ILSOLE24ORE.COM > Notizie Italia ARCHIVIO

D'Alema: «premier in declino,
ma al Pd serve credibilità»

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
6 settembre 2009


Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi vive l'apice del suo potere e l'inizio del suo declino. Così Massimo D'Alema è tornato ad attaccare il premier dal palco del Palalido di Milano dove questa sera Pier Luigi Bersani ha aperto la sua campagna congressuale per la segreteria del Partito democratico. «Attorno a lui - afferma l'ex ministro degli Esteri ed ex presidente del Consiglio - c'è una vicenda torbida non degna di un paese civile. Una storia di cortigiane, cattivi consiglieri, giornalisti sicari, gelosie e vendette. Sembra un romanzo d'appendice sugli ultimi giorni dell'impero romano d'oriente».

Guardando alle questioni che agitano la sinistra, D'Alema ha detto: «C'è anche chi di diffida di Berlusconi e poi pensa: "Ma chi c'è dall'altra parte?". Noi dobbiamo iniziare ad essere credibili nella nostra proposta di governo, credibili proprio per chi diffida di Berlusconi». Insomma, il Partito democratico deve trasformarsi da entità politica alla ricerca di un'identità in una reale alternativa di governo.

Perciò per la sfida delle primarie, ha spiegato D'Alema, «si apre una lunga campagna elettorale, sia interna che esterna, che però deve essere fatta con i toni giusti perché bisogna comunque ricomporre poi l'unità del partito con un clima fraterno che ci porti a lavorare insieme. Tutto questo anche perché le elezioni regionali sono poco tempo dopo il congresso e ci vuole un grande senso di responsabilità. La nostra è una grande partita e non si devono ripercorrere vecchie polemiche, nostro obiettivo è quello di ridare voce all'opposizione».

Cicchitto (Pdl): «Dosi industriali di ipocrisia».
«È singolare - ha replicato Fabrizio Cicchitto, capogruppo del Pdl alla Camera - che taluni continuino a fare prediche al centrodestra affinché il confronto politico non sia rissoso e poi ci troviamo di fronte a queste invettive dalemiane, tutte sul filo dell'insulto. È proprio vero che su alcuni giornali è dominante il metodo dei due pesi e delle due misure accompagnato da dosi industriali di ipocrisia».

6 settembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
8 maggio 2010
8 maggio 2010
08 Maggio 2010
8 maggio 2010
8 maggio 2010
 
Prendeva la pensione della madre morta. Arrestato
L'Indagine del Cnr nei mari italiani
IL PUNTO / Il dopo Scajola e gli interrogativi sul governo
Addio a Giulietta Simionato
VIDEO / Le dimissioni di Scajola (da C6.tv)
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-