ILSOLE24ORE.COM > Notizie Cultura e Tempo libero ARCHIVIO

I Simpson: tutta la verità, nient'altro che la verità

B.S.

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
5 ottobre 2007


Tutto quello che non sapevate sui Simpson e che Homer di certo non capirebbe. Ecco cos'è "I Simpson- Il ventre onnivoro della tv postmoderna" a cura di Corrado Peperoni (ed. Bulzoni Editore pagg. 287- 20,00 €). Ricercatore presso il Dams di Roma Tre, dedica un'insieme di saggi alla famiglia più disfunzionale d'America, per evidenziarne l'importanza e la carica di rottura persino nel proprio mondo (il suo nichilismo radical va in onda da 20 anni nella destrorsa Fox). La guerra dei Roses? Danny De Vito, di Homer, ha solo la stazza fisica. Little Miss Sunshine? Nonno Abraham fa sembrare l'Alan Arkin eroinomane ultrasettantenne un'educanda. Bart riderebbe di loro, imponendogli di ciucciarsi il calzino. Peperoni mette insieme un piccolo gioiello: la sua premessa, unita al capitolo in cui ci presenta il marchio Simpson, kolossal economico prima che televisivo, sono un bell'esempio di analisi politica, sentimentale, economica. Con lui in squadra molte donne. Se Homer deve tutto a Marge e molto a Lisa e persino alla piccola Maggie, Corrado deve ringraziare le "sue" donne (sono sei, giovanissime, da Federica Bologna a Manuela Marziali passando per Silvia Moras). Ispiratore e allenatore, a differenza del capofamiglia Simpson, probabilmente non se n'è stato sul divano a bere Duff e produrre rumori di ogni genere e sorta, ma ha coordinato un'agguerrita squadra (non di calcio anche se sono 11) di ricercatori molto acuti. Dei Simpson, oltre al giallo della loro pelle, ne han dette di tutti i colori: meno male che questa famiglia è quasi del tutto analfabeta e non potrà offendersi. Con la stessa capacità iconoclasta della serie smontano strutture narrative, simboli, archetipi e stereotipi per mostrarcene i segreti e, forse, anche i difetti. Non a caso ha in copertina Bart che nuota nudo sott'acqua all'inseguimento di un dollaro... come l'ormai "storico" bambino dei Nirvana. Economia, esegesi, politica, sociologia, femminismo (dolcissimo e acuto il parallelo sbilenco Jane Austen- Matt Groening, e quindi Isabel- Marge), analisi mediatica e persino medianica, in questo libro c'è tutto. Tranne, forse, la zoofilia del suo protagonista. Cani, gatti, scimmie, cavalli, maiali, aragoste (la mitica Pizzicotta!): tutte le specie animali hanno occupato un posto bizzarro nel cuore di questi terribili uomini gialli, novelli Noè. L'unico "doh!", per dirla alla Homer, viene dal prezzo. Ma resistete alla tentazione di rimpinzarvi di birra, donuts, burro d'arachidi e hamburger e divertitevi in questo viaggio a Springfield. Bilglietto di sola andata!

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
7 maggio 2010
 
Aguilera ambasciatrice contro la fame
La consegna dei David di Donatello
Man Ray a Fotografia Europea
Elegante e brutale. Jean-Michel Basquiat alla Fondation Beyeler di Basilea
"World Press Photo 2010". Fotografie di autori vari
 
 
dal 21 al 24 Maggio 2020
1 Gli anni più belli 4822786   
2 Bad Boys for Life 882212   
3 Il richiamo della foresta 680273   
4 Parasite 5142949   
5 Sonic. Il film 2194723   
6 Odio l'estate 7339961   
7 Cattive acque 263009   
8 La mia banda suona il pop 240521   
9 Dolittle 4522635   
10 Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) 348839   
tutti i film nelle sale » tutti i dettagli »

Trovo Cinema

Scegli la provincia
Scegli la città
Scegli il film
Tutti i film
Scegli il cinema
Tutti i cinema
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-