ILSOLE24ORE.COM > Notizie Economia e Lavoro ARCHIVIO

Sulla Roma-Milano il jet batte il treno super-veloce

dai nostri inviati Nicoletta Cottone e Gianni Dragoni

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
14 dicembre 2009

Le ali battono di nuovo i binari. L'aereo Alitalia sulla direttrice Roma-Milano vince la gara con il treno superveloce, nonostante il Frecciarossa avesse lanciato la sfida sulle 3 ore di percorrenza. Mezz'ora in meno rispetto alla durata del viaggio fino al 12 dicembre.

Due giornalisti del Sole 24 Ore, Nicoletta Cottone e Gianni Dragoni, sono partiti stamattina alle 9 dalla Fontana di Trevi, nel cuore della Capitale, diretti a Milano. Una in treno, l'altro in aereo. Il traguardo in piazza Duomo a Milano.

È arrivato per primo il giornalista in aereo, alle 12.23, distanziando di oltre un'ora la collega in treno, che è giunta al Duomo alle 13.27. Dunque il viaggio in aereo dalla Fontana di Trevi al Duomo è durato complessivamente 3 ore e 23 minuti, mentre quello in treno, 4 ore e 27 minuti.
Più economico, però, il viaggio sui binari: la spesa totale è stata di 125 euro (di cui 108 per il biglietto in prima classe e 19 euro per i taxi nelle due città). Viaggiare fra le nuvole è costato 265,85 euro (205,85 per il volo e 60 per i taxi).

Tutti e due i mezzi, però, hanno perso la sfida con la puntualità. L'aereo è decollato alle 11, quasi un'ora dopo l'orario previsto, a causa, secondo l'annuncio del comandante, del forte vento a Fiumicino che ha fatto chiudere una pista. L'atterraggio a Linate è avvenuto alle 11.43, con circa mezz'ora di ritardo. Il Frecciarossa non ha mantenuto la promessa del viaggio in 2 ore e 59 minuti, giungendo a Milano Centrale con 43 minuti di ritardo. Il treno è partito da Termini già con 5 minuti di ritardo. Poi nel corso del viaggio numerose soste non previste di qualche minuto, la più lunga a Bologna. Fuori dal finestrino il paesaggio è lunare per la neve. La spiegazione che arriva dagli altoparlanti delle Ferrovie attribuisce il ritardo a «guasti agli impianti di stazione». Impossibile saperne di più. Certo la neve è tanta, ma le comunicazioni ufficiali non ne parlano. Comunque quando si riparte da Bologna il ritardo annunciato da Fs è di 35 minuti.

Alla stazione due signore bionde si lanciano dal treno per cercare di prendere la coincidenza per Como. «L'alta velocità oggi non ha funzionato», dicono. Poi si guardano e aggiungono: «L'aumento dei prezzi, sì».

14 dicembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 aprile 2010
6 maggio 2010
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-