ILSOLE24ORE.COM > Notizie Finanza e Mercati ARCHIVIO

Alitalia, Colaninno: «Sul socio estero decideremo a novembre»

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
28 ottobre 2008


Air France o Lufthansa, il partner straniero di Cai verrà scelto più avanti. «Decideremo a novembre» ha detto Roberto Colaninno, presidente della Compagnia Aerea Italiana.
L'assemblea dei soci ha nominato il nuovo consiglio di amministrazione della società, che rimarrà in carica per tre esercizi fino all'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2010.

La composizione del Cda - Roberto Colaninno sarà il presidente, mentre gli altri componenti sono Rocco Sabelli, Gianluigi Ponte, Massimiliano Boschini, Francesco Caltagirone Bellavista, Carlo D'Urso, Corrado Fratini, Andrea Guerra, Salvatore Mancuso, Fausto Marchionni, Francesco Paolo Mattioli, Gaetano Miccichè, Angelo Riva, Carlo Toto, Marco Tronchetti Provera.

L'offerta per la compagnia di bandiera - Il consiglio di amministrazione, si legge in una nota, è stato convocato per venerdì prossimo e attribuirà poteri e deleghe ma, soprattutto, delibererà la presentazione dell'offerta vincolante al commissario di Alitalia, Augusto Fantozzi, «qualora tutti gli accordi sindacali fossero stati raggiunti. L'offerta rimarrà comunque sospesa fino all'ottenimento dei provvedimenti della Commissione Europea che attestino l'assenza di aiuti di Stato a vantaggio di Cai e delle decisioni dell'Autorità garante per la concorrenza e il mercato.

L'aumento di capitale - L'assemblea di Cai ha deliberato un aumento del capitale sociale fino a 1,1 miliardi di euro. Le azioni, si legge in una nota distribuita al termine della riunione - saranno offerte in parte agli attuali soci ed in parte a nuovi soci, nell'ambito della complessiva operazione di acquisto di beni e asset di Alitalia da parte di Cai.

Confermato il lock up di 5 anni - L'assemblea degli azionisti di Cai ha deliberato l'adozione dello Statuto della società che prevede il regime di trasferimento delle partecipazioni sociali, caratterizzato da un vincolo di lock up della durata di cinque anni. Il trasferimento delle azioni prima della scadenza del lock up - si legge in una nota di Cai emessa al termine della riunione - potrà avvenire unicamente tramite cessione delle stesse ad azionisti della società stessa o a cittadini italiani o società facenti capo, direttamente o indirettamente, a soggetto o entità italiane, a condizione che vi sia il voto favorevole della maggioranza assoluta dei membri del Consiglio di amministrazione.

Il ritorno in Borsa tra tre anni - Cai potrà andare in borsa ma solo fra tre anni. «A partire dal terzo anno di vita Cai potrà decidere l'ammissione delle azioni alla negoziazione sul mercato di Borsa Italiana tramite una offerta pubblica di vendita». È quanto si legge in una nota diffusa al termine dell'assemblea.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.