ILSOLE24ORE.COM > Notizie Economia e Lavoro ARCHIVIO

Affondo di Fiat su Pomigliano

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
Mercoledí 28 Aprile 2010

Paolo Bricco
Oggi a Roma la Fiat chiederà ai sindacati una risposta sul piano di Marchionne. Che, a fronte degli investimenti, prevede anche il pieno utilizzo degli impianti e una riorganizzazione del lavoro.
Intanto ieri il Lingotto ha inviato ai sindacati dei metalmeccanici una lettera di disdetta degli accordi contrattuali in vigore nello stabilimento di Pomigliano, in vista della produzione della nuova Panda, a partire dal gennaio 2011.
La ristrutturazione e il nuovo modello produttivo previsto nell'impianto napoletano rendono, secondo l'azienda, obsoleti gli accordi aziendali su turni e orari siglati con i sindacati dal 1987, anno in cui l'allora Corso Marconi comprò dall'Iri l'Alfa Romeo. La discussione, per quanto riguarda Pomigliano, si approfondirà il prossimo 4 maggio all'Unione industriali di Napoli. Ieri a Napoli Giorgio Giva, responsabile delle relazioni istituzionali di Fiat Auto, ha tecnicamente consegnato alle segreterie provinciali delle organizzazioni sindacali la lettera di disdetta parziale degli accordi siglati nel 1987 e nel 2003: restano in vigore quelli relativi ai turni, al premio di produzione e agli straordinari. Nella stessa lettera, Fiat comunica l'avvio della procedura di contrattazione con il sindacato su luoghi, orari di lavoro e turni per il Giambattista Vico e la disponibilità a un esame congiunto, come da contratto.
A questo punto, dopo quanto successo ieri a Napoli, gli occhi sono puntati sull'incontro di oggi a Roma. Dai sindacati la Fiat aspetta risposte sulla condivisione degli obiettivi indicati e sulla possibilità di raggiungere rapidamente un accordo per la saturazione e la flessibilità degli impianti. A Pomigliano, per esempio, la Fiat ha bisogno che si lavori su diciotto turni, con straordinari e meno pause sulla catena di montaggio. Per questo dal 1° gennaio 2011 non saranno più validi gli accordi attuali sull'orario e l'organizzazione del lavoro, la flessibilità nei turni. «Per Pomigliano - ha detto con accento critico il segretario generale della Fismic, Roberto Di Maulo - sono necessari accordi sindacali e non colpi di mano». Enzo Masini, responsabile auto della Fiom, ha aggiunto: «Non ci facciamo intimidire da un po' di disdette. La situazione è molto complicata e richiederà da parte di tutti, anche della Fiat, tranquillità nell'affrontarla». Meno severa la Fim Cisl che ha confermato «il giudizio positivo sul piano Fiat, anche se si deve trovare una soluzione rapida per Termini Imerese. A partire da Pomigliano, siamo pronti al confronto».
Ieri è intervenuto il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi: «Non entro nel merito, si tratta di un accordo loro, io sostengo solo l'importanza di un punto di reciproco adattamento tra le parti nella dimensione aziendale. A fronte degli investimenti, è auspicabile che si raggiunga un accordo per Pomigliano e che venga esteso a tutti gli stabilimenti Fiat».
Intanto è in programma nuova cassa integrazione per gli operai dello stabilimento Fiat di Mirafiori. Dal 24 al 26 maggio 2.500 addetti alle carrozzerie si fermeranno sulle linee Idea, Musa e Punto. Dal 27 maggio al 6 giugno si fermerà poi tutto il reparto, nel quale lavorano più di cinquemila persone. A cascata, e sempre nello stesso periodo, si fermeranno anche i dipendenti dei reparti Presse e Stampi. «Siamo disponibili a una trattativa sulla flessibilità - ha commentato Vincenzo Aragona, responsabile auto della Fismic -. Speriamo che queste siano le ultime battute della cassa integrazione, dopo il piano industriale presentato da Marchionne».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledí 28 Aprile 2010
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 aprile 2010
6 maggio 2010
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-