ILSOLE24ORE.COM > Notizie Economia e Lavoro ARCHIVIO

Sisma, le iniziative per sostenere
le aziende danneggiate

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
07 aprile 2009

Il terremoto in Abruzzo ha martoriato una zona e un'economia già pesantemente colpita dalla crisi economica. Per ottenere i fondi Ue per finanziare la ricostruzione e riattivare l'economia dell'area, le autorità hanno infatti 10 settimane per fornire a Bruxelles, con la domanda di aiuto, una prima stima dei danni. Si può ricorrere al Fondo Ue solo per calamità gravi: ossia se i danni superano 3,4 miliardi di euro (ai prezzi 2009) o sono pari allo 0,6% del Pil del paese interessato. Può beneficiare dei finanziamenti anche una Regione colpita da una catastrofe. Il bilancio totale annuo per le calamità regionali é di 75 milioni di euro. Confindustria intanto ha attivato una task force per far fronte all'emergenza. E mentre si studia la possibilità di prorogare le scadenze fiscali per aziende dell'area, altre organizzazioni imprenditoriali si stanno mettendo al lavoro per dare assistenza alle imprese.


Coopfidi: garanzie sui finanziamenti per un milione di euro
Il Consiglio d'Amministrazione della Coopfidi ha deliberato la costituzione di un plafond di 1 milione di euro di garanzie da mettere a disposizione in accordo con i confidi abruzzesi e la Banca di Credito Cooperativo di Roma, presente con una forte sezione soci in quella Regione, delle imprese danneggiate dal terremoto. Sono attivabili finanziamenti per due milioni di euro. L'intervento proposto dalla Coopfidi permette di erogare almeno 2 milioni di euro di finanziamenti, garantiti al 50% dalla Coopfidi da un'ulteriore quota da parte di uno dei confidi dell'Abruzzo.

La Cna attiva un ufficio mobile per le imprese
La Cna regionale ha aperto un conto corrente bancario per sostenere le vittime civili e le piccole imprese duramente colpite dal sisma. Chi vorrà fare versamenti, potranno utilizzare il conto corrente accesso presso Banca Serfina (filiale di Pescara), indicando le seguenti coordinate: Cna Abruzzo: fondo di solidarietá per le imprese colpite dal terremoto dell'Aquila codice IBAN IT 02 B 03338 15400 CC0020002216. La sede provinciale dell'organizzazione, la cui sede è inagibile, ha attivato un camper mobile per dare assistenza alle imprese. Per contattare l'ufficio mobile è possibile rivolgersi ai seguenti numeri telefonici: 329/6510296; 329/6510298; 329/6510299; 329/6511030.

I consigli degli esperti per gestire la crisi
Cosa fare in questi casi? «È utile - consiglia Gianna De Toni, uno dei massimi esperti a livello internazionale in gestione delle crisi - mettere immediatamente in atto una sala crisi aziendale dove un coordinatore possa assegnare a diverse persone i compiti operativi per gestire in modo prioritario i problemi che si pongono. E poi, se possibile, attivare e diffondere un numero aziendale unico per veicolare le richieste di informazioni. Coinvolgere immediatamente i responsabili della comunicazione interni o esterni per assicurare che notizie imprecise non danneggino l'azienda. E infine attivare la propria rete di conoscenze di security per evitare la sovrapposizione di richieste alle istituzioni». (An Fr.)

07 aprile 2009
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 aprile 2010
6 maggio 2010
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-