ILSOLE24ORE.COM > Notizie Tecnologia e Business ARCHIVIO

Windows 7, sei versioni per il nuovo sistema operativo

di Gianni Rusconi

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
4 FEBBRAIO 2009

La speranza, a più riprese espressa sotto forma di certezza anche dal Ceo Steve Ballmer in persona, è quella di fare meglio di Vista. Windows 7 è nato con tutte le premesse per far dimenticare i problemi dell'ultimo sistema operativo di Microsoft ma almeno in una lo "copia" in tutto e per tutto: il numero delle versioni attraverso le quali sarà rilasciato sul mercato. Niente release unica e omnicomprensiva di Seven quindi; gli utenti potranno scegliere fra sei differenti Edition e cioè Starter, Home Basic, Home Premium, Professional Windows 7 Enterprise (la scelta raccomandata per medie e grandi imprese che hanno un Software Assurance Agreement)e Ultimate. Da quella (la Starter) che con ogni probabilità verrà indirizzata ai netbook (per quanto priva del supporto dell'interfaccia toucscreen) si va a fino a quella (la Ultimate) che dovrà soddisfare integrando tutte le funzionalità disponibili in Windows 7 i cosiddetti "tech enthusiasts", utenti evoluti e grandi smanettoni.
La decisione di mantenere il modello di licensing allargato di Vista ha già suscitato qualche critica fra gli addetti ai lavori ma va anche detto che portavoce del colosso di Redmond hanno premesso come, per quanto riguarda il mercato Usa, le versioni che equipaggeranno la quasi totalità dei pc in vendita saranno in sostanza due, la Home Premium e la Professional (la Home Basic Edition verrà commercializzata solo nei mercati emergenti). Bill Veghte, Senior Vice President di Microsoft, è stato in proposito ancora più preciso: ci stiamo focalizzando su due versioni che assorbiranno circa l'80% delle vendite complessive di Seven. Perché allora le sei versioni? La risposta arrivata da Redmond è stata lapidaria: perché Windows viene venduto in moltissimi Paesi e a milioni di utenti con esigenze funzionali anche molto diverse. Rispetto al lancio di Vista cambierà però un parametro di una certa importanza: le versioni top di gamma (Professional e Ultimate) includeranno tutte le "features" di quelle di fascia bassa e non verrà ripetuto in pratica l'errore "tattico" di non integrare il Media Center nella Business Edition come avvenuto due anni fa. Quanto ai prezzi, Microsoft per il momento non lascia trapelare nulla e si limita a confermare che tutti i possessori di pc Windows Xp e Vista potranno effettuare l'aggiornamento (a pagamento o gratuitamente) al nuovo sistema operativo.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
7 MAGGIO 2010
7 MAGGIO 2010
7 MAGGIO 2010
7 maggio 2010
 
L'Italia vista dal satellite
La domenica di sport
Sony Ericsson Xperia X10
Nokia N8
Si chiude l'era del floppy disk
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-