ILSOLE24ORE.COM > Notizie Finanza e Mercati ARCHIVIO

Alitalia, la Cai va avanti. Colaninno: «Potremmo assumere anche piloti Ryanair»

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
4 novembre 2008

La Cai chiude le porte ai sindacati autonomi di Alitalia, che avevano chiesto un nuovo incontro con i vertici della compagnia, e va dritta per la sua strada. Lo ha sottolineato il presidente, Roberto Colaninno, nel corso della missione di sistema italiana in Vietnam. «No, no, no. Non c'è nessuna convocazione: il problema è finito, chiuso», ha risposto a chi gli chiedeva se Cai fosse disposta a riconvocare Avia, UP, Anpac e Sdl, così come chiesto dalle stesse sigle ieri.

Dichiarazione rafforzata dall'esternazione del ministro delle Attività produttive, Claudio Scajola, ugualmente impegnato nella missione as Hanoi: «Non c'è più spazio» per nuove convocazioni o mediazioni per la vertenza Alitalia, «se non per accelerare il decollo, da parte nostra saremo celerissimi a dare le autorizzazioni necessarie di volta in volta per assicurare il decollo della nuova Alitalia». Per Scajola «abbiamo assoluta urgenza di far decollare la nuova compagnia. Tutto ciò che era trattativa, consultazione, opera di mediazione è stato fatto ed ora qualsiasi cosa si facesse anche solo per ritoccare una virgola potrebbe compromettere in via definitiva la nuova Alitalia».

A proposito delle intenzioni dei sindacati autonomi di avviare proteste e blocchi fino alla revisione degli accordi del 31 ottobre, Colaninno ha affermato: «Quando Cai sarà ufficialmente il proprietario di quei beni che abbiamo comprato da Alitalia, quelli che saranno assunti potranno manifestare i loro interessi, quelli che non saranno assunti non potranno neanche entrare. Voglio dire, se uno non è assunto cosa viene a reclamare? Andranno a reclamare in casa degli altri?».ha detto rispondendo alle domande dei cronisti. Parlando delle nuove assunzioni Colaninno ha detto: «Potremo assumere anche i piloti Ryanair».

Entro il mese di novembre la Nuova Alitalia individuerà il partner straniero e per Natale sarà pronta a decollare. «Nel mese di novembre faremo questa scelta - ha risposto Colaninno a chi gli chiedeva i tempi sulla decisione del partner straniero - anche qui c'è un metodo da seguire. C'è da valutare quali sono gli effetti positivi delle varie combinazioni che si possono fare, devo dire che sia Air France che Lufthansa hanno delle caratteristiche estremamente interessanti. Faremo le nostre valutazioni e assieme all'assemblea e al consiglio di amministrazione decideremo penso entro novembre». Infine, a chi gli chiedeva se la Nuova Alitalia sarà pronta a volare entro Natale, il presidente di Cai ha risposto: «Penso di sì».

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.