ITALIA

 
 
 

 
HOME DEL DOSSIER

9 dicembre 2009

8 DICEMBRE 2009

7 dicembre 2009

6 dicembre 2009

5 dicembre 2009

4 dicembre 2009
03 dicembre 2009
2 dicembre 2009
1 DICEMBRE 2009
30 novembre 2009
29 novembre 2009
28 novembre 2009
27 novembre 2009
26 Novembre 2009
25 novembre 2009
24 novembre 2009
23 novembre 2009
22 novembre 2009

21 novembre 2009

20 novembre 2009

19 novembre 2009
18 novembre 2009
17 novembre 2009
16 novembre 2009
15 novembre 2009
14 novembre 2009
13 novembre 2009
12 novembre 2009
11 novembre 2009
10 NOVEMBRE 2009
9 NOVEMBRE 2009
8 Novembre 2009
7 novembre 2009
6 novembre 2009
5 novembre 2009
4 Novembre 2009
3 novembre 2009
2 novembre 2009

Un fossato giÓ difficile da colmare

di Gigi Garanzini

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
1 novembre 2009

Sette punti di vantaggio sono tanti dopo undici giornate. Davvero tanti. Soprattutto per come sono maturati in questi ultimi 4 giorni.
Mercoledý la Juve aveva schiantato la Sampdoria, la sera dopo l'Inter aveva prima disintegrato il Palermo e poi rischiato di farsi addirittura raggiungere. Sembrava lanciato una volta per tutte il testa a testa, e invece la Juve Ŕ caduta contro il Napoli dall'alto di due gol di vantaggio. Un grande Napoli, questo va detto, che giÓ non meritava lo svantaggio, ma in pi¨ ha avuto il merito di ribellarsi e di rimontare con pieno merito. A quel punto all'Inter non restava che vincere a Livorno per scavare un fossato che sin da ora si annuncia assai difficile da colmare. Lo ha fatto senza incantare, con il minimo sforzo, ma lo ha fatto. Anticipando dunque di una giornata la fuga per la vittoria che nelle due ultime stagioni era partita alla 12░.

Non tutto, ma quasi tutto Ŕ accaduto in terra di Toscana questo pomeriggio. A Livorno, come si Ŕ visto, dove i gol di Milito e Maicon hanno lanciato i nerazzurri. A Firenze dove Mascara ha segnato il pi¨ bel gol di giornata, e non Ŕ la prima volta che gli accade, anche se la partita l'ha meritatamente vinta la Fiorentina. A Siena, dove l'arbitro Pierpaoli, fiorentino, ne ha combinate un paio di davvero clamorose.
Prima non ha fatto una piega dinanzi al laziale Siviglia che a forza di strattonare Ghezzal, in piena area, lo ha letteralmente spogliato. Poi ha espulso il portiere Muslera per fallo da ultimo uomo, salvo rimangiarsi il cartellino rosso dopo consulto con l'assistente, facendo addirittura riprendere il gioco con una punizione per la Lazio (ma quando mai?).

E a proposito di Bari, incredibile il finale di Marassi dove i baresi prima hanno sbagliato un rigore, poi si sono visti annullare per fuorigioco un gol regolarissimo. Netto il successo del Cagliari, su un'Atalanta che ha giÓ visto svanire gli effetti della cura-Conte. E sofferto quella della Roma, in rimonta dopo il solito regalo difensivo.

La classifica, a parte l'Inter lass¨, Ŕ molto corta nelle posizioni di rincalzo. A due punti da Juve e Sampdoria c'Ŕ il Milan, che grazie anche alla riscoperta di Borriello Ŕ giÓ rientrato nel gruppo che insegue. La Fiorentina ha ripreso slancio, ma il pi¨ lanciato ha tutta l'aria di essere il Napoli.

1 novembre 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio

L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
 
 
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-