorni dei meccanici. Airbus aveva già consegnato 437 aerei a fine novembre, quindi è la numero uno per produzione e consegne. Gli ordini al netto delle cancellazioni a fine novembre erano 756. Quindi anche per questa voce il gruppo europeo è davanti a Boeing.
«Nel 2008 abbiamo superato le previsioni», ha commentato Louis Gallois, amministratore delegato della casa madre Eads, senza nascondere le preoccupazioni per la recessione e il declino degli ordini attesi per i prossimi due anni. Eads ha concentrato gli sforzi per mantenere un cuscino di liquidità di 9 miliardi, che dovrebbe permettere ai clienti in difficoltà un atterraggio morbido. La liquidità verrà usata per finanziare le aviolinee che non riescono a farsi prestare denaro dalle banche per comprare gli aerei. «Le banche non fanno il loro lavoro», ha detto Gallois.

A Colomiers, nei pressi di Tolosa, ieri Tom Enders, amministratore delegato di Airbus, ha posato la prima pietra dello stabilimento che ospiterà la linea di assemblaggio finale dell'A350. Un investimento da 140 milioni di euro che sarà completato entro il 2010, «eco-rispettoso» perché verranno riciclate parti in cemento della vecchia fabbrica. La fabbrica darà lavoro a mille operai. «Nell'assemblaggio le squadre di operai lavoreranno in parallelo, per ridurrre i tempi del 30% tra l'inizio dell'assemblaggio e la consegna del jet», dice Airbus.
Un modo per esorcizzare i ritardi che hanno flagellato l'A380. Gli ordini per il nuovo aereo, lanciato due anni fa, sono 478 da 29 clienti. Tra questi c'è Air One con 12 jet. I velivoli saranno portati in dote alla nuova Alitalia con contratti di leasing da Carlo Toto.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 aprile 2010
6 maggio 2010
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-