ILSOLE24ORE.COM > Notizie Cultura e Tempo libero ARCHIVIO

La factory napoletana di Largo Baracche debutta a Villa Pignatelli

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
23 gennaio 2009

Terraemotus femminileL'arte di frontiera, che ancora si nutre di esperienze estreme e non teme di «sporcarsi le mani» con contesti umani e sociali borderline debutta in società. E così Largo Baracche, la sperimentale factory artistica di Napoli situata nella complessa quanto stimolante cornice dei Quartieri Spagnoli, entra dall'ingresso principale al Museo Pignatelli Cortes, uno dei «salotti buoni» dell'arte in città.
Si intitola molto efficacemente «Chiamata all'arte» il primo evento che caratterizza il calendario 2009 degli artisti di Largo Baracche, spazio espositivo e vero e proprio laboratorio attivo nel «ventre» della metropoli partenopea. L'iniziativa, secondo le intenzioni degli organizzatori, mira a mostrare a un pubblico il più ampio ed eterogeneo possibile che si può lavorare in contesti difficili utilizzando la cultura e l'arte come mezzi di recupero e riqualificazione territoriale, interagendo con quelle emergenze sociali di cui Napoli, nel corso della sua tormentata storia, ha sempre sofferto. Il primo passo, l'anno scorso, è consistito nell'attivazione di un workshop curato da un fotografo francese abituato a lavorare in realtà a rischio, Nicolas Pascarel, con i ragazzi dei Quartieri Spagnoli, in molti casi drop-out. Un altro importante esperimento, documentato dalla mostra di Villa Pignatelli, si è rivelato poi «Terraemotus Femminile», laboratorio artistico con le donne della zona, realizzato dall'artista australiana Virginia Ryan che ha prodotto un'opera composta da molteplici ricami su tessuto. Il progetto «Chiamata all'arte» punta, inoltre, a dare spazio ai giovani artisti partenopei tra i quali spiccano Davide Arpaia, Celesta Bufano, Corrado La Mattina, Kaf, Elpidio Ziello. Il tutto senza trascurare nomi illustri dell'arte contemporanea che comunque, in questi tre anni, hanno in qualche modo collaborato con l'ensemble di Largo Baracche: dal padre dell'Arte Povera Jannis Kounellis a Krzysztof Bednarki, da Enzo Cucchi, a Baldo Diodato, Roberto Paci Dalò e Nino Longobardi, fino ad arrivare a Francesca Magnani, Annalisa Pintucci, Pino Pipoli ed Ernesto Tatafiore.

AA. VV.
«Chiamata all'Arte»
Napoli, Museo Pignatelli Cortes, dal 17 Gennaio al 14 Febbraio 2009
Per informazioni:
www.largobaracche.org

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
7 maggio 2010
 
Aguilera ambasciatrice contro la fame
La consegna dei David di Donatello
Man Ray a Fotografia Europea
Elegante e brutale. Jean-Michel Basquiat alla Fondation Beyeler di Basilea
"World Press Photo 2010". Fotografie di autori vari
 
 
dal 5 al 8 Dicembre 2019
1 Frozen 2 - Il segreto di Arendelle 7674954   
2 Un giorno di pioggia a New York 1240439   
3 Cetto c'è, senzadubbiamente 4116785   
4 L'ufficiale e la spia 2220924   
5 Midway 623213   
7 Le ragazze di Wall Street - Business i$ Business 4328009   
8 Parasite 1604608   
9 Il Peccato 136808   
10 Countdown 591343   
tutti i film nelle sale » tutti i dettagli »

Trovo Cinema

Scegli la provincia
Scegli la città
Scegli il film
Tutti i film
Scegli il cinema
Tutti i cinema
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-