ECONOMIA &LAVORO

 
 
 
 
HOME DEL DOSSIER

I marchi

Il Sole 24 Ore, il principale giornale politico economico e finanziario

di Dario Aquaro

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
8 settembre 2009

All'appuntamento arrivarono per strade diverse. Quando "Il Sole" e "24 Ore" si incontrarono, il 9 novembre 1965, il primo aveva da poco compiuto cent'anni. Un secolo da quel primo agosto 1865, quando nacque per iniziativa del commerciante di sete Gaetano Semenza: grande formato e la dicitura «giornale agricolo-commerciale-industriale». "Il Sole"? Sì, perché «per tutti splende», come recitava il motto che accompagnò la testata fino al 1886. «Deve illuminare e scaldare la libertà. E' per questo – scriveva il giornale - che si vede in testa il vecchio proverbio francese: "Le soleil luit pour tout le monde", per indicare che nella moderna società vi sono vantaggi ai quali tutti gli individui hanno il diritto di partecipare». Metà commerciale, metà politico, "Il Sole" era espressione del liberalismo progressista lombardo, sempre pronto a ospitare pareri diversi o contrastanti e offrirsi quale tribuna di confronto. Invocava "desiderate armonie tra capitale e lavoro", salutò con entusiasmo nel 1906 la costituzione della Lega Industriale di Torino, la prima associazione industriale territoriale, e seguì con interesse quattro anni dopo la nascita della Confederazione dell'Industria, che nel 1952 avrebbe rilevato la proprietà del giornale stesso.

Dal 1946 "Il Sole" vide la concorrenza del "24 Ore", quotidiano fondato il 12 settembre, giorno in cui riapriva la Fiera di Milano, un messaggio per dire che il mondo economico e imprenditoriale milanese era pronto a lavorare per la ripresa economica. Il nuovo giornale scelse una carta color salmone, appena più costosa, ma più facile da procurare ed efficace per distinguersi; ampia apertura europeista, temperamento laico e liberale, si muoveva nel solco della cultura einaudiana, lungo una linea di informazione più combattiva di quella del "Sole": «L'economia non è materia di ideologie né di fedi politiche, è materia di fatti». Il "24 Ore" accompagnò la rinascita italiana, paladino di una lunga battaglia per la modernizzazione dello stato che lo portò a scontrarsi spesso con gli interessi del mondo industriale. Negli anni Sessanta proprio la Confindustria ne acquistò la maggioranza. "Il Sole" e "24 Ore" avevano ormai la stessa proprietà e una linea politica quasi coincidente; dividevano lo stesso bacino di lettori e insieme cercarono il rilancio: il matrimonio del 1965, da cui nacque "Il Sole 24 Ore", era nell'ordine delle cose. Un matrimonio che ha portato il più antico giornale di Milano ancora in circolazione, quel «giornale agricolo-commerciale-industriale» fondato a pochi anni dall'Unità d'Italia, a diventare il principale quotidiano «politico economico finanziario» del paese.

8 settembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio

L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
 
 
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-