Speciali in evidenza
Speciale Smau
Speciale ambiente
Speciale scuola
Speciale Auto
Un anno di rincari
Speciale mutui
Voli low cost
Speciale ETF
Studi di settore
Risparmio energetico
Auto & fisco
Navigatori GPS
Musica Mp3
Guida alle facoltà
Come risparmiare
XV Legislatura
shopping 24

Servizi

Il Sole Mobile

Servizi Ricerca

Finanza e mercati

ARCHIVIO »

24 aprile 2006

Prodotti e servizi finanziari per gli immigrati

di Nicola Borzi

Cresce di giorno in giorno il numero delle banche e dei gruppi creditizi italiani che aprono la propria offerta di prodotto al segmento di clientela rappresentato dai cittadini immigrati.

Un target che oggi rapresenta già, secondo un’analisi condotta dal Sole-24 Ore su un campione di istituti rappresentativo, pari al 68,4% degli sportelli, oltre 1,1 milioni di conti correnti, con quasi 113mila mutui e 1,6 milioni di clienti.
Il segmento di clientela degli stranieri residenti cresce rapidamente, al passo non solo dell’aumento dei flussi ma anche degli interventi di regolarizzazione degli immigrati che già vivono in Italia. Ma nel settore resta ancora molto da fare, specialmente sul fronte della multiculturalità e dell’integrazione — soprattutto professionale — degli immigrati.
Di seguito indichiamo le caratteristiche dell’offerta di prodotti e servizi pensati per i cittadini immigrati che ci sono stati segnalati da un insieme di banche molto ampio. Si va dalle carte di credito prepagate valide in Italia e all’estero al leasing etico, dalle assicurazioni che prevedono garanzie particolari per gli immigrati ai servizi di rimessa e trasferimento di denaro scontati o gratuiti, dai conti correnti ad hoc ai mutui validi in Italia e all’estero sino a veri e propri progetti integrati per l’inserimento finanziario degli immigrati.


Banche di credito cooperativo
Gruppo Monte dei Paschi di Siena
Banca Popolare di Milano
Banca Marche
Gruppo Banca Cassa di Risparmio
di Firenze
Gruppo Veneto Banca
Gruppo Capitalia
Banco Popolare di Verona e Novara
Gruppo SanPaolo IMI
Linea
Gruppo Banca Sella
Cassa di Risparmio di Prato
(gruppo Banca popolare di Vicenza)
Gruppo Banche popolari unite
Banca Antonveneta
Cassa di risparmio della provincia dell’Aquila
Banca popolare dell’Etruria e del Lazio
Cassa di Risparmio di Biella e Vercelli – Biverbanca (gruppo Intesa)
Banca Intesa



Banche di credito cooperativo
Sono tanti e diversi i prodotti delle oltre 440 Banche di credito cooperativo italiane (Bcc) pensati per i cittadini immigrati. Prodotti e servizi che si sviluppano laddove si trovano le principali comunità di insediamento, quindi “a macchia di leopardo”. Anche perché il "sistema Bcc" rappresenta la rete bancaria più capillare, con 3.499 sportelli (l’11,2 % del totale italiano) in 2.390 Comuni, specie nelle aree rurali.
Secondo i risultati di un’indagine condotta tramite un questionario tra le 440 Bcc italiane a fine 2004, la crescita della clientela immigrata ha incentivato alcune Bcc a intraprendere iniziative concrete per avvicinare la clientela immigrata. Dal campione risulta che il 15% delle Bcc può contare su proposte di servizi e prodotti bancari specifici, nei quali vengono coinvolti altri soggetti del territorio (imprenditori, autorità locali, associazioni sociali). La distribuzione territoriale delle Bcc con iniziative di migrant banking mostra un corridoio fortemente concreto in Lombardia e in Emilia Romagna.
In Emilia 16 Banche di credito cooperativo (Bcc) hanno adottato un unico conto corrente a pacchetto, che si chiama Radici. Offre mutuo per l'acquisto della prima casa, leasing per i piccoli imprenditori, bonifici friendly per l'invio delle rimesse nei paesi di origine a costi irrisori, sfruttando la rete dell'istituto centrale, Iccrea Banca. Il prodotto è stato inventato dalla Federazione emiliana delle Bcc e ha caratteri originali: in ogni Bcc che offre Radici infatti, un operatore di sportello ha fatto un corso con un "mediatore culturale" e oggi è in grado anche di dare informazioni sulle molteplicità dei permessi di soggiorno, le pratiche burocratiche per avviare una piccola attività di impresa.
La Bcc di Treviglio (Bergamo) ha da anni attivato il progetto Risorsa immigrazione. Tramite questo progetto le comunità presenti sul territorio (soprattutto senegalesi) hanno trovato un canale di integrazione (il pacchetto finanziario comprende anche il mutuo per l'acquisto della prima casa a copertura totale della spesa). Sempre in Lombardia, anche la Bcc di Sesto San Giovanni (Milano) ha attivato un prodotto specifico denominato Conto anch'io". In provincia di Brescia la Cassa Padana sta studiando il fenomeno per offrire prodotti più vicini alle esigenze di questo segmento di clientela: adesso sono disponibili i prodotti del gruppo Iccrea, soprattutto per quanto riguarda le rimesse verso i Paesi di provenienza (bonifici a costo ridotto e velocità di spedizione). Nelle Marche invece la Banca Suasa Credito Cooperativo ha lanciato un Mutuo Multietnico.
Intanto, a livello centrale, la capogruppo bancaria Iccrea Holding sta lavorando a un unico prodotto servizio di migrant banking da offrire a tutte le Bcc con le sinergie e le economie di scala proprie di un grande sistema come il credito cooperativo.
Ma non ci sono solo i prodotti e i servizi per la clientela italiana. «Il modello di sviluppo ideato dal Credito Cooperativo si è fin dall’inizio presentato come un interessante punto di riferimento per proporre una interpretazione differente nei rapporti di cooperazione tra Nord e Sud del mondo intesa, in questo caso, come aiuto allo sviluppo. Ne è esempio il progetto Microfinanza Campesina in Ecuador sviluppato dalle stesse Banche di credito cooperativo, in stretto coordinamento con le rispettive Federazioni e con Federcasse, secondo il classico metodo bottom-up, tipico del sistema cooperativo. Un progetto che ha suscitato interesse e tangibile riconoscimento tra i diversi organismi di cooperazione multilaterale. Ciò ha permesso di acquisire una più convinta percezione di una certa autonoma capacità di internazionalizzarsi da parte di soggetti come le Bcc, tradizionalmente incentrati sugli interessi del locale. A conferma di come, in un mondo sempre più aperto e inter-connesso, il locale non possa più prescindere dal tema “inter-nazionale”», spiega Carlo Barbieri, responsabile delle relazioni internazionali di Iccrea Holding.
Leasing Etico, una formula innovativa studiata per promuovere e sostenere progetti di contenuto etico e soggetti portatori di interessi etici attraverso facilitazioni e procedure speciali, lanciato a ottobre 2003, è stato il primo prodotto leasing a livello nazionale, finalizzato al sostegno dello sviluppo equo solidale ed eco sostenibile. Distribuito alle Bcc convenzionate, è complementare alle operazioni e ai finanziamenti delle Banche di credito cooperativo e consente un accesso privilegiato per acquistare sia beni strumentali che autoveicoli e furgoni. Tra i target del prodotto ci sono gli immigrati provenienti dai Paesi in via di sviluppo, con regolare permesso di soggiorno e residenti in Italia che vogliono intraprendere o sviluppare una attività sul territorio nazionale (imprese) o necessitano come privati di un bene (consumatori).
A questi clienti si propone anche la carta di credito prepagata Cooperativo Tasca, emessa da Iccrea Banca nel circuito Visa Electron. Si tratta di una carta multifunzione che non ha funzionalità Bancomat/ PagoBancomat, validità triennale non rinnovabile, con un limite di utilizzo determinato dalla Bcc all’interno dei prodotti disponibili e spendibilità internazionale. L’importo della ricarica va da un minimo di 25 euro a un massima fino al limite di utilizzo stabilito dalla Bcc, di solito 3.000 euro.
Per le rimesse degli immigrati verso il proprio Paese di origine Iccrea propone poi Bonifico Friendly che assicura un canale bancario veloce, sicuro e valido anche in assenza di domiciliazione bancaria.

Banca Popolare di Milano
La Banca Popolare di Milano ha varato una linea di prodotti dedicati ai cittadini immigrati, chiamata ¡Extraordinario!, che comprende condizioni particolari sulle rimesse, specie sul fronte dei costi per Paesi quali Ecuador, Marocco, Brasile e Albania, l’emissione di carte prepagate internazionali, conti con caratteristiche specifiche come conto Extraordinario, sia nella versione Small che Large.
Tra le condizioni per l’apertura di un conto a stranieri è prevista la residenza in italia, in regola con il permesso di soggiorno, e oltre alla normale documentazione prevista per l’apertura del conto (carta d’identità, codice fiscale) è necessaria la fotocopia del permesso di soggiorno per stranieri rilasciato dalla Questura. Se il permesso è scaduto, è necessaria la fotocopia del permesso scaduto e la ricevuta rilasciata dalla Questura che attesta la domanda di rinnovo in corso.
Il titolare del conto corrente può accedere a un servizio telefonico gratuito di assistenza (numero verde 800 82 40 80), attraverso il quale, se non è in condizione di farlo personalmente, può far pervenire un messaggio urgente ai familiari diretti o persone di propria conoscenza residenti in italia o all’estero; in caso di ricovero ospedaliero in italia con un periodo di degenza di almeno 10 giorni, la centrale operativa organizzerà tenendo a proprio carico il viaggi andata e ritorno (aereo classe turistica o treno prima classe) di un familiare diretto residente all’estero o in italia purché non nello stesso Comune di residenza dell’assicurato, solo se non sia già presente sul luogo del ricovero un altro familiare; se per il ricovero sarà necessaria l’assistenza di un interprete, la centrale operativa provvederà a fornirlo direttamente nella struttura ospedaliera tenendo a proprio carico il costo relativo sino a otto ore lavorative. Nel caso del decesso dell’assicurato in Italia la centrale operativa organizzarerà il trasporto della salma espletando le necessarie formalità e prendendo in carico direttamente le spese “necessarie e indispensabili” (trattamento post mortem, documentazione feretro, trasporto) fino al luogo di inumazione all’estero e sino a un importo massimo di 2.582,28 euro.

Gruppo Banca Cassa di Risparmio di Firenze
L’offerta di prodotti bancari e di investimento del Gruppo Banca Cassa di Risparmio di Firenze è aperta a tutta la clientela, anche di provenienza extracomunitaria. Esistono prodotti dedicati, che però non esauriscono il ventaglio di domanda espressa dai clientyi immigrati, in quanto alcuni cittadini extracomunitari, specie coloro che sono ben inseriti nel contesto sociale e con lavoro stabile, possono infatti scegliere conti correnti ordinari. CariFirenze ha realizzato già nel 2003 uno specifico conto corrente per cittadini extracomunicari, il Conto Welcome, del quale a fine 2005 erano titolari poco meno di un migliaio di persone. A questo conto si aggiunge il servizio bancario di base, nato con il progetto Patti Chiari, spesso utilizzato da questa clientela (e non soltanto) perché poco costoso e con servizi bancari di base che soddisfano le richieste di questo target.
Il gruppo ha realizzato alcune carte prepagate, tra le quali possiamo evidenziare le carte Contantissimi e Viola in quanto non necessitano di un conto corrente di appoggio e possono essere utilizzate come carte di pagamento anche all’estero (circuito Visa). Non sono prodotti studiati esclusivamente né appositamente per cittadini extracomunitari, anche se possono prestarsi in maniera ottimale a risolvere il bisogno di disporre di un mezzo di pagamento facile da ottenere e da usare, in tutto simile a una carta Bancomat.

Gruppo Capitalia
Il gruppo Capitalia ha forme di offerta coerente con le esigenze degli immigrati e sta studiando una gamma dedicata a questo segmento di clientela.

Gruppo SanPaolo IMI
Dal canto suo, il gruppo Sanpaolo IMI ha un approccio alle esigenze bancarie della popolazione immigrata mirato a favorire l'accesso ai servizi bancari e finanziari, riducendo le barriere di accesso, che sono spesso costituite dalla differenze linguistiche e culturali. Per questo motivo, il gruppo Sanpaolo IMI si è reso promotore di diverse attività di “migrant banking”, che includono la creazione di quattro “multiethnic point”, vere e proprie isole di accoglienza dedicate.
A giugno 2004 è stato creato il primo “multiethnic point” nella filiale di Piazza della Repubblica a Torino. I supporti informativi sono disponibili in otto lingue diverse, rispondendo in questo modo al bisogno, fortemente manifestato da questa fascia di clientela, di disporre di modulistica nella propria lingua madre e di sportelli informativi dedicati. Il successo della filiale multietnica di Torino, che ha registrato l’apertura di circa 300 nuovi conti correnti, intestati a titolari provenienti da oltre 15 diversi Paesi extra europei e l’erogazione di circa 4,2 milioni di euro di nuovi finanziamenti, ha spinto il gruppo a replicare l’iniziativa, con l’apertura di nuovi “multiethnic point” a Padova, Napoli e Pescara.
Nel 2004 poi è stato introdotto il servizio di rimesse all'estero Getmoney to family, attivo in tutti i punti operativi del gruppo, che garantisce una modalità di trasferimento dei fondi caratterizzata da tempi contenuti e da costi concorrenziali lungo l’intera catena del pagamento. In particolare, sono stati conclusi accordi con banche del Marocco, della Bulgaria, del Mali, del Perù e della Romania. Recentemente, inoltre è stato concluso anche un accordo per le rimesse con la Icici Bank, primaria banca indiana che serve nel proprio paese più di 10 milioni di clienti. A breve è prevista infine l’attivazione di ulteriori accordi di rimesse di fondi con banche della Tunisia, Serbia e Montenegro, Ucraina, Moldavia ed Ecuador. Contatti sono anche in corso con la Cina e le Filippine.
Nell’ambito dello sviluppo della cooperazione con le istituzioni finanziarie dei paesi all’origine dei maggiori flussi di immigrazione verso l’Italia, il Gruppo Sanpaolo IMI ha sottoscritto un protocollo d’intesa con la Banque Marocaine du Commerce Exterieur (Bmce) per il Marocco e con la Banque Internationale Arabe de Tunisie (Biat) per la Tunisia, per promuovere un sistema preferenziale per i flussi commerciali verso e da tali Paesi con l’applicazione di tariffe e commissioni di particolare favore. Punto qualificante dell’accordo con la Bmce è la collaborazione diretta con personale della banca marocchina, che verrà ospitato all’interno di cinque importanti punti operativi del gruppo.
L’accordo tra Sanpaolo e la Confederazione Nazionale dell’Artigianato (Cna) che, da luglio 2004, riserva condizioni bancarie agevolate alle imprese e agli imprenditori associati alla Cna, ha previsto, a partire dal mese di ottobre del 2004, specifiche facilitazioni riservate ai cittadini extracomunitari titolari delle imprese avviate nell’ambito del Progetto Dedalo. Tale progetto, promosso dalla Cna per fornire supporto ai cittadini non comunitari nell’avvio di un’attività lavorativa, ha contribuito, sino a oggi, alla nascita di 146 nuove imprese e prevede inoltre alcune giornate di formazione, con il coinvolgimento diretto di personale del SanPaolo IMI, destinate ai cittadini non comunitari, per promuovere la conoscenza dei servizi bancari e favorirne l’utilizzo.

Gruppo Banca Sella
Il gruppo Banca Sella mercoledì scorso, 19 aprile, ha avviato una promozione legata al servizio Sws Money Transfer, che prevede per il richiedente la prima rimessa gratuita, verso qualsiasi Paese tra quelli convenzionati. SWS (Sella World Service) è il marchio che raggruppa l’offerta del Gruppo Banca Sella di prodotti e servizi rivolti agli immigrati che vivono e lavorano in Italia. Nato nel 2004 con il lancio di una guida multilingue gratuita su Milano, il marchio SWS è diventato un pacchetto di prodotti che vanno dai conti correnti alle carte di pagamento, dai mutui alle fidejussioni, dai finanziamenti alle soluzioni di investimento.
L’offerta prevede il Money trasfer verso Ecuador, Argentina, Sri Lanka, Filippine, Senegal, Tunisia, Marocco, Brasile, Albania, Polonia a costi contenuti (da 7,75 a 14 euro a seconda della destinazione) e in tempi certi (le somme sono disponibili per il destinatario massimo entro 3), finanziamenti multiscopo per importi massimi di 15.000 euro destinati all’acquisto di beni di consumo o per iniziare/ampliare un’attività, tre conti correnti dedicati: Sws Basic-Servizio Bancario di Base (per i privati, canone trimestrale di soli 2 €), Sws Advanced (per i privati, carte gratuite e 18 € di canone a trimestre) e Sws Professional (per le piccole attività, 0,25% di tasso, 12 € di canone trimestrale). Esiste poi una polizza assicurativa che, per soli 15 euro l’anno, consente di telefonare a un numero verde (800 83 10 50) e avere consigli medici ma anche informazioni sanitarie utili a chi è straniero quali rimborsi, ticket ed esenzioni, strutture convenzionate con l’Asl, diritti e doveri. Inoltre la polizza prevede la copertura dei costi per il rientro della salma al Paese di origine e il viaggio di un familiare al seguito dall'Italia. Completano l’offerta Patente Amica, un finanziamento dei costi per le lezioni necessarie per ottenere la patente di guida, frutto di un accordo con le scuole guida, e Cba Salute, una polizza malattia che può essere sottoscritta da cittadini stranieri, copre i ricoveri ospedalieri, anche senza intervento chirurgico, a causa di malattia o infortunio, assicura il rimborso delle spese specialistiche extra ricovero e può prevedere una diaria, ovvero un’indennità giornaliera a seguito del ricovero. Tali garanzie operano nell’ambito dell’Unione Europea, della Svizzera e del Nord America. Di tutti i prodotti di Sws è disponibile materiale informativo in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, russo, cinese e arabo. Per ulteriori informazioni, oltre a tutte le succursali Banca Sella, è possibile telefonare al numero verde 800.142.142 oppure consultare il sito Internet.

Gruppo Banche popolari unite
Già dal 2003 il gruppo Bpu - Banca Popolare di Bergamo ha dato vita al progetto Welcome, uno sportello dedicato alla consulenza e al servizio per i cittadini stranieri. Disporre di servizi di conto corrente di base (deposito, addebiti e bonifici, pagamenti delle utenze), di servizi legati al trasferimento delle rimesse al consumo (mutui casa, prestiti) sono tra le maggiori esigenze espresse dagli stranieri che vivono e lavorano nel nostro Paese. È proprio per venire in contro a tali necessità che Bpu Banca ha creato InItaly, una linea di conti con servizi e prodotti dedicati e a condizioni vantaggiose, che mette a disposizione i servizi bancari secondo un rapporto fra contenuti e costi che risponde alle esigenze di economicità e semplicità propria di questa fascia di clientela (conti correnti di base, trasferimento del denaro all’estero, prestiti personali, mutui casa e polizze assicurative e fideiussorie per l’ottenimento dei visti). InItaly è un sistema di servizi incentrato su un conto corrente, disponibile nelle due versioni Basic e Top, al quale possono essere agganciati a discrezione del cliente dei servizi aggiuntivi, il tutto secondo un rapporto tra contenuti e costi che risponde ad esigenze di semplicità ed economicità. InItaly permette a qualsiasi cittadino straniero residente in Italia di aprire un conto corrente, con i vantaggi - in termini di sicurezza e protezione del denaro - e i servizi che ne derivano: l’accredito dello stipendio da parte del datore di lavoro, l’addebito automatico delle bollette, la possibilità di richiedere gratuitamente la carta ricaricabile Libra Cash per effettuare qualsiasi pagamento e prelievo di denaro in tutto il mondo, oppure di trasferire denaro all’estero in modo sicuro e a costi molto bassi, tramite bonifico bancario a condizioni agevolate oppure inviando ai familiari una carta ricaricabile Libra Cash che – una volta effettuata la ricarica - consente di prelevare contante in tutto il mondo dovunque siano presenti sportelli bancari, senza costi aggiuntivi. Il servizio consente di acquistare polizze assicurative a sconti vantaggiosi non solo per proteggere i propri beni (polizze auto e polizze casa), ma anche la propria famiglia: Initaly offre la possibilità di acquistare polizze fideiussorie e sanitarie indispensabili per l’ottenimento del visto richiesto dallo Stato per il ricongiungimento dei familiari. Infine InItaly consente di richiedere e ottenere prestiti personali o mutui in maniera facile e veloce (tramite l’assistenza necessaria a trovare la miglior soluzione di prestito o mutuo adatta alle proprie esigenze) e a condizioni favorevoli (si ha diritto ad uno sconto sulle spese di istruttoria).
InItaly, inoltre, è anche un programma di formazione su Interculturalità e “migrant banking” per tutto il personale di filiale del Gruppo Bpu, incentrato sui temi della conoscenza e della comunicazione interculturale, creando i presupposti per una migliore accoglienza dei cittadini stranieri in filiale. InItaly è, infine, strumenti educativi/informativi (guide e brochure) semplici e chiari sull’abc della finanza personale e della banca, messi a disposizione dei cittadini stranieri anche presso gli sportelli per l’immigrazione.

Cassa di risparmio della provincia dell’Aquila
Nell'ultimo anno la Cassa di risparmio della provincia dell’Aquila ha intensificato i contatti con i lavoratori extracomunitari e ha confezionato un prodotto a pacchetto ad hoc denominato Conto Arcobaleno.

Gruppo Monte dei Paschi di Siena
«Il gruppo Monte dei Paschi di Siena ha dedicato al fenomeno immigrazione un progetto, Banca senza frontiere, che ha coinvolto tutte le banche del gruppo - Banca Monte dei Paschi di Siena, Banca Toscana e Banca Agricola Mantovana - ed è stato presentato lo scorso ottobre a Milano, in occasione del terzo appuntamento di "Consumer Lab"», afferma Roberto Marri, responsabile del servizio canali retail del corporate center di Banca Monte dei Paschi di Siena, uno dei relatori del convegno sul migrant banking che sio è tenuto all'Università Bocconi di Milano venerdì 7 aprile.
«Il progetto Banca senza frontiere prevede un'offerta dedicata di prodotti e servizi indirizzata a tutti i cittadini stranieri, immigrati in Italia, regolarmente presenti sul territorio ed è stato realizzato coinvolgendo tutta una serie di soggetti e strutture interessati o impegnati a titolo diverso nel processo di migrazione e integrazione, i cui obiettivi sono strettamente complementari: fra queste quelle di livello nazionale e sopranazionale, come le istituzioni ecclesiastiche e umanitarie, i sindacati, le associazioni rappresentative di comunità straniere, le banche estere operative nei Paesi fonti di flussi migratori, le associazioni di consumatori, gli organismi della cooperazione internazionale e del volontariato, le ambasciate e i consolati, ma anche a livello locale i piccoli proprietari di immobili e gli affittuari, gli esercizi commerciali, le aziende private e pubbliche erogatrici di servizi agli immigrati», spiega Marri. «Tutti questi "canali", insieme a comuni soggetti immigrati intervistati e con il supporto delle esperienze e delle segnalazioni raccolte dalle banche del gruppo, che hanno agito come "centri di ascolto" sul territorio, hanno collaborato alla definizione dell'offerta e alla sua visibilità. Uno degli elementi di assoluta innovazione di questo progetto è la rimessa gratuita verso il Paese di origine, entro limiti definiti, per l’immigrato titolare del conto Banca senza Frontiere: un servizio, che, a quanto ci consta, nessun altro istituto italiano a tuttoggi offre a queste condizioni».
«L’area Attività internazionali del gruppo Mps sta già promuovendo e formalizzando accordi con primarie banche estere corrispondenti, operative nelle aree a maggior flusso migratorio: inizialmente su Senegal, Marocco e Albania, fino ad interessare progressivamente anche le altre aree. Da tali accordi ricerchiamo, tra le altre, la possibilità per le famiglie degli immigrati che lavorano in Italia e che ricevono i bonifici dalle banche del gruppo Mps, di accedere a un’offerta di conto corrente a condizioni agevolate proposta dalla stessa banca estera “convenzionata” e, laddove possibile, di liberare e ridurre anche il prelievo della rimessa disposta dall’Italia, della relativa commissionale», conclude Marri.
L’offerta poi si completa con condizioni di particolare favore su prestiti personali, mutui per la casa (spese di istruttoria ridotte del 50%), bonifici verso l’estero (fino a 250 euro esenti da commissioni, oltre 250 euro commissione dello 0,15%, minimo euro 5,75 massimo euro 75), con le carte Europrima e Krystalcard gratuite, con la polizza Cresco New (esclusa la Banca Agricola Mantovana), le fideiussioni sostitutive del deposito cauzionale per l’affitto (alla commissione dell’1%), la polizza Welcome New che tra l’altro, in caso di sinistro indennizzabile (morte o invalidità permanente), prevede il rimborso entro i limiti previsti dal contratto anche delle spese mediche, di quelle per il rimpatrio della salma e per il viaggio o soggiorno di un familiare

Banca Marche
Banca Marche ha lanciato a gennaio il servizio bancario di base: una carta prepagata innovativa studiato per gli immigrati e, più in generale, per chi non possiede un conto corrente in Banca Marche. Per promuovere il nuovo prodotto, Banca Marche ha realizzato anche una campagna pubblicitaria con un approccio multietnico dove il testo del manifesto è stato comunicato nelle principali lingue utilizzate dagli stranieri residenti nella regione: il pieghevole espone le condizioni e i servizi collegati al servizio bancario di base in otto lingue diverse (italiano, inglese, francese, rumeno, russo, albanese, cinese ed arabo). Il servizio bancario di base, oltre alle funzioni di una tipica carta prepagata, offre la possibilità di effettuare versamenti di contante o assegni allo sportello, prelievi di contante allo sportello, accrediti dello stipendio e/o pensione, accrediti e addebiti di bonifici, utenze e altri pagamenti ricorrenti; prelievi su Atm (Bancomat) e pagamenti Pos, attivazione del servizio Inbank Family (il servizio di internet banking di Banca Marche) e acquisto di quote di fondi comuni di investimento mediante una singola operazione o con l’aggancio alla carta di un piano di accumulo di capitale (Pac).
Il costo canone annuale per i servizi dell’area base addebitato anticipatamente è di 15 euro, con illimitate operazioni gratuite, nessuna spesa di tenuta conto e d’invio rendicontazione periodica, nessuna commissione di ricarica o di blocco/estinzione/rimborso carta. Il costo del prelievo su sportelli automatici Gruppo Banca Marche è zero, su sportelli automatici di altri istituti è di 1,8 euro;
Tutti i movimenti vengono rendicontati annualmente; inoltre, è possibile verificare presso tutti gli sportelli della Banca, gli ATM e tramite web, il saldo della carta e l’elenco degli ultimi movimenti contabili imputati sulla carta.

Gruppo Veneto Banca
Il gruppo Veneto Banca, nato nel 1877 come Banca Popolare di Montebelluna e con questa denominazione dal 2000, è fortemente radicato nel Trevigiano e presente in Friuli Venezia Giulia, in Lombardia con la partecipata Banca di Bergamo, in Puglia e Basilicata con Banca Meridiana. Nel 2000 ha acquisito Banca Italo Romena, che ha sede centrale a Treviso e filiali a Bucarest, Timisoara, Arad, Cluj, Oradea, Bacau e Brasov. Per il direttore generale di Banca Italo Romena Athos Varusio, «l’acquisizione della banca romena è stata decisa, nel 2000, per fornire appoggio bancario e finanziario ai numerosissimi imprenditori del Nord Est che avevano delocalizzato le loro attività produttive in Romania, ma in questi anni, operando in linea con la capogruppo abbiamo conquistato la fiducia della clientela corporate in loco, che oggi rappresenta oltre il 40% del nostro impegno creditizio, ma anche ai privati». Ultima acquisizione, agli inizi del 2005, quella di Banca del Garda che risponde alla volontà di accrescere la propria presenza nel Veronese. Ne fanno parte anche Claris Assicurazioni e le società di prodotto Claris Factor, Claris Broker e Claris Leasing. Veneto Banca detiene anche il 20% delle quote della compagnia assicurativa Claris Vita.
Proprio sull’onda dell’acquisizione della banca Italo Romena Veneto Banca sta lanciando alcuni prodotti diretti ai 250mila cittadini romeni che lavorano in Italia che dall’Italia inviano gran parte dei propri salari al loro Paese d’origine: sono il Conto corrente Senza Frontiere e il Mutuo Senza Frontiere, progettati per creare flussi finanziari tra l’Italia e la Romania utilizzando positivamente la presenza nel Paese della Banca Italo Romena. Conto corrente senza frontiere è un prodotto low-cost che sfrutta la sinergia operativa tra Venetop Banca e Bir per abbattere i costi. Grazie alla rete di sportelli Veneto Banca, in Italia, e a quelli di Banca Italo Romena in Romania il conto senza frontiere permette di effettuare bonifici gratuiti da e per la Romania. Sono gratuiti anche l’estratto conto, la carta di credito e di debito (Bancomat) e per chi accende il conto Veneto Banca in Italia è prevista, in omaggio, una carta prepagata, abilitata al circuito Cirrus Maestro o Visa Electron. Quanto a Mutuo senza frontiere, riguarda esclusivamente persone fisiche, in particolare cittadini rumeni con regolare permesso di soggiorno che lavorano in Italia e che acquistano o ristrutturano un’abitazione in Romania. La durata va da un minimo di 5 anni a un massimo di 15, il valore mutuabile è fino a un massimo del 75% del valore di perizia dell’immobile. Il contratto è di mutuo chirografario a fronte del quale la Banca Italo Rumena (Bir) emette a favore di Veneto Banca una “letter of guarantee” in valuta locale (Ron) di controvalore pari al 120% dell’importo erogato. La Bir si garantirà attraverso la concessione di ipoteca volontaria in Romania da parte del cliente stesso.

Banco Popolare di Verona e Novara
Il Banco Popolare di Verona e Novara ha concentrato invece la propria elaborazione di servizi ai cittadini immigrati sul fronte delle rimesse dirette. Il servizio attualmente attivo verso nove Paesi (Albania, Bangladesh, Bulgaria, Croazia, Filippine, India, Senegal, Sri Lanka e Tunisia), a un costo “estremamente competitivo e comprensivo di tutte le spese”, anche quelle a carico del destinatario, grazie agli accordi siglati con le Banche corrispondenti dei singoli Paesi, ed è disponibile anche per chi non ha conto corrente nell’istituto e per chi non ha un conto corrente a destinazione, in quanto il beneficiario può ritirare le somme in contanti.

Linea
Linea SpA, società specializzata nel credito al consumo, tra il 2003 e il 2005 ha avuto un incremento di 1 punto percentuale del proprio parco clienti immigrati sul totale gestito, passando dal 9% al 10%. Considerati i bassi volumi di partenza e il più che raddoppiato totale clienti gestiti è un risultato certamente significativo in termini incremento in valori assoluti. Nel dettaglio dei prodotti, sui prestiti personali il totale degli immigrati sul totale clienti di prestito personale è passato dal 19% al 20%, sulle carte è passato dal 11% al 12%, sul finalizzato è rimasto costante (6%).
L'incremento più evidente sull'utilizzo dei singoli prodotti si è registrato sul prodotto prestito personale con un incremento dei clienti immigrati del 71% (dato 2005 sul dato 2003) seguito dalle carte con un incremento dei clienti immigrati del 21%(2005 su 2003)
Linea, nel 2004, è diventata gruppo con l'acquisizione di Futuro dalla Banca Popolare di Intra per il prodotto cessione del quinto e con la creazione di Equilon, società con la mission di creare e gestire l'offerta diretta sulla clientela no-prime. Equilon è di fatto la risposta, in termini di offerta diretta di credito, a tutte le esigenze di un intero segmento di mercato che ricomprende certamente lo specifico target dei cittadini immigrati, per i quali, tra l'altro, sono allo studio ulteriori prodotti e la relativa comunicazione a sfondo etnico.

Cassa di Risparmio di Biella e Vercelli – Biverbanca (gruppo Intesa)
La Cassa di risparmio di Biella e Vercelli (Biverbanca), del gruppo Banca Intesa, dedica ai cittadini immigrati il conto corrente Biverbanca Welcome. Si tratta di un conto a canone fisso trimestrale di 10 euro, che comprendono le spese di liquidazione, di invio estratto e di trasparenza, con 25 operazioni gratuite al trimestre e per quelle eccedenti un costo di 0,8 euro l’una, s soprattutto la Polizza assicurativa Welcome di Europ Assistance gratuita. Questa copre i viaggi di un familiare in caso di ricovero dell’assicurato, l’assistenza ai figli minori in caso di ricovero, il rimpatrio della salma, il rientro al Paese d’origine per decesso di un familiare, l’invio del medico in caso d’urgenza, la consulenza medica, burocratica, sanitaria e per questioni di lavoro. I bonifici in Italia costano 2 euro ciascuno, quelli verso l’estero 7 weuro l’uno compresa la commissione di intervento, mentre l’emissione di CartaSì Eura ricaricabile costa 5 euro. Sono inoltre in corso di attivazione accordi con banche estere per i costi minimi delle rimesse.

Cassa di Risparmio di Prato (gruppo Banca popolare di Vicenza)
Cassa di risparmio di Prato (del gruppo Banca popolare di Vicenza) ha realizzato un pacchetto di prodotti appositamente studiato per chi proviene da un Paese extracomunitario e lavora in Italia. Si tratta del Conto Country che offre, oltre ai servizi per le operazioni di ogni giorno, una serie di vantaggi volti a soddisfare le esigenze del cliente, come bonifici esteri a condizioni molto convenienti, carte di debito e credito, servizi di assistenza, prestiti personali e mutui.

Banca Antonveneta
Banca Antonveneta offre ai clienti immigrati una serie di servizi studiati per facilitare alcune operazioni di trasmissione e ricezione di denaro all'estero. Nel 2000 l’istituto ha stipulato un contratto di collaborazione con Western Union, società specializzata nella trasmissione di denaro a livello mondiale. Il servizio è fornito da circa 300 filiali situate nelle zone geografiche che rilevano una maggiore presenza di cittadini stranieri residenti in Italia. Le filiali abilitate ricevono il cliente allo sportello e, dopo averne verificato l'identità nei termini richiesti dalla legge, raccolgono i dati relativi al trasferimento di denaro che non può superare le soglie prudenziali predeterminate. Tramite i canali Western Union, i fondi vengono trasferiti e messi a disposizione dei beneficiari in tempi strettissimi. Il servizio è rivolto a chiunque abbia necessità di trasferire o ricevere denaro in Italia o all'estero.
Da alcuni anni, inoltre, Banca Antonveneta ha stipulato accordi con alcune banche estere per consentire ai cittadini stranieri residenti in Italia di trasmettere, in tempi ristretti e a costi molto contenuti, denaro all'estero. Il servizio di bonifico estero è disponibile nelle filiali Antonveneta presenti in tutto il territorio nazionale e attivo verso Russia (Rapid Mail), Moldavia (Strada Italia), Cina (Italia-Cina Express) e Brasile (Remessa Facil).
Il servizio Remessa Facil ha riscontrato un tale successo nella comunità brasiliana residente in Italia che è stato reso disponibile non solo agli sportelli Antonveneta ma anche on-line. Collegandosi al servizio di Internet Banking By Bank è possibile effettuare il trasferimento di fondi in Brasile direttamente da casa e a costi ancora più contenuti rispetto a quelli applicati allo sportello.

Banca popolare dell’Etruria e del Lazio
Per soddisfare le esigenze degli stranieri che hanno un lavoro stabile, Banca popolare dell’Etruria e del Lazio ha lanciato Conto World, un conto corrente a canone mensile fisso di 8 euro, che offre illimitate operazioni gratuite, domiciliazione delle utenze, carta ricaricabile E-Money Plus per acquisti su Internet, pagamenti Pos e prelievi in Italia e all’estero. Conto World, offre, compresa nel canone, la polizza assicurativa gestita da Europ Assistance per il rientro immediato nel Paese d’origine per eventi luttuosi. La polizza garantisce all’assicurato un biglietto di andata e ritorno, ferroviario o aereo o maruttimo, fino al luogo dove è deceduto il familiare. Europ Assistance terrà a proprio carico i costi dei biglietti di andata e ritorno fino a un massimo di 1.500 euro. La polizza prevede anche il rientro della salma dell’assicurato al Paese d’origine o il trasporto della salma a un altro luogo in Italia indicato dagli eredi del defunto, fino all’aeroporto più vicino al luogo di sepoltura. Europ Assistance provvede ad effettuare le necessarie formalità e tiene a proprio carico le relative spese fino a un massimo di 5.000 euro.

Banca Intesa
Il servizio telefonico di Banca Intesa aumenta la capacità di comunicare con i propri clienti e con tutti coloro che vogliono avere informazioni sui prodotti e sui servizi della banca. Banca Intesa è la prima realtà bancaria italiana ad aver realizzato un servizio telefonico multi-lingua. Dal 4 ottobre 2005 il servizio è attivo nelle quattro lingue più diffuse al mondo dopo il cinese mandarino (inglese, francese, spagnolo e arabo) anche per venire incontro alle esigenze e soddisfare al meglio le richieste degli stranieri che vivono e lavorano in Italia.
Telefonando al numero verde 800 02 02 02, gratuito da qualsiasi telefono fisso, è possibile scegliere dal menù principale la lingua desiderata e successivamente entrare in contatto con operatori madre lingua. Anche i clienti stranieri possono ottenere informazioni dettagliate sulle caratteristiche dei prodotti di Banca Intesa, consulenza su come soddisfare le proprie esigenze finanziarie e molto altro.
Il fronte dell’offerta per la clientela immigrata di Banca Intesa comprende anche Conto People. Il conto è senza canone e permette di utilizzare tutti i servizi offerti da Banca Intesa. Con un costo per operazione di 0,70 euro non penalizza con costi fissi il cliente che effettua soltanto poche operazioni al mese. Conto People offre gratuitamente incluso nel canone Carta People, il Bancomat per prelevare e pagare nei negozi, in Italia e all’estero, Carta People Family, la carta per trasferire somme di denaro a un beneficiario all’estero, prelievi Bancomat sugli oltre 3.000 sportelli automatici del Gruppo Intesa, estratto conto trimestrale, libretti assegni e domiciliazione automatica delle utenze.
Con Carta People Family è possibile effettuare in modo estremamente semplice un trasferimento di denaro verso un beneficiario all’estero al quale è stata inviata la carta. Con questa carta, Banca Intesa intende favorire questo particolare segmento di clienti e l’esigenza di trasferire denaro verso il proprio Paese di origine, offrendo uno strumento facile, istantaneo nel trasferimento e molto più economico rispetto ai servizi di trasferimento fondi non bancari (Western Union, MoneyGram). È una vera e propria carta di prelievo gratuita associata alla carta Bancomat People del conto che può essere spedita nel Paese di origine a qualunque familiare. Il cliente Intesa in Italia "ricarica" di fatto la carta Family all'estero recandosi in qualunque sportello Banca Intesa di una somma che il parente all'estero può prelevare in qualunque Atm (sportello Bancomat) o usare in un punto vendita da subito: si tratta quindi di un modo innovativo di spedire soldi all'estero - che è ancora l'esigenza primaria di questi clienti - in pochi minuti e soprattutto a condizioni imbattibili. Il parente all'estero può prelevare solo la somma messa a disposizione dall'immigrato in Italia e non di più, anche se il saldo del conto fosse maggiore: questo per dare la certezza all'immigrato di mettere a disposizione solo una certa somma di denaro. Un trasferimento di 500 euro, ad esempio, costa 12 euro con carta People Family, invece degli oltre 30 euro più le commissioni sull cambio con Western Union o MoneyGram.
Un altro prodotto adatto anche a questi clienti è il mutuo Atipico, appena lanciato, che ha caratteristiche assolutamente innovative permettendo di saltare addirittura fino a 18 rate durante la vita del mutuo nei periodi di mancata occupazione.


nicola.borzi@ilsole24ore.com



 

Suggerimenti

>Info quotazioni

A richiesta, via sms, la quotazione istantanea e in tempo reale del titolo che ti interessa

>Flash news

Scarica il programma gratuito, e ricevi sul tuo desktop le ultimissime notizie di economia e finanza

News

champions

L'Inter (2-1a Mosca) brava e fortunata: ribalta il risultato e vince

auto

Rimandato il lancio della «Panda cinese» per la causa con la Fiat

expo 2015

Luci sui progetti che fanno bella Milano: l'omaggio agli ospiti di Expo 2015

anniversari

Novant'anni fa la battaglia di Caporetto, madre di tutte le batoste

computer

Asus: così il notebook diventa ultraleggero

prospettive

Il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca (Stefano Capra / Imagoeconomica)

Turismo a Roma, invia le tue domande per il forum di mercoledì

GIAPPONE

La palazzina del Progetto Sofie sottoposta all'esperimento anti-sismico

Terremoto del settimo grado della scala Richter, ma la casa in legno fatta nel Trentino resiste

iniziative

L'appello di Nòva24: il Governo rilancia sul 5 per mille

viaggi24

Singapore. Dove tutto è possibile
Viaggio in una delle capitali mondiali dello shopping e del commercio.

CASA24

Comprare casa senza agenzia
I consigli per risparmiare nell'acquisto della casa trattando direttamente tra privati

In Evidenza

CRIBIS.it
Informazioni per decidere con chi fare o non fare business, in Italia e nel mondo.

5° Annual Economia & Finanza
Nel tradizionale appuntamento organizzato dal Sole 24 ORE, alcuni dei maggiori esperti affronteranno il tema: MiFID, Compliance e Competitività. Milano, 18 ottobre - Per iscrizioni, cliccare qui .

Il Sole 24 Ore FINANZA
Scopri l'offerta professionale di prodotti e servizi per chi opera sui mercati.

A Natale un regalo diverso?
AMREF presenta alle aziende tante idee per un Natale solidale con l'Africa da regalare a clienti, fornitori, dipendenti e amici.

Scarica il gadget del Sole 24 ORE per Windows Vista
Il Sole 24 ORE porta sul tuo desktop le news di economia e attualità e l'andamento della Borsa.

Le tue foto su Casa24
Un angolo accogliente, un mobile insolito, un ambiente particolare: inviaci le foto della tua casa, le più belle saranno pubblicate sul sito.

Pubblicità