ArtEconomy24

Agostino Bonalumi

  • Abbonati
  • Accedi
In Primo Piano

Agostino Bonalumi (artista)

  • –di Marina Mojana

Nasce a Vimercate (MI) nel 1935, compie studi di disegno tecnico e meccanico. Autodidatta, nel 1948, a tredici anni, espone una personale fuori concorso al Premio Nazionale Città di Vimercate. Nel 1958 si forma il gruppo Bonalumi-Castellani-Manzoni con una mostra alla Galleria Pater di Milano. Seguono altre mostre a Roma, a Milano e a Losanna. Nel 1961 alla Galleria Kasper, Bonalumi è tra i fondatori del gruppo Nuova Scuola Europea. Arturo Schwarz acquista alcune opere dell'artista e nel 1965 organizza una sua personale nella propria galleria di Milano. La presentazione al catalogo è firmata da Gillo Dorfles. Dal 1966 Bonalumi inizia un lungo periodo di collaborazione con la Galleria del Naviglio di Milano, che lo rappresenta in esclusiva. Più volte invitato alla Biennale di Venezia (1970, 1986), viaggia nei paesi dell'Africa mediterranea e negli Stati Uniti e dal 1967 realizza opere di pittura-ambiente quali: "Blu Abitabile e Ambiente Bianco", per la personale alla Galleria Bonino di New York. Nel 1968, presenta "Grande Nero" al Museum am Ostawall di Dortmund e nel 1979 "Ambiente dal giallo al bianco e dal bianco al giallo" in Palazzo Reale a Milano. Nel 1980 espone in Palazzo Te di Mantova e negli anni successivi le gallerie Blu di Milano e Fumagalli di Bergamo organizzano varie mostre personali. L'artista si occupa anche di scenografie per il Teatro Romano di Verona (balletto "Partita") e l'Opera di Roma ("Rot"). Nel 2001 gli è stato conferito il Premio Presidente della Repubblica e l'Accademia Nazionale di San Luca gli ha dedicato una mostra retrospettiva. Nel 2002 ha esposto alla fondazione Peggy Guggenheim di Venezia con l'opera ambiente "Bianco Spazio Trattenuto Spazio Respinto". Dal 6 novembre sarà nell'esposizione romana "Arte Contemporanea per Rifugiati 2007" della Galleria Nazionale d'Arte Moderna.



Torna all'articolo

© Riproduzione riservata