ECONOMIA &LAVORO

 
 
 
Dossier 2e4 Ruote
Speciale Ginevra 2009
 
HOME DEL DOSSIER
Salone di Ginevra
Le auto, i nuovi modelli
I numeri del mercato
Moto e scooter, novità in sella
L'industria, i protagonisti e i trend
La tecnologia, come cambia l'auto
I grandi saloni internazionali

Bastano tre minuti per sostituire la batteria esaurita

di Massimo Di Nola

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
13 ottobre 2008

Auto elettrica? Secondo la soluzione proposta dalla Better Place di Palo Alto (California), il progetto automobilistico forse più innovativo e radicale avviato nel mondo non ci sarà bisogno di salti. Basterà cambiare approccio partendo dalla ricarica, come per i telefonini invece che dall'auto. Un gestore specializzato installerà migliaia di prese elettriche in abitazioni, garage, parcheggi. Ma anche centinaia di stazioni di servizio non presidiate dove gli automobilisti potranno cambiare, in pochi minuti, la batteria che si sta esaurendo per sostituirla con una nuova. Promotore dell'iniziativa è Shai Agassi, ex top manager di una delle maggiore software house mondiali. Ha 39 anni ed è riuscito a coionvolgere il gruppo Renault e lo Stato israeliano. Trattative sono avviate anche con le amministrazioni di Los Angeles e con lo Stato delle Hawaii.

Funzionerà? Lo sapremo presto: nel 2009 Renault metterà a disposizione alcune centinaia di prototipi e saranno aperte le prime stazioni di cambio batterie in Israele. La crescita sarà graduale, ma già nel 2011 copriranno quasi tutto il territorio. I soldi non mancano. Agassi ha raccolto attorno alla sua iniziativa circa 200 milioni di dollari da diversi partner finanziari, tra cui il principale gruppo privato israeliano (Ofer).

Per promuovere l'iniziativa il Governo (su proposta del presidente Shimon Perez e del l'ex primier Olmert) ha già ridotto a zero la tassa sull'immatricolazione di veicoli elettrici (per le normali vetture è del 70%). Il sistema sta trovando partner anche in Danimarca: in marzo Dong Energy ha siglato un accordo con Best Energy per avviare una rete di ricarica che utilizzerà i surplus prodotti dalle centrali eoliche del Paese e non assorbiti nelle ore di basso consumo. Anche Copenghagen dovrebbe sostenere l'iniziativa riducendo drasticamente per le auto elettriche l'esosa tassazione (180%) sulle immatricolazioni.

Better Place prevede un nuovo protagonista: l'Electric recharge grid operator (Ergo) che fornirà diverse forme di "abbonamento" (a forfait, a consumo, con smart card di ricarica eccetera) incluse le batterie ed eventualmente la vettura. Il cambio delle batterie potrà essere effettuato automaticamente (in circa tre minuti) nelle apposite stazioni, mentre la ricarica (da 4 a 6 ore) potrà avvenire in posteggi, abitazioni private eccetera.

Renault sta mettendo a punto le vetture di derivazione Laguna e Mégane. I primi 50 esemplari saranno pronti a fine anno. Un sistema intelligente a bordo macchina indicherà lo stato di carica delle batterie, prevedendo i consumi in base allo stile di guida del conducente. Segnalerà anche le stazioni di servizio più vicine, prenotando l'operazione richiesta. Le batterie (a ioni di litio) saranno prodotte in joint venture da Nissan e Nec e avranno un'autonomia di 100/120 km.

RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio

L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
 
 
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-