ITALIA

 
 
 
 
HOME DEL DOSSIER
LA SITUAZIONE DEI PRECARI
NOVITA' IN CLASSE

LE PAGELLE ALLA SCUOLA

COSTI PER LE FAMIGLIE

Alla scuola dell'obbligo senza esibire il permesso

di Virginio Villanova

commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci
21 Agosto 2009

Per le prestazioni mediche urgenti o per frequentare la scuola dell'obbligo non serve il permesso di soggiorno.

In generale, lo straniero che entra in contatto con la pubblica amministrazione deve esibire il permesso di soggiorno. Al fine di ottenere il rilascio di licenze, autorizzazioni, iscrizioni e altri provvedimenti di interesse dello straniero comunque denominati (articolo 6 del decreto legislativo 286/98, modificato dalla legge 94/09). Ma non solo.

Nascite
Per registrare una nascita (registro di nascita - registro dello stato civile) non sarà richiesta l'esibizione del permesso di soggiorno. Anche lo straniero in clandestinità potrà registrare presso l'anagrafe comunale la nascita del proprio figlio. Si tratta infatti di dichiarazioni rese a tutela del minore.

Cure mediche urgenti e scuola dell'obbligo
L'esibizione del permesso di soggiorno non è richiesta:

- per le attività sportive e ricreative a carattere temporaneo;
- per le prestazioni sanitarie urgenti, previste dall'articolo 35 del Testo unico sull'immigrazione; - per la frequenza della scuola dell'obbligo.

Per cure ospedaliere urgenti (articolo 35 del Testo unico sull'immigrazione) devono intendersi le cure anche ambulatoriali comunque essenziali, ancorché continuative per malattia o infortunio. Sono sempre garantite la tutela sociale della gravidanza e della maternità, la salute dei minori, le vaccinazioni, gli interventi di profilassi nonché la cura delle malattie infettive.

Per l'accesso alle prestazioni sanitarie diverse da quelle elencate dall'articolo 35 del Testo unico (ad esempio cure odontoiatriche ordinarie, controlli oculistici, eccetera) è necessaria l'esibizione preventiva del permesso di soggiorno al medico in servizio nella struttura ospedaliera. Questi, nei casi di irregolarità, deve segnalare il reato di cui è venuto a conoscenza (condizione di clandestinità del paziente) all'autorità giudiziaria.

Frequenza della scuola dell'obbligo
Agli stranieri minorenni, non in regola con le norme del soggiorno, viene comunque garantito l'accesso alle prestazioni scolastiche obbligatorie.

La legge 296/06 ha portato a dieci anni la frequenza scolastica obbligatoria per i minori di anni diciotto. Il ciclo ordinario di studio si conclude con la frequenza dei primi otto anni di scuola primaria e dei primi due anni di scuola secondaria superiore.

Durante il percorso scolastico obbligatorio, i presidi non potranno richiedere l'esibizione del permesso di soggiorno ai cittadini stranieri che si iscrivono presso i loro istituti. L'iscrizione alle classi successive a quelle della scuola dell'obbligo è consentita esclusivamente agli stranieri in possesso di un regolare permesso di soggiorno. Stessa sorte per gli stranieri minorenni che intendono frequentare corsi che non rientrano nel percorso scolastico obbligatorio (ad esempio, corsi per cuochi, parrucchieri, organizzati anche da istituti non scolastici) o classi successive a quelle previste dalla scuola dell'obbligo. I presidi dovranno controllare i permessi di soggiorno di tutti gli studenti stranieri che si iscrivono alla classe terza della scuola secondaria superiore.

21 Agosto 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio

L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
 
 
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-