DOSSIER

 
 
 
Il gioco dell'estate:
i miti d'oggi
 
HOME DEL DOSSIER
I miti dei lettori

Real estate, cocaina, radio, temperatura, memoria, noia, plastica, passato, offerte speciali, archistar

Pagina: 1 2 di 2 pagina successiva
commenti - |  Condividi su: Facebook Twitter|vota su OKNOtizie|Stampa l'articoloInvia l'articolo|DiminuisciIngrandisci

Real estate
Non ci sono più le stagioni di una volta. Ma l'estate quella c'è sempre.
Tutto l'anno. Siamo circondati da un mondo di real estate. Qualcuno pensa sia una squadra di calcio spagnola, altri un "grande fratello" da
spiaggia. In realtà, ma va? E' la vecchia agenzia immobiliare dietro casa che sembra diventata una holding globale. Così anche un bugigattolo è più chic.
E vista la stagione, magari anche una cabina da mare si può vendere come villetta con tirrenica o adriatica vista. Garantita da Scannapece, anzi Scannapece Real Estate?
Uè! Viva l'estate. Quella vera.
Rino Lombardi

Cocaina
Indifettibile mito d'oggi, polvere bianca, candida neve, cristallo da fumo (declinazione del mito nel più prosaico crack), motore del mondo, nasi rifatti, erezioni a comando, festini nuziali, ministri in sordina, ipocrisia nazionale. Fiorite leggende (autentiche metropolitane?) - le acque del Po, dell'Arno, del Tamigi raccolti i metaboliti urinari ne rivelano un uso quotidiano a chili (pro-capite?), le banconote di grosso taglio positive al 99% all'esame per la sostenza - disegnano un simpatico orizzonte dove tutti aspirano alla pista cangiante (vince chi balla e balla chi vince!), salvo all'uopo scagliare anatemi contro la corsa sociale alla corruzione corrugante il Dio, Patria & Famiglia di nazionale affezione.
Ludovico Verde

La radio: ovvero preghiera in favore dell'amata radio
La radio è come il pomodoro condito con chicchi di sale grosso e mangiato a morsi in quei pomeriggi liquefatti di tanti anni fa. La radio è sapore e suoni d'infanzia e di adolescenza. E' dialogo ed alleanza perfetta far mito e contemporaneità.
Mercoledì 3 luglio 2008. Roma-Firenze in auto. Ascolto radio 3 (o meglio vorrei ascoltarla). Odo un lieve disturbo (all'orizzonte nessuna galleria), seguito da un più rumoroso e deciso grrrr grrr. Poi il nulla.
Superata la fatidica soglia del secondo millennio, ci deve essere una maglia slabbrata da qualche parte se ancora non si riesce ad ascoltare una trasmissione radiofonica del servizio pubblico e nel territorio nazionale, senza modificare (quando va bene) continuamente le frequenze.
Preghiera in favore dell'amata radio: nel caso qualche esperto in materia inciampi in queste righe, potrebbe mettere in agenda questo problema? Sarei oltremodo felice e stupita nel notare che la tecnologia del terzo millennio è capace di avanzare a tal passi da gigante ! Grazie.
Patrizia Tassinari

La temperatura
Si ha sempre qualcosa da dire sul tempo oggi. Ma quanto è caldo/freddo, umido/secco, ventoso/afoso. C'è questa sensazione: per introdurre una conversazione bisogna partire dal meteo quotidiano, mostrandoci esperti climatologhi. Oppure, per perdere il " tempo" e non avendo nient'altro da dirsi, oggi si parla del clima. Come se non accettassimo il fatto che d'inverno bisogna coprirsi perchè caldo non fa, mentre d'estate è meglio stare all'ombra.
Alberto Mattei

Memoria
Territorio politico abitato da molti ricordi e alcuni -a volte tenacissimi- rancori. In una società come la nostra, dominata dalla frenesia di proclamarsi innovativa, la memoria è una grandissima remora. Fa affiorare di continuo le ombre del passato e costringe i leader più al passo coi tempi a inciampare quotidianamente nelle rovine lasciate dal secolo breve e dalle sue ideologie. Negli Usa nessuno chiede a Obama della Baia dei Porci, né a Mc Cain dell'incursione al Watergate. Noi invece ritorniamo sempre lì. Quando va bene a sognare di ripetere gli anni 60, quando va male a temere di ripetere gli anni 80.
Marco Follini

Noia
Incubo di molti, in particolare di quanti hanno a che vedere con la modernità, la velocità e lo spettacolo. La noia è uno spettro che abita i politici di ultima generazione, inducendoli a movimenti frenetici e alle volte un po' scomposti nell'arduo tentativo di conferire vivacità alle proprie persone se non anche alle proprie idee. Decisamente trattasi di mito scaduto, in netto contrasto con lo spirito del tempo. Eppure la coscienza storica segnala che la noia ha prodotto solo innocui sbadigli. Mentre il tentativo di sradicarla dalla cittadella politica è stato all'origine di molti guasti e più di una dittatura.
  CONTINUA ...»

Pagina: 1 2 di 2 pagina successiva
RISULTATI
0
0 VOTI
Stampa l'articoloInvia l'articolo | DiminuisciIngrandisci Condividi su: Facebook FacebookTwitter Twitter|Vota su OkNotizie OKNOtizie|Altri YahooLinkedInWikio

L'informazione del Sole 24 Ore sul tuo cellulare
Abbonati a
Inserisci qui il tuo numero
   
L'informazione del Sole 24 Ore nella tua e-mail
Inscriviti alla NEWSLETTER
Effettua il login o avvia la registrazione.
 
 
 
 
 
 
Cerca quotazione - Tempo Reale  
- Listino personale
- Portfolio
- Euribor
 
 
 
Oggi + Inviati + Visti + Votati
 

-Annunci-