ILSOLE24ORE.COM > Notizie Economia e Lavoro ARCHIVIO

Francoforte in attesa, i contatti proseguono

di Marco Morino

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
6 Gennaio 2009

La trattativa tra Cai (la nuova Alitalia) e Lufthansa è appesa a un filo sottilissimo. Ieri sull'attesa conference call tra il presidente della compagnia tedesca, Wolfgang Mayrhuber e il presidente di Cai, Roberto Colannino – che avrebbe dovuto condurre a un faccia a faccia risolutivo tra le due compagnie – si è scatenato un balletto di notizie contraddittorie. Alla fine il contatto telefonico tra i due manager non c'è stato; smentito anche un vertice imminente tra Cai e Lufthansa a Milano. In realtà i contatti tra le due compagnie sono proseguiti anche nella giornata di ieri, senza che però alla fine si materializzasse la controfferta di Lufthansa rispetto al prospettato acquisto del 25% della nuova Alitalia da parte di Air France.

Dal versante tedesco emerge comunque la volontà di sfruttare quest'ultima "finestra" per le trattative riapertasi dopo che l'accordo con Air France sembrava ormai cosa fatta. Ha contributo a rimettere in gioco Francoforte la mobilitazione degli amministratori lombardi e della Lega Nord per salvare Malpensa. La probabilità di un accordo con la nuova Alitalia, però, restano scarse. «Siamo ancora in corsa – ha dichiarato in serata all'Ansa un portavoce della compagnia tedesca –. L'operazione non è ancora decisa». La fonte ha poi aggiunto che «sono in programma incontri e conference call in futuro» tra Cai e Lufthansa, senza però indicare possibili date. L'aeroporto di Malpensa è «strategico e indispensabile allo sviluppo delle imprese del Nord e di tutta l'Italia». Lo ribadisce, attraverso la dichiarazione di un portavoce, Pirelli, che di Cai è socia e il cui presidente, Marco Tronchetti Provera, siede nel cda. Intanto, secondo indiscrezioni della stampa francese, Air France non starebbe con le mani in mano in attesa degli eventi. Ma sarebbe addrittura pronta a rilanciare. La compagnia guidata da Jean-Cyril Spinetta avrebbe accettato di alzare la propria offerta da 250 a 300 milioni per il 25% di Alitalia. Lo scrive il quotidiano «Les Echos», senza tuttavia citare le fonti.

Ma se il fronte del Nord promette battaglia, non intendono restare a guardare Gianni Alemanno, sindaco di Roma e Piero Marrazzo, presidente della Regione Lazio. Il sindaco ha promesso che, «se dovessimo verificare che il piano industriale va a peggiorare la situazione dell'aeroporto di Fiumicino saremmo pronti anche noi a mobilitarci». Alle pressioni di Milano affinché sia Malpensa lo scalo di riferimento della nuova Alitalia, Marrazzo replica che soltanto il mercato deve decidere e non può che farlo in favore di Fiumicino.

Infine una buona notizia per chi deve viaggiare. Dopo un incontro al ministero delle Infrastrutture «l'organizzazione sindacale Anpcat dei controllori di volo ha deciso di differire lo sciopero proclamato per giovedì 8 gennaio dalle ore 12 alle 16». Lo comunica il ministero indicando che «pertanto il traffico aereo sarà regolare».

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 aprile 2010
6 maggio 2010
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-