ECONOMIA &LAVORO

 
 
 
 
HOME DEL DOSSIER

I marchi

NIVEA

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
26 AGOSTO 2009

La passione per le lingue classiche conservata in laboratorio. Era il dicembre 1911 e il dottor Oscar Troplowitz aveva appena usato una composto di nome Eucerit, scoperto in campo medico come base degli unguenti, per creare una crema cosmetica. Una crema candida che permetteva alle donne di mantenere sempre una pelle color alabastro, secondo i canoni di bellezza dell'epoca. La Beiersdorf, azienda di Amburgo che Troplowitz aveva acquistato dal suo fondatore Paul C. Beiersdorf, produceva nastri adesivi, gessi medici, fasce adesive. La crema cambiò il corso. Troplowitz, con un bagaglio di studi umanistici come tanti giovani di buona famiglia, si attenne al costume di dare nomi latini ai prodotti farmaceutici. La crema "bianca come la neve" (niveus, nivea, niveum) divenne Nivea. Un prodotto che poteva essere conservato per lunghi periodi: non irrancidiva come gli altri in circolazione e ottenne infatti un successo immediato. Piaceva alle donne austroungariche, alle donne inglesi, a quelle tedesche: in un anno e mezzo si vendettero 450mila confezioni. Le prime erano in latta gialla con decorazioni di viticci verdi, stile Art Nouveau. I colori blu e bianco arrivarono nel 1924, quando il marchio si rifece il look: nelle pubblicità vennero abbandonate le eleganti signore in ambienti casalinghi; si preferirono donne illuminate dalla luce del sole. La latta blu con il logo Nivea in bianco fece la sua comparsa nel 1925, ma la crema piaceva così tanto che fin dagli anni '30 in molti cominciarono a contraffarla. Non piacque ai nazisti, che la chiamavano "crema degli ebrei", perché ebreo era il presidente del consiglio di amministrazione della società Beiersdorf. Inutile dire che le "pressioni" portarono all'azienda un nuovo padrone e alla caduta del nazismo la società tedesca si ritrovò in molti paesi a non avere i diritti del marchio Nivea, in mano a diversi proprietari locali. Beiersodrf cominciò a riacquisirli tutti fino a completare l'opera negli anni ‘90. E "candidi come la neve" arrivarono sul mercato di massa anche i prodotti per gli uomini.

26 AGOSTO 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio

L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
 
 
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-