ILSOLE24ORE.COM > Notizie Norme e Tributi ARCHIVIO

Intervista a Rao (Udc): «Rivendichiamo la paternità e il coraggio del legittimo impedimento»

di Nicoletta Cottone

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
3 febbraio 2010

Per il deputato centrista, nell'intervista al Sole24Ore.com, il processo breve è slittato grazie alla mediazione dell'Udc


«Rivendichiamo la paternità e il coraggio del provvedimento sul legittimo impedimento». A dirlo al Sole 24 Ore.com il deputato dell'Udc Roberto Rao. Molte riforme, per il deputato Udc, non si fanno «per le difficoltà processuali del premier che creano un alibi per non affrontare le riforme e i problemi del Paese».
È chiaro, dice Rao, che la «legge non è quella che avremmo voluto» e l'Udc «non l'avrebbe mai portata avanti se non ci fosse stata la spada di Damocle del processo breve, con conseguenze per le vittime dei reati che avrebbero visti denegati i propri diritti».

Rao reclama come merito della mediazione dei centristi il fatto che l'esame del processo breve sia slittato fino a giugno. «Abbiamo adottato - ha detto - la politica della riduzione del danno». La previsione del calendario di audizioni della presidente della commissione Giustizia, Giulia Bongiorno, fino a giugno «significa mettere il provvedimento non dico su un binario morto, ma rallentarlo. Sperando che alla fine sul binario morto ci vada davvero».

Il testo, comunque, rivendica Rao, è stato migliorato rispetto alle prime ipotesi targate Pdl (da Michaela Biancofiore a Enrico La Loggia) che ampliavano le possibilità di legittimo impedimento del premier. «Sono intervenute modifiche migliorative per rendere il provvedimento più stringente». Certo, alcuni punti non convincono, sottolinea il deputato centrista. «Non ci convince che sia Palazzo Chigi a certificare il legittimo impedimento per premier e ministri a comparire in udienza, la sospensione di 6 mesi, la durata della legge ponte che eviterà i processi al Cavaliere e ai suoi ministri per 18 mesi, la possibilità di reiterazione».
Ora, comunque, chiude Rao, «la speranza è che si marci seriamente verso le riforme».

3 febbraio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
22 maggio 2010
21 maggio 2010
21 maggio 2010
20 maggio 2010
20 aprile 2010
 
Gli esperti del ministero rispondono a tutti i dubbi sugli incentivi
La liquidazione: rimborsi e debiti
I redditi da dichiarare
La salute e gli altri sconti
La famiglia e la casa
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-