Casa24

L’arredo outdoor ora entra anche in casa

  • Abbonati
  • Accedi
soluzioni ibride

L’arredo outdoor ora entra anche in casa

Fuori o dentro, in giardino o in casa, sul balcone o in soggiorno: il tradizionale aut-aut che separa gli arredi outdoor da quelli indoor è stato brillantemente superato da alcune collezioni ibride, pensate per garantire con la medesima efficacia la collocazione in interni o l’utilizzo all’esterno. Perfette per le stagioni intermedie e per alcuni spazi “misti” – verande, terrazze coperte, porticati, stanze con vetrate – queste serie di arredi presentano i dettagli sofisticati dei mobili da interno, a cui uniscono le peculiarità dell’arredo outdoor, dall'impermeabilità alla resistenza agli agenti atmosferici.

Un profilo ibrido, che potenzia le possibilità di impiego e risolve gli spazi intermedi tra in e out: in questa chiave è stata pensata Indiana, una collezione completa firmata da Rodolfo Dordoni per Minotti, caratterizzata dall’utilizzo di un materiale di grande pregio, il massello di iroko. Con questa essenza calda e duttile è stata disegnata la base dei divani, delle chaise-longue, dei tavolini e dei pouf, ben tornita e rifinita da incastri eseguiti manualmente, che mettono in evidenza l’aspetto naturale dell’iroko. Schienali e braccioli sono in metallo, rivestiti da un intreccio macro di nastro in polipropilene in tinte naturali (bamboo, stone o moka), che accoglie le cuscinature idrorepellenti, rivestite con tessuti della collezione tessile outdoor di Minotti. Una vernice protettiva ad alta resistenza ai raggi UV e agli agenti atmosferici garantisce la brillantezza e la durata delle parti in iroko.

Legno e nastri sono anche il leit-motiv della collezione Gio di B&B Italia, il nuovo progetto di Antonio Citterio per l’outdoor, perfettamente adattabile in interni: un’intera famiglia di arredi che include divani, lettini, poltrone, tavoli e complementi, accomunati dalla struttura in doghe di massello di teak. Il legno è caratterizzato dalla finitura Antique Grey, dai riflessi grigio-argento, che dona un particolare aspetto vissuto. Lo stile di Gio è composto e sobrio, essenziale nelle forme di schienali e braccioli, i cui telai sono definiti dall'intreccio di nastri color tortora.

La doppia natura indoor e outdoor è all’origine dell’ampia collezione Inout di Gervasoni, nata da un’intuizione di Paola Navone, che per prima si è proposta di ideare una serie di arredi ibridi: quest’anno la grande famiglia Inout si è ampliata con le sedute della serie 850, poltrone, sedie e divani con struttura in tubolare metallico (alluminio) verniciato in bianco opaco, avio o grigio, su cui si avvolgono cinghie elastiche in un gioco geometrico di intrecci, in tinte differenti. Una linea fresca e confortevole, che ben si adatta a un soggiorno o a una veranda in cui si desidera mantenere l'immediatezza dello stile outdoor. A completamento, si aggiungono la poltrona e i tavolini Cork, interamente in sughero, dalle forme scultoree, che donano un senso di naturalità ad ogni ambiente.

Tra le novità più originali di questa stagione c’è la serie di tavoli e tavolini Flower Pot, firmati dal Design Team di Potocco. I Flower Pot presentano un piano in laminato Meg, adatto all’esterno, che riproduce fedelmente la forma e i colori della corolla di un fiore: così il piano può corrispondere a una rosa gigante, a una gerbera o a una dalia rosa o gialla, a una peonia, una margherita, un papavero o una viola del pensiero. Il sostegno è in metallo in diverse finiture e in tre altezze, mentre il piano contempla due dimensioni. Allegri e poetici, i Flower Pot accendono di colore terrazze e giardini, o portano in soggiorno o in cucina la vitalità delle fioriture estive. Alle intense atmosfere mediterranee si ispira, invece, la collezione di tavolini Cocci, un progetto outdoor della stilista siciliana Marella Ferrera per Paola Lenti. Disponibili in diverse dimensioni, i tavolini Cocci presentano una struttura squadrata e lineare in metallo dalla speciale acidatura. La struttura sostiene un piano rivestito in piastrelle quadrate in maiolica, realizzate a mano da Nicolò Morales, maestro ceramista di Caltagirone, in una serie di fantasie astratte, tra linee e arabeschi gialli, verdi e blu su fondo avorio, che li rendono complementi unici anche in uno studio o accanto al letto.

© Riproduzione riservata