ILSOLE24ORE.COM > Notizie Finanza e Mercati ARCHIVIO

Ipotesi di stop dei mercati: la Casa Bianca smentisce

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
10 ottobre 2008

Il portavoce della presidenza Usa interpellato dopo le affermazioni di Silvio Berlusconi che aveva ipotizzato la sospensione degli scambi sui mercati azionari nella Ue

Ipotesi di stop ai mercati borsistici, poi smentite. Nuove regole. E un consiglio ai risparmiatori: comprate azioni Eni ed Enel. Il primo ministro Silvio Berlusconi, a proposito della crisi di mercati, durante la conferenza stampa conclusiva del Consiglio dei ministri che si è svolto oggi a Napoli, ha detto che c'è tra i leader Ue l'ipotesi di sospendere le contrattazioni nei mercati borsistici europei. Mercati chiusi il tempo necessario per una nuova Bretton Woods, necessaria per riscrivere le regole dei mercati. Il premier ha consigliato di comprare le azioni di Eni ed Enel. Le azioni di Eni e Enel, ha detto, «ora sono sottovalutate» visto che sono «aziende che continuano a fare utili. Aggiungendo che Eni, quest'anno, «avrà un utile straordinario».
Subito dopo Berslusconi smentisce le ipotesi di congelare gli scambi di Borsa. «E' un'ipotesi che non esiste», spiega il Cavaliere: «No, no: sono voci che si trovano sui giornali». Ipotesi, precisa Berlusconi, «che non è mai stata ventilata da nessun leader e tantomeno da me».

Il no della Casa Bianca

Una smentita secca è arrivata anche dalla Casa Bianca: il portavoce Tony Fratto, interpellato sulle affermazioni di Berlusconi, ha affermato che gli Stati Uniti «non hanno assolutamente alcun piano che interferisca con il funzionamento dei mercati finanziari statunitensi».

Domenica riunione a Parigi. Presto G-8. Servono, osserva il premier, "misure globali e innovative. Quali?", Si domanda Berlusconi, che poi elenca: "le ipotesi sono tante. C'è la volontà di riscrivere le regole della finanza internazionale. Si parla di una nuova Bretton Woods, si parla di sospendere i mercati per il tempo necessario per riscrivere le regole".
«In questo momento sta capitando di tutto nel mondo - ha detto Berlusconi - e questa crisi globale richiede risposte globali. È una crisi nuova che non può essere affrontata con strumenti vecchi».
Per questo, ha ribadito Berlusconi, i contatti tra i leader sono continui: «Ci stiamo sentendo per vedere di autorizzare misure coordinate da tutti. Per questo domenica ci sarà una riunione a Parigi dei Paesi europei e più avanti vedremo se fare un G-8. Il Cdm di oggi è stato interrotto varie volte dai collegamenti con i vari leader europei e mondiali". Lo dice Silvio Berlusconi a Napoli in conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri».

Il nostro sistema bancario è solido. «Ormai siamo di fronte ad una crisi globale ma ad oggi non si tratta ancora di recessione, anche se la situazione è pesante. Noi abbiamo il sistema bancario tra i più solidi d'Europa». Il rischio da scongiurare è che a soffrire della crisi siano le "piccole e medie imprese" a causa di una restrizione del credito delle banche. Lo ha spiegato il premier a Napoli, sottolineando come questo sia "un rischio da scongiurare assolutamente" attraverso una "pressione quotidiana" sugli istituti bancari, i quali in una situazione del genere sarebbero portati a mostrare più "prudenza" e devono invece "svolgere la loro funzione con più coraggio".
Uno dei "rischi" possibili della crisi internazionale è che "il sistema si spaventi" e ad esempio "i dirigenti delle banche chiedano un rientro dei loro prestiti alle imprese". Dice Berlusconi, che garantisce: "Bankitalia sta intervenendo con messaggi precisi alle banche: no a questa strada". Insomma, conclude Berlusconi, "le imprese stiano tranquille". Anche sul fronte dei consumi, osserva il premier, ci potrebbe essere un calo, ma "niente paura".

Opposizione non conta. A proposito della necessità di un'intesa fra maggioranza e opposizione sulle misure anti crisi ha detto che «Il rapporto maggioranza opposizione in questa situazione non conta e non c'entra niente perché il livello della crisi non è neanche Europeo, ma addirittura mondiale».

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.