ILSOLE24ORE.COM > Notizie Economia e Lavoro ARCHIVIO

Nokia prevede il taglio di 1700 posti, 700 solo in Finlandia

Virginio Di Carlo

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
17 MARZO 2009
Il quartier generale di Nokia a Espoo, in Finlandia AFP Photo/Lehtikuva/Martti Kainulainen)

Nuovi tagli nel settore della telefonia mobile. Nokia, colosso da oltre 115 mila dipendenti nel mondo e leader mondiale dei telefonini, ha annunciato stamani una riduzione di 1700 posti di lavoro a livello globale, 700 dei quali nella sola Finlandia.

Nel comunicato diramato dal gruppo delle tlc si spiegano le ragioni alla base della decisione: «L'azienda si trova nella necessità di ridurre i costi per far fronte alla crisi della domanda. In proposito, a breve - continua il comunicato - inizieranno le consultazioni con le organizzazioni sindacali».

La compagnia finlandese - che già nel gennaio scorso aveva programmato una riduzione di costi e servizi per un totale di circa 700 milioni di euro fino alla fine del 2010 - aveva da poco deciso un blocco nella distribuzione dei dividendi. Fatto mai verificatosi nel corso degli ultimi sette anni.

Nokia ha previsto per l'anno in corso una perdita di dieci punti percentuali rispetto alle vendite del 2008 e ha appena emesso bond per un controvalore complessivo di 1,75 miliardi di euro.Diversi i fattori che hanno concorso nella pianificazione dei tagli. E se i bilanci presentano ancora oggi un segno positivo, in tutti i settori, le vendite del 2008 hanno seguito un trend che nettamente deluso le attese dell'azienda. Un andamento che fino allo scorso si concretizzavano in aumenti a due cifre percentuali e che oggi, invece, sembra essersi praticamente arenata.

La compagnia finlandese, infatti, ha mantenuto una crescita incoraggiante nel mercato dei telefonini, passando dai circa 435 milioni di pezzi venduti nel 2007 ai 472 milioni dello scorso anno e conquistando un market share salito di quasi un punto percentuale dal 37,8 % al 38,6 % del 2008).

Ma le note dolenti arrivano sul versante dei prodotti di fascia alta - quelli per intenderci che presentano i maggiori guadagni - e in particolare in quello degli smartphone, dove l'ingresso nel mercato di Apple ha già iniziato a produrre alcuni effetti significativi sulla concorrenza. In questo settore Nokia ha registrato un sostanziale arresto dei progressi in termini di vendite ottenuti negli ultimi anni. Nel le vendite in questa fascia - anche quest'anno attestatesi sui 60 milioni di pezzi - hanno presentato come rovescio della medaglia una riduzione di quasi sei punti percentuali nelle quote di mercato, passando dal 49,4 % al 43,7 % di market share.

Risultati divenuti molto più allarmanti se rapportati ai dati dell'ultimo trimestre del 2008, nel quale le vendite sono precipitate dai quasi 19 milioni di pezzi del terzo trimestre, ai 15 milioni o poco più del periodo successivo. Il che ha comportato anche una contrazione di market share, sceso di oltre dieci punti, dal 50,9 % al 40,8 % del quarto trimestre.

17 MARZO 2009
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 maggio 2010
6 aprile 2010
6 maggio 2010
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-