ILSOLE24ORE.COM > Notizie Cultura e Tempo libero ARCHIVIO

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
6 novembre 2009




Alza la testa
Alessandro Angelini di meriti ne ha tanti, eppure ha fatto solo due film di finzione. Uno è quello d'aver dato al cinema il talento a lungo trascurato e "lasciato" al teatro dell'eccellente Giorgio Colangeli, padre sbagliato nel suo esordio L'aria salata, l'altro è l'averci dato un cinema realista e ruvido che l'Italia non conosce bene. Un cinema maschile ma non maschilista, in cui gli uomini, colti nei loro rapporti primari (quello padre-figlio in particolare), si svelano in una fragile forza spesso commovente e imperfetta. E Angelini è bravo con la macchina da presa, sa dirigere gli attori, ha ritmo nell'unire immagini, parole, visi, fatti. Ecco perché Alza la testa è allo stesso tempo conferma e delusione. Il pugile fallito Sergio Castellitto (5 match da dilettante) cresce il figlio (Gabriele Campanelli, buona la prima) nel mito della boxe, come strumento di riscatto sociale e morale di entrambi, che soffrono la mancanza struggente e goffamente negata della moglie e della madre, sopravvivono in un rapporto morboso, tenero, rabbioso. Cinquanta minuti vanno via resistendo a un doloroso colpo di scena, il film è d'alto livello, Angelini è potente ed essenziale come nel film precedente. Poi, una scelta di sceneggiatura ben precisa assomma in circa mezz'ora ben quattro colpi di scena e grandi temi troppo ingombranti: donazione d'organi, identità sessuale, immigrazione clandestina e una madre che rinasce. Troppo per un sol uomo e per un solo film. Angelini vuole stupire a tutti i costi oppure non si fida del suo eccellente materiale, e sconfina in una storia che all'estetica realista unisce colpi di scena ben poco credibili. Un gran peccato, Castellitto era in ottima forma ed è mancato "solo" il guizzo finale.
Voto: 5 ½

Alza la testa
Regia: Alessandro Angelini; Sceneggiatura: Alessandro Angelini, Angelo Carbone, Francesca Marciano; Fotografia: Arnaldo Catinari; Montaggio: Massimo Fiocchi; Scenografia: Alessandro Marrazzo; Costumi: Daniela Ciancio; Musica: Luca Tozzi; Produzione: Bianca Film, Rai Cinema, Alien Produzioni; Distribuzione: 01 Distribution; Interpreti: Sergio Castellitto, Gabriele Campanelli, Anita Kravos, Duccio Camerini, Augusto Fornari, Giorgio Colangeli; Origine: Italia; Anno: 2009; Durata: 86'.

Sito italiano
6 novembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio


L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER   
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
   
 
 
 

-UltimiSezione-

-
-
7 maggio 2010
 
Aguilera ambasciatrice contro la fame
La consegna dei David di Donatello
Man Ray a Fotografia Europea
Elegante e brutale. Jean-Michel Basquiat alla Fondation Beyeler di Basilea
"World Press Photo 2010". Fotografie di autori vari
 
 
dal 21 al 24 Maggio 2020
1 Gli anni più belli 4822786   
2 Bad Boys for Life 882212   
3 Il richiamo della foresta 680273   
4 Parasite 5142949   
5 Sonic. Il film 2194723   
6 Odio l'estate 7339961   
7 Cattive acque 263009   
8 La mia banda suona il pop 240521   
9 Dolittle 4522635   
10 Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn) 348839   
tutti i film nelle sale » tutti i dettagli »

Trovo Cinema

Scegli la provincia
Scegli la città
Scegli il film
Tutti i film
Scegli il cinema
Tutti i cinema
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-