ILSOLE24ORE.COM > Notizie Tecnologia e Business ARCHIVIO

Carte di credito, ecco come difendersi dalle truffe online

di Luca Salvioli

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
18 agosto 2009
Hacker Usa rubano i dati di 130 mln di carte di credito

Centotrenta milioni di carte di credito rubate. Non era mai successo. Un maxi-furto al quale ha fatto seguito la più grave azione giudiziaria contro la criminalità online messa a segno dalla giustizia americana. Gli interrogativi sono molti, ma si riducono sostanzialmente a quello più caro ai consumatori: è sicuro l'utilizzo delle carte di credito su internet? Dipende. «I sistemi di controllo di oggi mi paiono assolutamente soddisfacenti - dice Gabriele Faggioli, avvocato specializzato in aspetti legali della sicurezza informatica, docente del Mip (Politecnico di Milano) e membro del Consiglio Direttivo del Clusit, associazione italiana per la sicurezza informatica - non conosco casi lontanamente paragonabili a quello americano avvenuti in Italia».

Molto dipende dall'accortezza di chi procede al pagamento. «Il maggiore numero di furti avviene tramite phishing, ovvero mail fasulle che chiedono i dati della carta di credito, oppure sms e telefonate. Occorre la massima prudenza, non si deve mai rispondere a richieste del genere» spiega Miska Repo, responsabile italiano di F-Secure Italia, azienda attiva nella fornitura di sicurezza sotto forma di servizio tramite operatori mobili e internet service provider. «Sul totale delle transazioni fatte online la percentuale dei casi del phishing è minima - aggiunge Faggioli - però l'attività criminale su questo fronte è in crescita. Il che vuol dire che visto da questo versante è un business redditizio».

Al phishing va poi aggiunto lo spyware, ovvero un software maligno che si istalla sul pc, generalmente durante l'installazione di un altro software, e manda a un server esterno i dati sensibili. «L'unica soluzione è avere un buon antivirus e aggiornare frequentemente la propria suite di sicurezza» continua Repo. Non solo. Anche gli aggiornamente del sistema operativo, del browser e dei programmi spesso comportano un adeguamento del grado di allerta del pc. Spesso sono automatici, ma a volta vengono richiesti all'utente e «vanno avviati».

Ha massima importanza, ovviamente, il sito sui cui avviene la transazione. «Bisogna utilizzare siti noti e sicuri». Come si riconoscono? «Bisogna verificare che nella parte inferiore della pagina, sulla destra, ci sia un lucchetto. E che la url del sito inizi con "https". La "s" sta per security», aggiunge Repo. ccorre inoltre guardare che il sito riporti un numero di telefono ed un indirizzo fisico. Se il sito possiede solo l'indirizzo e-mail e il numero di cellulare è meglio diffidare. Infine, per quanto possa sembrare banale, «è importante consultare di frequente il proprio conto corrente online» per vedere se le transazioni corrispondono a quelle effettive o se ci sono delle anomalie. Le banche offrono la possibilità di avere un aggiornamento via sms per ogni spesa con carta di credito, arriva in pochissimi secondi.

Nel caso in cui il consumatore abbia rispettato tutte queste condizioni ma rimanga lo stesso vittima dell'azione di pirati informatici particolarmente audaci, i soldi vengono restituiti? «Si può ipotizzare una responsabilità della società che si vede sottrarre i dati - risponde Faggioli -. Nel caso della normativa italiana, se viene dimostrato che il sito non rispetta le misure "minime" di sicurezza può esserci una responsabilità penale. Più probabile la responsabilità civile. Se vengono chiesti i danni la società deve dimostrare che le misure di sicurezza messe in atto non solo erano quelle minime richieste dalla legge, ma anche "idonee". In caso contrario deve rimborsare i clienti truffati».

18 agosto 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
7 MAGGIO 2010
7 MAGGIO 2010
7 MAGGIO 2010
7 maggio 2010
 
L'Italia vista dal satellite
La domenica di sport
Sony Ericsson Xperia X10
Nokia N8
Si chiude l'era del floppy disk
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-