ILSOLE24ORE.COM > Notizie Tecnologia e Business ARCHIVIO

Amato (Amd): "Con Barcelona siamo di nuovo avanti"

di Gianni Rusconi

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
12 aprile 2007

In occasione della tappa italiana del road show dedicato alla nuova architettura quad core Barcelona, l’edizione on line del Sole24ore ha chiesto a Giuseppe Amato, Sales & Marketing Technical Director di Amd a livello Europa, di fare il punto sulle novità prossime venture del produttore californiano e sulla sfida a distanza con la grande rivale Intel.

La nuova generazione di processori Amd Opteron quad-core riapre le ostilità con Intel nella fascia alta delle Cpu: sarà, come sembra, una lotta senza fine?

L’avere un competitor di alto profilo è uno stimolo per innovare a livello di tecnologie, processi, supply chain. Viviamo la rivalità con Intel certi che possa essere una sfida competitiva aperta e leale, con il mercato a premiare i prodotti e le strategie migliori. 

Parlare di duopolio, Intel e Amd quindi, nei processori per computer è lecito?

No. Nel settore dei pc non ci può essere un cartello per due sostanziali motivi: c’è un fortissimo antagonismo sui prodotti ed è il mercato, inteso come grandi catene di distribuzione, a imporre i prezzi ai fornitori, ai produttori di pc e indirettamente a chi produce processori e chipset. Nel segmento delle Cpu x86, in particolare, non ha senso parlare di cartello proprio perché è stata Amd, anni addietro, a rompere l’egemonia di Intel, superando non pochi ostacoli anche di natura legale. Nessuna spartizione del mercato, quindi, ma una sana, e speriamo sempre leale, concorrenza.

Con Barcelona lanciate la lotta a Clovertown: la vostra architettura sarà sul mercato da questa estate, quella di Intel vi è arrivata tempo fa: sulle Cpu quad core partite quindi in ritardo…

Non siamo in ritardo rispetto a Intel per una semplice ragione: le Cpu multi core ad elevate prestazioni hanno bisogno del software adeguato per essere valorizzate. I produttori di software devono ancora sviluppare molte applicazioni in grado di interagire al meglio con i chip di nuova generazione. E mi riferisco sia a software a livello client come Office sia a soluzioni di virtualizzazione avanzate a livello server. Su Barcelona abbiamo integrato con tecnologia a 65 nanometri quattro core su un’unica fetta di silicio, per offrire maggiori prestazioni e maggiore affidabilità del sistema. Possiamo già arrivare a otto core e ancora non abbiamo giocato la carta della tecnologia di processo a 45 nanometri. Direi quindi che tecnicamente siamo ancora una volta più avanti di Intel.

Quali sono le innovazioni di Barcelona che vi fanno pensare di aver sorpassato ancora, in termini di prestazioni, i prodotti della rivale?

Con questa architettura Amd conferma la stabilità e la longevità della piattaforma Opteron. Dal 2003 al 2006 abbiamo lavorato sempre sullo stesso socket assicurando sempre maggiore efficienza alle Cpu single core; il nuovo socket lanciato nel 2006 (Am2, ndr) alla base dei chip dual core sarà supportato fino a tutto il 2009 e garantirà il passaggio indolore alle Cpu a quattro cervelli, tramite il semplice aggiornamento del Bios. Eppoi basta guardare ai benchmark che misurano le performance per watt dei nuovi chip per verificarne la qualità nei confronti del prodotto rivale.

Quindi vi ritenete il produttore di Cpu tecnologicamente più avanzato?

Chi può essere definito il vero leader nei processori per pc? Chi sviluppa chip da 16 o 80 core per tenerli in un cassetto? La partita si gioca quando l’ecosistema hardware e software di riferimento è pronto per accettare le nuove Cpu. Si deve partire dal presupposto di un utilizzo coerente delle prestazioni disponibili e non solo dal numero di operazioni per virgola mobile raggiungibili. Prendiamo la nostra piattaforma di accelerazione Torrenza: è stata appositamente studiata per potenziare in modo non convenzionale la tecnologia pc standard er portarla al livello dei TeraFlopd.

In campo mobile siete prossimi a lanciare una nuova famiglia di chip e una nuova architettura dedicata. Anche qui è forte la sfida a distanza con Centrino Pro, la nuova piattaforma di Intel.

Con Griffin, l’architettura che lanceremo nel 2008, confermiamo un approccio che si è rivelato vincente, quello delle piattaforme aperte che lasciano ampia libertà d’azione e di scelta agli hardware vendor in termini di chipset grafici e di connettività wireless a cui fare riferimento. Centrino, da questo punto di vista, è un prodotto uguale per tutti. Le nuove piattaforme mobili Amd, inoltre, utilizzeranno un nuovo core che alimenta la Cpu in modo indipendente, compiendo un ulteriore passo in avanti per quanto riguarda la riduzione dei consumi di energia.

Sun Microsystems tornerà a utilizzare Cpu Intel, Dell invece ha virato su Amd: dal produttore texano vi aspettate un salto di qualità importante per lo sviluppo del vostro business?

Dell è uno dei primi produttori al mondo nei pc e nei server ed è evidente che per noi costituisce una risorsa da valorizzare al meglio. Servendolo a dovere.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
7 MAGGIO 2010
7 MAGGIO 2010
7 MAGGIO 2010
7 maggio 2010
 
L'Italia vista dal satellite
La domenica di sport
Sony Ericsson Xperia X10
Nokia N8
Si chiude l'era del floppy disk
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-