ILSOLE24ORE.COM > Notizie Norme e Tributi ARCHIVIO

Tremonti: «Entro dicembre via al federalismo fiscale»

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
5 agosto 2008

I conti sono al sicuro, è l'ora delle riforme. Per il ministro dell'Economia Giulio Tremonti la manovra economica è un dossier chiuso. Il decreto «blindato, inemendabile» che oggi diventerà legge, mette in sicurezza il bilancio dello Stato. Settembre poi, non si chiama più «Finanziaria», ma «federalismo» e sarà il banco di prova per la classe politica. Sulla bozza, dice Tremonti in una intervista a La Stampa, ci sono amplissimi punti di convergenza. «Il federalismo – sottolinea Tremonti – è un modo per raddrizzare la pianta storta della finanza pubblica. Con gradualità e responsabilità». Una riforma da attuare sulla base di «dati statistici condivisi» per orientare la politica. Tempi? «Una sessione parlamentare settembre-dicembre - spiega il ministro dell'Economia - contiene un arco temporale sufficiente tanto per mettere insieme una "data room" quanto per formulare su questa base le grandi scelte di principio. Scelte sulle quali per ora sembrano maggiori le convergenze che le divergenze». Il federalismo, dice Tremonti, è trasparenza. «Nel Mezzogiorno il federalismo fiscale non avrà tanto l'opposizione degli elettori, quanto quello della malavita elettrice».

Quanto alle riforme costituzionali - dice Tremonti - «il Parlamento sta partendo dalla "bozza Violante", con la riforma dei poteri del governo e del Parlamento, una riforma che è necessaria per rendere più forte ed efficace la governance dell'Italia. Il testo incontra ormai solo un limite nel passaggio al Senato», che dovrebbe «votare sulla sua propria trasformazione in una Camera federale con funzioni e competenze diverse da quella attuali. Penso si possa confidare tutti sul senso di responsabilità di senatori eletti in base a programmi elettorali che, sia a destra che a sinistra, prevedevano proprio questo tipo di riforma».

E l'opposizione, che in autunno scenderà in piazza? «In piazza contro la globalizzazione? Dopo averla essi stessi scatenata?», dice Tremonti. «Non sono io a dover o poter scrivere l'agenda della sinistra, ma credo che dopo la rottura appena fatta dalla sinistra antagonista che ora inizia una propria avventura autonoma, per la sinistra governista non ci sia alternativa diversa da quella riformista. Proprio quella sul riformismo fiscale potrà essere un'occasione di discussione su temi reali». (N.Co.)

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
22 maggio 2010
21 maggio 2010
21 maggio 2010
20 maggio 2010
20 aprile 2010
 
Gli esperti del ministero rispondono a tutti i dubbi sugli incentivi
La liquidazione: rimborsi e debiti
I redditi da dichiarare
La salute e gli altri sconti
La famiglia e la casa
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-