ILSOLE24ORE.COM > Notizie Finanza e Mercati ARCHIVIO

Paulson: avanti con acquisto azioni banche

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
11 ottobre 2008

Il segretario al Tesoro Usa, Henry Paulson fa sapere che le autorità statunitensi si apprestano a comprare azioni nelle istituzioni finanziarie.
«Stiamo lavorando - dice Paulson in un comunicato diffuso al termine del G-7 - allo sviluppo di un programma aperto a un ampio insediamento nelle istituzioni finaziarie». Paulson spiega che il programma utilizzerà ampiamente i poteri creati dal piano di salvataggio da 700 miliardi di dollari recentemente approvato dal Congresso e punta a incoraggiare l'arrivo di nuovi capitali privati a completamento delle iniezioni di capitali pubblici.


L'Amministrazione ha ricevuto l'autorità per effettuare acquisti diretti di azioni di istituti di credito nell'ambito del provvedimento approvato la scorsa settimana dal Congresso e che stanzia 700 miliardi di dollari destinati alla stabilizzazione dei mercati e ad evitare nuovi fallimenti a catena.
L'acquisto di azioni bancarie da parte del governo federale ha un unico precedente negli anni della Grande Depressione seguiti al crollo di Wall Street nel 1929.
«Abbiamo finalizzato un piano d'azione aggressivo per affrontare le turbolenze sui mercati finanziari», ha spiegato Paulson, al termine della riunione dei Sette Grandi.
«Il piano fornisce un'organica rete che guiderà i passi individuali e collettivi per fornire liquidità ai mercati, rafforzarli, proteggere i consumatori. Mai come prima era fondamentale trovare soluzioni collettive per garantire mercati stabili ed efficienti» e sostenere l'economia, ha detto Paulson..
"Mentre sviluppiamo dei piani per l'acquisto di azioni, stiamo lavorando a un programma standardizzato aperto a una grande varietà di istituti finanziari".
Il programma avrà l'obbiettivo di affiancare le banche nella raccolta di nuovi capitali da fonti private: i pacchetti azionari detenuti dal governo federale saranno "non-voting shares", privi quindi del potere di controllo delle banche stesse.
L'acquisto di azioni bancarie si affiancherà a quello dei crediti inesigibili, in modo da far ripartire il mercato dei crediti e le normali operazioni di prestito; il governo dovrà annunciare la settimana prossima le aziende private che verranno scelte per cooperare nella gestione del programma.


Seguiamo il piano Draghi. Il governatore della Banca d'Italia e presidente del Financial Stability Forum, Mario Draghi, «ci ha messo al corrente dei buoni progressi fatti nel miglioramento della supervisione prudenziale e della regolamentazione, aumentando la trasparenza». ha detto il segretario al Tesoro Usa.
«Siamo impegnati a intraprendere i prossimi passi indicati da Draghi entro la fine dell'anno e quelli per la nostra ambiziosa agenda per il 2009». In aprile il Fsf aveva fornito delle raccomandazioni ai paesi del G7 da seguire.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.