Parma-Messina 4-1: Un super Rossi stende un Messina ormai in vacanza

* Goal.com *

Un Parma troppo forte quello di oggi che ha surclassato di goal il retrocesso Messina. Troppe differenze sia tecniche che di motivazioni quelle tra i ducali ed i siciliani ormai allo sbando. Con questi tre punti il Parma si porta a quota 38 e dunque a più due sulla terz’ultima posizione. Il tecnico dei ducali Claudio Ranieri si gioca il tutto per tutto in questa partita e dunque schiera in un classico  4-4-2 con il recuperato Budan a far coppia in avanti con Giuseppe Rossi. A centrocampo a spuntarla sono Parravicini e Grella che agiranno accanto a Gasbarroni e Muslimovic, mentre la difesa è la stessa che domenica scorsa è uscita battuta dal Bentegodi contro il Chievo. Bruno Bolchi, in piena emergenza per i troppi infortunati, si affida al resto della rosa a sua disposizione. Dunque spazio a Morello al centro della difesa, al posto dell’acciaccato dell’ultima ora Zoro, ed a D’Aversa a centrocampo, che ritorna dopo la squalifica. In avanti l’unica punta sarà Rigano. Quindi solo panchina per Di Napoli. I padroni di casa partono subito forte e già al 4’ sfiorano il vantaggio con Muslimovic la cui girata esce di poco a lato. Il Parma ha l’obbligo di far sua l’intera posta in palio e dunque mette alle corde il Messina che non riesce a superare la propria metà campo. Al 17’ ancora Parma vicino al goal con il portoghese Couto che di testa manda la palla sul palo. Ma al 23’ arriva il sospirato quanto meritato goal del vantaggio con il giovane  bomber Giuseppe Rossi che s’invola da centrocampo verso la porta avversaria e appena entrato in area supera Paoletti con un perfetto diagonale. Il Messina non riesce ad opporre resistenza e sei minuti dopo capitola per la seconda volta quando Muslimovic fa partire un tiro dal limite d’area che, grazie anche alla complicità di Paoletti, finisce in rete. Il Messina dimostra di essere già in  vacanza  e dopo 120’’ subisce la terza rete con Rossi che da pochi passi mette in rete un perfetto assist di Budan. Il Messina è proprio in bambola ed al 34’ subisce il poker con Gasbarroni che mette in rete a porta sguarnita.  Gli ospiti si fanno vedere in avanti per la prima volta al 39’ quando D’Aversa con un tiro dalla distanza scalda i guanti all’inoperoso Bucci. Nella ripresa la gara assume i connotati di una vera e propria amichevole ma comunque le due squadre cercano di onorare al meglio l’impegno. Al 52’ il Messina si rende pericoloso con Cristian Riganò il cui colpo di testa esce di poco a lato. Al 60’ il nuovo entrato Paponi sfiora la rete con un colpo di testa su calcio d’angolo, ma il pallone sfiora di poco il palo. A quel punto inizia il valzer delle sostituzioni e dunque dentro Alvarez e De Vezze per i deludenti Masiello e Lavecchia. In precedenza per il Parma erano entrati Ferronetti, Paponi e Dessena per Couto, Rossi e Budan. In questo periodo la partita diventa un tantino noiosa con le due squadre che iniziano a non giocare più e quindi viene a mancare lo spettacolo. Al 77’ clamorosa occasione per i siciliani con Alvarez che a porta sguarnita spara alto sopra la traversa, questo a dimostrazione della disastrosa annata del Messina. Ma all’ 87’ arrivava il goal della bandiera per il Messina realizzato dal bomber Riganò che con un tunnel di pregevole fattura bucava bucci. L’incontro finiva in pratica qui. Dunque grande festa sugli spalti del Tardini.Antonio D'AgataTABELLINOPARMA-MESSINA  4  - 1MARCATORI: al 23’ e al 31’ Rossi, al 29’ Muslimovic, al 34’ Gasbarroni, all’87’ Riganò.PARMA (4-4-2): Bucci 6, Coly 6 , Paci 6, Couto 6,5 (al 46’ Ferronetti 5,5 ), Castellini 6, Parravicini 5,5, Gasbarroni  6,5, Muslimovic 6,5, Grella 6, Rossi 7,5 (al 52’ Paponi  6 ), Budan 6 (al 66’ Dessena  6) ALLENATORE: Claudio Ranieri 7 .MESSINA (4-5-1 ): Paoletti 4, Zanchi 5, Morello 4,5, Candela  5, Giallombardo  5, Lavecchia 5 (al 65’ Alvarez  4), Pestrin 5,5 , D’Aversa 6, Masiello 5 (al 65’ De Vezze 5), Parisi  4 (all’80’ Ghomsi s.v), Riganò  5. ALLENATORE: Bruno Bolchi  5 .ARBITRO: Gava di Conegliano Veneto  6  AMMONITI: Pestrin, Grella, Morello, Zanchi