ITALIA

 
 
 

 
HOME DEL DOSSIER

21 Marzo 2010

20 Marzo 2010

19 marzo 2010

18 Marzo 2010

17 Marzo 2010

12 Marzo 2010

11 Marzo 2010

10 Marzo 2010

9 Marzo 2010

8 Marzo 2010

7 Marzo 2010

6 Marzo 2010

4 Marzo 2010

3 Marzo 2010

2 Marzo 2010

1 Marzo 2010

28 Febbraio 2010

27 Febbraio 2010

26 Febbraio 2010

25 Febbraio 2010

24 Febbraio 2010

23 Febbraio 2010

20 Febbraio 2010

19 Febbraio 2010

18 Febbraio 2010

17 Febbraio 2010

16 Febbraio 2010

14 Febbraio 2010

13 Febbraio 2010

12 Febbraio 2010

11 Febbraio 2010

10 Febbraio 2010

9 Febbraio 2010

8 Febbraio 2010

7 Febbraio 2010

6 Febbraio 2010

5 Febbraio 2010

Paesi a fiscalitÓ privilegiata: il contribuente innanzi tutto

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
6 febbraio 2010

Ha prevalso il rispetto per il contribuente nella scelta dell'amministrazione finanziaria di applicare da quest'anno le nuove regole sulle controllate estere in paesi a fiscalitÓ privilegiata, previste nel 2009. Dopo mesi di riflessione, l'agenzia delle Entrate ha ieri ufficializzato la presa di posizione a favore dei contribuenti che, da quest'anno, appunto, dovranno dimostrare un interesse economico reale alla base dell'insediamento in un paese black list. In questi giorni i segnali di tale linea si erano moltiplicati, in quanto i modelli di dichiarazione per il 2009 – come segnalato dal Sole 24 Ore – non registrano le nuove regole.
Tuttavia, la conclusione non era scontata, visto che per mesi si Ŕ disputato un braccio di ferro. Da una parte chi – come Il Sole – ha sempre affermato la necessitÓ di rispettare lo Statuto dei contribuenti, in particolare il principio che i cambiamenti in ambito fiscale non possono essere introdotti per il passato. Dall'altra, c'Ŕ chi ha speso argomenti a favore del giro di vite subito, fin dal 2009, anche per ragioni di gettito. Alla fine hanno prevalso il rispetto per il contribuente e per le regole: una buona carta per un'agenzia delle Entrate che vuole fondare il rapporto con il contribuente sul rispetto e l'autorevolezza, non sull'autoritarismo.

6 febbraio 2010
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio

L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
 
 
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-