ArtEconomy24

Unica e miglior offerta per la scultura di Giacometti Chariot acquistata da…

  • Abbonati
  • Accedi
In Primo Piano

Unica e miglior offerta per la scultura di Giacometti Chariot acquistata da Steven A. Cohen

  • –di Maria Adelaide Marchesoni

L'unica offerta per la scultura di Giacometti Chariot del 1950, venduta per 101 milioni di dollari (con buyer's premium), top lot dell'asta Impressionist and Modern di Sotheby's, che ha realizzato un volume d'affari pari a 422 milioni di dollari rispetto a una stima compresa tra 317 e 425 milioni di dollari, ha un nome, come riportato da Artnet news.

L'unico offerente è stato il miliardario Steven A. Cohen, fondatore dell'hedge fund SAC Capital, accusato di insider trading nel 2013, e importante collezionista con una collezione di opere del valore di circa 1 miliardo di dollari, tra cui un Picasso pagato 155 milioni di dollari. Secondo indiscrezioni la scultura è stata messa in vendita dal collezionista Aleko Goulandris, membro della famiglia dell'armatore greco Goulandris che aveva comprato la scultura in bronzo nel 1972 per 375mila dollari.

Gli esperti non avevano dubbi che la scultura di Giacometti potesse superare la base d'asta considerando che, sempre da Sotheby's, nel 2010 la scultura dell'artista svizzero Homme qui marche aveva realizzato un prezzo pari a 104 milioni di dollari acquistata dal miliardario Lily Safra.

Curioso come si è svolta la trattativa. L'auctioneer Henry Wyndham ha aperto l'offerta a 80 milioni di dollari per l'opera che avrebbe dovuto essere richiesta da più collezionisti, ma alla fine lo specialist David Norman ha presentato una singola offerta a 90 milioni di dollari. Wyndham ha continuato a chiedere se in sala fossero presenti altre offerte prima di annunciare che avrebbe potuto aggiudicare l'opera a 90 milioni di dollari, segno che la riserva era stata raggiunta. Nessuna seconda offerta è emersa dalla sala e la scultura è stata battuta per 90 milioni di dollari. Nonostante nessuna apparente sensazione di eccitazione nella sala, il prezzo finale è il secondo più alto risultato d'asta per un'opera di Giacometti e il secondo prezzo più alto per ogni scultura in asta.

© Riproduzione riservata