ILSOLE24ORE.COM > Notizie Tecnologia e Business ARCHIVIO

Cellulari addio, è l'ora dei computer bonsai

di Mario Cianflone

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
21 FEBBRAIO 2008

Chip grafici ad alte prestazioni firmati nVidia, Amd-Ati, processori veloci, display ad alta definizione. No, non stiamo parlando degli ultimi modelli di notebook votati al cinema in casa o ai videogame in tre dimensioni, bensì di cellulari. A Barcellona, sotto le luci di World Mobile Congress, è apparso chiaro che è in atto un'evoluzione della specie: i telefonini si stanno trasformando in computer bonsai con capacità, prestazioni ed esperienza d'uso superiori agli smartphone attuali. E il cambiamento sta avvenendo sulla spinta di fattori quali internet mobile, messaggistica istantanea always on, navigazione Gps nonchè video e giochi in 3D.

Proprio a Barcellona, Mike Rayfield, numero uno di nVidia, il più grande produttore di chip grafici per computer, ha affermato che entro il 2012 metà dei telefonini venduti nel mondo saranno computer- like smartphone: veri e propri pc da tasca. E ha aggiunto che tra le scintille che hanno acceso questa nuova evoluzione del mondo mobile c'è proprio l'iPhone. Il melafonino, infatti, avrebbe innalzato le aspettative dei consumatori in fatto di resa grafica nei cellulari. Gli utenti vogliono mappe 3D per il Gps, caratteri chiari e videogame che non sembrino un Tamagochi. E nVidia sta studiando interfacce grafiche touch e in 3D La partita dei nuovi cellulari si gioca sui semiconduttori. E in gioco vi sono specialisti del mobile come Qualcomm e protagonisti del computing come Amd. Qualcomm punta sull'integrazione di più funzioni su un unico chip. Così i designer hanno mano libera per creare dispositivi sottili, leggeri e attraenti. Amd scommette sui processori Imageon per la grafica 3D, ma la casa di Sunnyvale sta cambiando pelle: vuole trasferire nel mondo mobile l'esperienza matura sui pc.

I computer da tasca di nuova concezione fanno di tutto. E iniziano anche a farlo bene, con audio e video di qualità. Ed ecco che arrivano persino i joystick bluetooth per rivaleggiare con console portatili e si potrà vedere un film, ascoltare, musica. Cambiano anche i display con l'avanzata di quelli touch che vanno bene per molte situazioni ma non per tutto. Già perché quando il gioco si fa duro, occorre un meccanismo di input efficace come solo la tastiera può esserlo. E guarda caso uno smartphone tra i più moderni come il SonyEricsson Xperia ha una qwerty a serramanico, mentre il Samsung i780 integra un mouse ottico.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
7 MAGGIO 2010
7 MAGGIO 2010
7 MAGGIO 2010
7 maggio 2010
 
L'Italia vista dal satellite
La domenica di sport
Sony Ericsson Xperia X10
Nokia N8
Si chiude l'era del floppy disk
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-