ILSOLE24ORE.COM > Notizie Tecnologia e Business ARCHIVIO

Yahoo! prova a ripartire: tagli ai manager e nuovi servizi di advertising

di Gianni Rusconi

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
24 febbraio 2009

La cura di Carol Bartz è pronta. E a quanto sembra il Ceo in gonnella di Yahoo! la dispiegherà in dosi massicce per ridare slancio alla società californiana in un momento cruciale della sua storia. Superare al meglio gli effetti della crisi è un imperativo, sia per quanto riguarda il lancio di nuovi servizi che, ancora prima, mettere ordine in un'organizzazione evidentemente non avara di inefficienze. Stando a quanto ha anticipato ieri l'edizione on line del Wall Street Journal, il piano di ristrutturazione potrebbe essere annunciato anche domani (ma più probabilmente la settimana prossima) e la forbice abbattersi anche sui top manager. Se fosse vero non ci sarebbe troppo da stupirsi, anche alla luce del congelamento degli stipendi di tutti i dipendenti Yahoo! deciso dalla stessa Bartz all'indomani del suo insediamento in azienda, poco meno di due mesi fa.

L'altra faccia del problema degli esuberi nelle alte sfere del management è la diaspora di executive – l'ultimo è Larry Heck, uno dei vicepresidenti della casa di Sunnyvale nonché uno dei maggiori artefici dei buoni risultati ottenuti nel business del search – verso Microsoft. A Redmond stanno forse pensando di scalare la rivale un manager alla volta? No di certo, ma il fatto di accaparrarsi alcune delle figure chiave di Yahoo! - prima di Heck, Qi Lu, che oggi dirige la divisione online di Microsoft, Sean Sutcher, Jill Nash (capo della Comunicazione) e Scott Moore (responsabile dei contenuti del portale) - è segno che la voglia di Steve Ballmer e soci di dare del filo da torcere a Google è ancora grande. Per avvicinare il colosso dei motori di ricerca Microsoft deve però sopravanzare proprio Yahoo! ed ecco che il compito della Bartz appare ancora più difficile. Il nuovo Ceo deve far fronte a un pericoloso esodo, tappare i buchi di bilancio e dare una precisa identità alla società sul mercato: la prima mossa sembra quella di voler impugnare la scure e tagliare altre teste di rilievo, rivedendo nel contempo le funzioni e le responsabilità delle cariche più importanti (direttore tecnico, direttore delle operazioni e direttore marketing) e consolidando in singoli dipartimenti le attività di sviluppo e di marketing. Uno "shake up" finalizzato, dicono i bene informati, a rendere più veloce i processi decisionali e a dare maggiore uniformità (almeno nell'apparenza) all'intera struttura di Yahoo!

L'impellenza di invertire una tendenza condizionata (a fine 2008) da perdite superiori ai 300 milioni di dollari e vendite pubblicitarie in flessione dell'1% non può essere quindi più rimandata. Il calo degli investimenti pubblicitari che ha interessato tutti i formati on line – display e search in primis – è una spada di Damocle che incombe sul capo di tutte le Internet company e in Yahoo! non possono più permettersi passi falsi. In attesa degli eventi e degli annunci della Bartz, oggi la società è pronta ad annunciare nuovi strumenti di pubblicità personalizzata. Si tratta in parole povere di servizi in grado di aiutare i centri media a migliorare il target delle campagne pubblicitarie degli investitori loro clienti attraverso inserzioni (di tipo grafico e testuale) legate ai risultati di ricerca generati dal motore di Yahoo! e ai siti Web più frequentemente visitati dagli utenti.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
7 MAGGIO 2010
7 MAGGIO 2010
7 MAGGIO 2010
7 maggio 2010
 
L'Italia vista dal satellite
La domenica di sport
Sony Ericsson Xperia X10
Nokia N8
Si chiude l'era del floppy disk
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-