Speciali in evidenza
Speciale Smau
Speciale ambiente
Speciale scuola
Speciale Auto
Un anno di rincari
Speciale mutui
Voli low cost
Speciale ETF
Studi di settore
Risparmio energetico
Auto & fisco
Navigatori GPS
Musica Mp3
Guida alle facoltà
Come risparmiare
XV Legislatura
shopping 24

Servizi

Il Sole Mobile

Servizi Ricerca

Finanza e mercati

ARCHIVIO »

14 settembre 2006

Quei consigli del Governo sulla rete Telecom

di Marigia Mangano

«Grazie per la disponibilità e a presto».

Firmato:Angelo Rovati. È accompagnato da questo bigliettino un documento preparato da una banca d'affari " anonima" e inviato dalla Segreteria Particolare del Presidente del Consiglio a Marco Tronchetti Provera, numero uno del gruppo Telecom. Il fascicolo inviato da Rovati, uomo chiave di Prodi nei rapporti con l'impresa pubblica e privata, porta la data del 5 settembre. In casa Telecom, secondo alcune ricostruzioni, ne hanno preso visione solo il 6 settembre.
Siamo alla vigilia del vertice più atteso per il destino del gruppo tlc, quello con il magnate australiano Rupert Murdoch che nel frattempo ha scelto come consulente Claudio Costamagna, il banchiere ex Goldman Sachs da sempre vicino al Premier. Ma di cosa tratta questo documento? E perché Rovati lo ha fatto recapitare ai vertici del gruppo? Il titolo non lascia molto spazio all'immaginazione: «Scorporo della Rete di Telecom Italia».
Facciamo ora un passo avanti. Martedì 13 le agenzie battono queste dichiarazioni di Prodi: «Sono sorpreso e sconcertato, ho avuto dieci giorni fa un colloquio con Tronchetti Provera molto cordiale e approfondito e non mi ha assolutamente accennato a una ristrutturazione societaria così importante ». Ma davvero Prodi e i suoi erano all'oscuro della ristrutturazione del gruppo Telecom? Stando al documento di cuiil Sole 24 Ore è in possesso (e alla data), le cose non starebbero proprio così. Se il Governo non sapeva,perché otto giorni prima ha inviato a Tronchetti uno studio sullo scorporo della rete? Piuttosto, si potrebbe obiettare, sembrerebbe che a Palazzo Chigi avevano scelto anche la direzione e i modi attraverso cui intervenire in casa Telecom per la «ristrutturazione». Probabilmente non su Tim, ma certo sulla rete.

Piano antiscalata
Ventotto pagine piene di grafici, numeri e proiezioni che offrono due opzioni "antiscalata" a Tronchetti Provera: «Internal Breakdown » (sviluppare una divisione interna per la rete con board partecipato a maggioranza da director esterni); «SpinOff e quotazione successiva con partecipazione rilevante ( di controllo)da parte della Cassa Depositi e Prestiti».
L'analisi parte da una fotografia della struttura finanziaria del gruppo Telecom. Facendo due constatazioni di base: «Telecom Italia presenta una redditività superiore ai concorrenti internazionali presentando però una esposizione debitoria elevata »e il mercato tlc domestico «è caratterizzato da prospettive di crescita estremamente limitate ». Il tutto si traduce in un perdurante andamento negativo del titolo che «espone al rischio di scalata da parte di investitori finanziari,anche esteri». Le ripercussioni di un take over ostile avrebbero colpito non solo l'attuale proprietà di Telecom Italia, ma anche lo Stato.Cosa fare allora? «In risposta a tale scenario è opportuno valutare un'operazione straordinaria sull'infrastruttura di rete fissa».

Spinoff ed effetti
Sono offerte due alternative per operare sulla rete, ma secondo la banca d'affari quella preferibile è l'Opzione B), e cioè lo «Spin off e la quotazione»con l'ingresso della Cassa Depositi e Prestiti in posizione rilevante.
L'operazione comporterebbea Telecom di registrare una plusvalenza lorda tra i 16 e 21 miliardi ( stimando un enterprice value di 2530 miliardi) accompagnato da una riduzione del debito tra 17 e 20 miliardi. Per la Cassa Depositi e Prestiti i vantaggi sarebbero tre: «L'esborso di una quota di equity di circa il 30%in funzione del livello di debito sostenibile da parte della newco,pari a circa 5 miliardi; un flusso di imposte aggiuntivo, per lo Stato, derivante dalla tassazione della plusvalenza di Telecom di circa 5 7 miliardi;un reddito dalla partecipazione di circa 120170 milioni annui». Infine, il documento fa ben presente che per convincere Telecom ad accettare tale ipotesi sarebbe necessario ristabilire una maggiore parità tra Telecom Italia e gli altri operatori rispetto alla possibilità di operare liberamente sul mercato in termini di offerte oltre a definire con maggiore certezza le tariffe.

La telefonata a Rovati
Fin qui lo studio fatto recapitare sul tavolo di Tronchetti. Cosa è successo negli otto giorni successivi per scatenare tale reazione del Governo? Secondo ricostruzioni attendibili Tronchetti Provera, dopo aver esaminato lostudio, ha preso tempo per poi richiamare Rovati solo dopo l'incontro con Murdoch.Con il magnate australiano si stava discutendo da tempo su un possibile ingresso in Olimpia, ma la trattativa portata avanti da Costamagna, da sempre vicino a Prodi, non decollava perché il patron di News Corp puntava a un controllo paritetico, mentre Tronchetti aveva garantito al Governo di non cedere la maggioranza. Dopo il vertice in Grecia, con la questione Olimpia rimasta in stallo, Tronchetti ha poi richiamato Rovati dando una indicazione precisa: Telecom si muove verso la separazione della rete in cambio di non avere interferenze sulla eventuale cessione di Tim. E che ci fosse il benestare di Rovati si evince dal comunicato diffuso l'8 settembre da Palazzo Chigi in cui si dichiarava la volontà del governo di non interferire sulle decisioni di una società privata.
Ora il cambio di rotta.Per quale motivo? Forse perché nello «studio »inviato da Rovati a Tronchetti non si parlava anche dello scorporo di Tim? Forse a irritare Palazzo Chigi è stato proprio l'imprevisto intento di Telecom di ipotizzare la vendita di Tim?
E ancora,ci si domanda,qual è la misteriosa banca d'affari che ha confezionato lo studio? Si tratta forse della stessa Goldman Sachs di Costamagna, consulente di Murdoch e del Governo?



 

Suggerimenti

>Info quotazioni

A richiesta, via sms, la quotazione istantanea e in tempo reale del titolo che ti interessa

>Flash news

Scarica il programma gratuito, e ricevi sul tuo desktop le ultimissime notizie di economia e finanza

News

champions

L'Inter (2-1a Mosca) brava e fortunata: ribalta il risultato e vince

auto

Rimandato il lancio della «Panda cinese» per la causa con la Fiat

expo 2015

Luci sui progetti che fanno bella Milano: l'omaggio agli ospiti di Expo 2015

anniversari

Novant'anni fa la battaglia di Caporetto, madre di tutte le batoste

computer

Asus: così il notebook diventa ultraleggero

prospettive

Il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca (Stefano Capra / Imagoeconomica)

Turismo a Roma, invia le tue domande per il forum di mercoledì

GIAPPONE

La palazzina del Progetto Sofie sottoposta all'esperimento anti-sismico

Terremoto del settimo grado della scala Richter, ma la casa in legno fatta nel Trentino resiste

iniziative

L'appello di Nòva24: il Governo rilancia sul 5 per mille

viaggi24

Singapore. Dove tutto è possibile
Viaggio in una delle capitali mondiali dello shopping e del commercio.

CASA24

Comprare casa senza agenzia
I consigli per risparmiare nell'acquisto della casa trattando direttamente tra privati

In Evidenza

CRIBIS.it
Informazioni per decidere con chi fare o non fare business, in Italia e nel mondo.

5° Annual Economia & Finanza
Nel tradizionale appuntamento organizzato dal Sole 24 ORE, alcuni dei maggiori esperti affronteranno il tema: MiFID, Compliance e Competitività. Milano, 18 ottobre - Per iscrizioni, cliccare qui .

Il Sole 24 Ore FINANZA
Scopri l'offerta professionale di prodotti e servizi per chi opera sui mercati.

A Natale un regalo diverso?
AMREF presenta alle aziende tante idee per un Natale solidale con l'Africa da regalare a clienti, fornitori, dipendenti e amici.

Scarica il gadget del Sole 24 ORE per Windows Vista
Il Sole 24 ORE porta sul tuo desktop le news di economia e attualità e l'andamento della Borsa.

Le tue foto su Casa24
Un angolo accogliente, un mobile insolito, un ambiente particolare: inviaci le foto della tua casa, le più belle saranno pubblicate sul sito.

Pubblicità