Promossi&Bocciati di Crotone-Napoli

* Goal.com *

Giampaolo e Sedivec: Sono stati loro gli artefici del trionfo calabrese, capaci in neanche venti minuti di bucare per due volte una delle tre difese meno battute del campionato. I difensori del Napoli sembrano giganti, loro folletti imprendibili. Voto 7Calaiò: Escluso a sorpresa dall’undici titolare a vantaggio di Bucchi, Reja gli chiede aiuto nella ripresa e lui non si tira indietro ma sbatte per ben due volte nel giro di pochi secondi sul palo alla sinistra di Pagotto. Oscar della sfortuna per lui. Voto 6,5Baù: Sulla fascia destra semina tanto scompiglio al punto da costringere Rullo già alla fine del primo tempo a chiedere un’aspirina per il mal di testa. Da antologia il colpo dello scorpione con il quale mantiene in campo un pallone destinato al fallo laterale. Voto 6,5Iezzo: Incolpevole in occasione delle reti di Sedivec e Giampaolo, riesce a mantenere in vita la partita nella ripresa opponendosi da campione al diagonale a botta sicura del solito Sedivec. Voto 6,5Fusco: Da vecchio cuore granata il difensore salernitano avrà gioito doppiamente per la vittoria sul Napoli. La sua è stata una partita pressoché perfetta anche se il fantasma di Bucchi gli ha agevolato il compito. Decisiva nel primo tempo una sua chiusura su un tiro a botta sicura di De Zerbi. Voto 6,5De Zerbi: Pericoloso solamente sui calci da fermo conferma di non attraversare un buon periodo di forma non riuscendo praticamente quasi mai a saltare l’uomo. Ha il merito di calciare la punizione dalla quale scaturisce l’autogol di Zamboni. Voto 5,5Zamboni: Sfortunato nell’occasione dell’autogol che riapre la partita ma troppo approssimativo in molte altre circostanze dove sarebbe servita maggiore efficacia. Voto 5,5La difesa del Napoli: Le leggerezze di Giubilato e Maldonado spianano la strada a Giampaolo e Sedivec in occasione dei gol del Crotone. Paradossalmente il rientro dei titolari dalla squalifica anziché rafforzare il reparto lo ha indebolito. Voto 5Reja: La scelta di spostare Domizzi a centrocampo per inserire il lento Giubilato in difesa si è rivelata un clamoroso autogol, visto che alla vigilia della partita era proprio la velocità degli attaccanti calabresi a preoccupare il tecnico. Lascia molte perplessità anche la decisione di preferire Bucchi a Calaiò dall’inizio. Voto 5Bucchi: In novantaquattrominuti si segnala solamente per le proteste reiterate nei confronti di Messina colpevole secondo lui di fischiargli sempre contro e a torto. Nella ripresa riesce anche a togliere dai piedi di De Zerbi un pallone d’oro girandolo debolmente di testa tra le braccia di Pagotto. Oggi non è stato mai pericoloso. Voto 4,5Il colpo dello scorpione di Baù: Il gesto tecnico più interessante della partita lo produce l’ala destra del Crotone che riesce a mantenere in gioco un pallone destinato al fallo laterale con il colpo dello scorpione. Per intenderci il colpo tanto caro al portiere colombiano Higuita e all’ex attaccante messicano del Real Madrid Hugo Sanchez. Voto 10 e lodeLa cabala e l’imbattibilità persa: Il Napoli perde l’imbattibilità dopo diciotto risultati utili consecutivi. Ci saranno rimasti male i superstiziosi che avevano previsto la debacle azzurra già nel turno precedente contro il Vicenza. Voto 4Francesco Gaudio