ILSOLE24ORE.COM > Notizie Norme e Tributi ARCHIVIO

Via libera alle linee guida per l'università

di Nicoletta Cottone

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
6 novembre 2008
Mariastella Gelmini

Via libera del Consiglio dei ministri alle linee guida per l'università con una serie di misure urgenti su diritto allo studio, valorizzazione del merito, ricambio generazionale dentro l'università e riqualificazione della spesa. È stato anche approvato il decreto legge che «non è la riforma dell'Università - ha spiegato il ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca Mariastella Gelmini - è un provvedimento piccolo di tre articoli e un quarto di copertura» con disposizioni urgenti per il diritto allo studio, il reclutamento del personale e l'efficienza del sistema universitario. Per rendere più efficace e più oculata la gestione delle risorse delle università, il Consiglio dei ministri ha stanziato 500 milioni di euro «che saranno assegnati sulla base della valutazione scientifica, in modo meritocratico». La cifra corrisponde a circa il 5% del fondo per il finanziamento ordinario delle università. Previste anche penalizzazioni per gli atenei non virtuosi, «perché non é corretto trattarli allo stesso modo». In pratica le università con i conti in rosso non potranno bandire nuovi concorsi per assumere personale docente e amministrativo. «È un segnale importante - dice Gelmini - dimostra che possiamo spendere meglio e puntare sulla qualità della ricerca, utilizzando parametri già a disposizione con il sistema di valutazione del Civr». L'obiettivo è «evitare la distribuzione a pioggia delle risorse e incentivare le Università a migliorare la ricerca».

Restano i tagli per il 2010. I tagli previsti per il 2010, nella manovra economica varata la scorsa estate, «rimangono», ma «abbiamo davanti un anno per cominciare un percorso di riforma che possa rendere quel taglio meno doloroso». Per il ministro, procedere alla «razionalizzazione dei corsi, all'eliminazione dei corsi con un solo studente, alla diminuzione delle sedi decentrate» farà «realizzare risparmi che renderanno quel taglio meno doloroso».

Quattro le priorità delle linee guida. È durata un'ora e venti la riunione del Consiglio dei ministri tutta dedicata all'università. Le linee guida per il mondo accademico illustrate dal ministro Gelmini in Consiglio dei ministri saranno ora oggetto di confronto con il mondo accademico e in Parlamento. «Le linee guida sono un documento programmatico di legislatura - ha spiegato Gelmini - che offriamo al dibattito con il mondo accademico e che sarà oggetto di discussione nelle commissioni competenti e nelle Aule parlamentari». Quattro le priorità delle linee guida:la riforma del reclutamento dei docenti e dei ricercatori, la riforma del dottorato di ricerca, un forte impegno sulla valutazione e riforma della governance.

Arrivano 135 milioni per le borse di studio. Nel decreto legge sono contenute disposizioni urgenti per il diritto allo studio, il reclutamento del personale e l'efficienza del sistema universitario. Il provvedimento prevede anche lo stanziamento di 135 milioni di euro per borse di studio. Le borse di studio, ha spiegato il ministro, verranno assegnate a tutti i ragazzi meritevoli e capaci, a tutti gli aventi diritto. «È la prima volta che il Paese riesce a coprire tutte le necessitá e a garantire tutti gli aventi diritto. In genere venivano esclusi circa 40 mila ragazzi, per la prima volta 180 mila ragazzi riceveranno questa borsa di studio». Nel pacchetto anche 65 milioni di euro per le residenze universitarie che consentiranno la realizzazione di 1.700 posti letto in più.

Trasparenza nei concorsi. Più trasparenza nei concorsi: sarà eletto un pool molto ampio di professori all'interno del quale saranno estratte a sorte le persone che faranno parte della commissione. In questo modo si vuole evitare il rischio di predeterminare l'esito dei concorsi. Una norma del decreto legge interviene escludendo dal blocco del turnover gli enti di ricerca.

Stop ai concorsi in 7 atenei. Bloccato il reclutamento di ricercatori, associati e ordinari nelle università che dedicano agli assegni fissi per il personale più del 90% del fondo statale Nel mirino gli atenei di Bari, Cassino, Firenze, L'Aquila, Napoli (L'Orientale), Pisa e Trieste.

Non ci sarà il blocco dei concorsi già banditi. Per ogni docente che andrà in pensione negli atenei potranno essere assunti due ricercatori. Il 60% delle nuove assunzioni sarà destinata a nuovi ricercatori. Le università che rinunceranno a trattenere i docenti oltre i 70 anni potranno raddoppiare il numero dei ricercatori. Sul fronte delle assunzioni il ministro ha chiarito che «non ci sarà il blocco dei concorsi già banditi. Cambierà, però, il meccanismo per la composizione delle commissioni di valutazione, dettato dal sorteggio. Questa è la motivazione del ricorso alla decretazione d'urgenza».

Sì ad assunzioni nelle istituzioni di alta formazione musicale. Il Cdm ha dato anche il via libera a uno schema di Dpr che autorizza il ministero dell'Istruzione ad assumere personale docente di prima e seconda fascia presso le istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica: si tratta di 110 unità di personale. Il provvedimento è legato all'urgenza di dotare le Accademie, i Conservatori di musica e gli Istituti superiori per le industrie artistiche di professionalità idonee a garantirne il funzionamento didattico.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
22 maggio 2010
21 maggio 2010
21 maggio 2010
20 maggio 2010
20 aprile 2010
 
Gli esperti del ministero rispondono a tutti i dubbi sugli incentivi
La liquidazione: rimborsi e debiti
I redditi da dichiarare
La salute e gli altri sconti
La famiglia e la casa
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-