ILSOLE24ORE.COM > Notizie Finanza e Mercati ARCHIVIO

Santander, utili e target ok. Non venderà asset assicurativi

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
27 ottobre 2008

Il Banco Santander ha chiuso i primi 9 mesi dell'anno con un utile di 6,93 miliardi, +6% rispetto a un anno prima ma +16% al netto delle plusvalenze straordinarie registrate allora. Il risultato non considera peraltro i 586 milioni di plusvalenza realizzati sulla cessione di sedi del gruppo. Nel trimestre è stato registrato un utile di 2,21 miliardi, +4,4% rispetto ai 2,11 di un anno fa. La banca ha fatto tesore dell'avere focalizzato le attività sul retail banking e dell'acquisizione del brasiliano Banco Real da Abn Amro. L'istituto iberico di recente ha anche acquisito la britannica Alliance & Leicester oltre che, sempre nel Regno Unito, divisioni e depositi della neo nazionalizzata Bradford & Bingley.

Il colosso del credito spagnolo, numero due in Europa dopo la britannica Hsbc, ha poi confermato la guidance e il target dei 10 miliardi di euro di profitti nell'anno. La banca guidata da don Emilio Botìn ha poi fatto sapere attraverso il ceo Alfredo Saenz che - viste le condizioni dei mercati - sono stati accantonati i piani di cessione dei business assicurativi e dell'asset-management.

Coi criteri di Basilea II il Tier I si pone al 7,89% e il Core Capital al 6,31%. Sul 2008 verrà distribuito un secondo dividendo di 0,135234 euro per azione (+10%). Nel solo terzo trimestre, il gruppo spagnolo ha registrato un utile netto in crescita del 4,3% a 2,20 miliardi, appena sotto alle attese degli analisti. Il risultato dei nove mesi, spiega una nota del Santander, è dovuto a un progresso del 13% del fatturato: un ritmo di crescita superiore di 4 volte rispetto a quelli dei costi, aumentati del 3 per cento.

Questo andamento ha consentito una crescita del reddito operativo netto del 21% a 13,14 miliardi di euro. Nonostante il peggioramento del contesto operativo gli impieghi sono aumentati dell'8% e i depositi del 20%, esclusi gli effetti valutari. I Paesi dell'Europa continentale hanno registrato un utile di competenza di 3,53 miliardi, l'America Latina uno di 3,29 miliardi di dollari (+20%, +6% in euro) e in Gran Bretagna l'utile di competenza di Abbey è stato di 737 milioni di sterline (+20%, +4% in euro).

La quota in Abn Amro ha contribuito ai risultati dei primi 9 mesi per 725 milioni, generati quasi interamente dal Banco Real, in Brasile. Il tasso di sofferenze a fine settembre era dell'1,63%, con un tasso di copertura del 104%. I crediti in sofferenza si attestano all'1,5% in Spagna, un livello molto favorevole, osserva la nota della banca, rispetto alla media del settore nei mercati dove opera il gruppo.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.