ILSOLE24ORE.COM > Notizie Cultura e Tempo libero ARCHIVIO

Il criptoportico all'ambasciata americana

di Donata Marrazzo

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
21 maggio 2009
Galleria fotografica

Un ambulacro affrescato si spalanca nei sotterranei di Villa Boncompagni Ludovisi, sede dell'Ambasciata degli Stati Uniti d'America a Roma, all'interno degli Horti Sallustiani, il parco monumentale più grande della Città Eterna. Il criptoportico, luogo di passeggio e di sosta, fu rinvenuto nel 1949 durante i lavori di costruzione di un garage nella zona compresa tra via Lucullo e via Friuli. Solo quarant'anni dopo l'archeologa Silvia Festuccia ha iniziato gli scavi per verificare il reale sviluppo planimetrico del sito e oggi si è conclusa l'accurata ricerca sui graffiti presenti lungo le pareti della costruzione, con la pubblicazione del volume Unexpected voices edito da Olof Brand, membro dell'istituto pontificio di Archeologia Cristiana. Il progetto di ricerca è nato da una collaborazione tra l'Ambasciata americana e l' Istituto svedese di studi classici a Roma per i quali la ricercatrice Anna Holst Blennow, dell'università di Gothenburg, ha eseguito le indagini sui graffiti.

La visita al criptoportico, risalente alla fine del I secolo dopo Cristo, inizia dalla galleria centrale, le cui pareti sono ricoperte da affreschi con decorazioni a pannelli di età antonino severiana: il giallo, il rosso, figure maschili, femminili, Pegaso ed elementi fitomorfi (tralci di edera, di vite, il bastone di Dioniso, foglie di acanto). Gli interventi sugli affreschi sono stati eseguiti dai restauratori d'arte Cristina Vazio e Adriano Luzi. Sullo sfondo chiaro risultano evidenti i graffiti del III secolo dopo Cristo: in uno è raffigurata una croce monogrammatica, la scritta martyr, il nome Adraste e una serie di lettere che formano parole difficili da distinguere.

Identificabile un disegno a carboncino che raffigura un carro con Dioniso e Arianna, copia del bassorilievo di un sarcofago presente nella basilica di Santa Maria Maggiore, spostato poi da Sisto V. E un cacciatore mitico (Meleagro?) o una divinità (Apollo?) in atteggiamento di riposo sulla volta di uno dei due ambiente individuati in fondo alla galleria.

Unexpected Voices
The graffiti in the Cryptoporticus of the Horti Sallustiani Edited by Olof Brandt
Pag.189
Acta Instituti Romani Regni Sueciae, Series in 4°, LIX
Info: http://rome.usembassy.gov/english/

21 maggio 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio
L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.


 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
7 maggio 2010
 
Aguilera ambasciatrice contro la fame
La consegna dei David di Donatello
Man Ray a Fotografia Europea
Elegante e brutale. Jean-Michel Basquiat alla Fondation Beyeler di Basilea
"World Press Photo 2010". Fotografie di autori vari
 
 
dal 12 al 15 Settembre 2019
1 Spider-Man: Far From Home 8423323   
2 Serenity - L'isola dell'inganno 389190   
3 Edison - L'uomo che illuminò il mondo 385704   
4 Toy Story 4 5114389   
5 Annabelle 3 3045153   
6 Birba - Micio combinaguai 86541   
7 Domino 300161   
8 Aladdin 15204220   
9 Pets 2 - Vita Da Animali 3498645   
10 Nureyev. The White Crow 676636   
tutti i film nelle sale » tutti i dettagli »

Trovo Cinema

Scegli la provincia
Scegli la città
Scegli il film
Tutti i film
Scegli il cinema
Tutti i cinema
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-