ILSOLE24ORE.COM > Notizie Finanza e Mercati ARCHIVIO

Al Lingotto un terzo del cda.
Ecco tutti i dettagli dell'accordo

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
30 aprile 2009

«La nuova Chrysler sarà gestita da un consiglio di amministrazione composto da nove membri. Tre amministratori saranno nominati da Fiat, uno dei quali dovrá soddisfare i criteri di indipendenza stabiliti dai regolamenti del New York Stock Exchange». Lo precisa l'amministratore delegato di Fiat Sergio Marchionne dopo la firma dell'alleanza con Chrysler. «Veba e il governo canadese -aggiunge- avranno il diritto di nominare un amministratore ciascuno. Inizialmente il Dipartimento del Tesoro statunitense avrá il diritto di nominare quattro amministratori, tre dei quali indipendenti».

La procedura fallimentare
L'alleanza strategica globale tra Fiat e Chrysler sarà fatta attraverso «la cessione accelerata di sostanzialmente tutti i beni di Chrysler a una Newco in base a determinate previsioni della legge fallimentare statunitense (Us Bankruptcy Code)». Lo spiegano in una nota le due case automobilistiche, aggiungendo che «al momento del closing dell'operazione, la Newco assumerà la ragione sociale di Chrysler e diventerà proprietaria di sostanzialmente tutti i beni di Chrysler con l'esclusione di determinati debiti e altre passività».

Torino salirà al 51%della nuova Chrysler
Al closing, aggiungono le due società, «la Newco assegnerà a Fiat una quota equivalente al 20% del capitale e dei diritti di voto, al netto degli effetti diluitivi, e Fiat stipulerà gli accordi industriali con Chrysler. La casa italiana potrà ottenere un'ulteriore partecipazione del 15% e ha l'opzione di acquistare un ulteriore 16% (esercitabile dal primo gennaio 2013 al 30 giugno 2016) salendo così al 51%. La Voluntary employee benefit association (Veba), al momento del closing, riceverà una partecipazione del 55%, al netto degli effetti diluitivi» e questa partecipazione «sarà amministrata dal Dipartimento del Tesoro statunitense». Il Tesoro Usa e il governo canadese possiederanno complessivamente il rimanente 10% del capitale, al netto degli effetti diluitivi. La nuova Chrysler beneficerà inoltre dei nuovi contratti collettivi di lavoro siglati di recente con Uaw e Caw e di un finanziamento da parte del Tesoro Usa di 6,5 miliardi di dollari.

30 aprile 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.