Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 31 ottobre 2014 alle ore 10:12.
L'ultima modifica è del 31 ottobre 2014 alle ore 13:30.

My24

Pop, rock, jazz, cantautori e sperimentazioni rumoristiche. La settimana della musica dal vivo propone appuntamenti per tutti i gusti. Quello di maggiore richiamo – almeno dal punto di vista commerciale – è con la signorina Stefani Joanne Angelina Germanotta, meglio nota come Lady Gaga, ultima reginetta del pop provocatorio & provocante non priva di una certa voglia di mettersi in gioco: vedi alla voce «Cheek to cheek», album di standard swing di recente uscita condiviso con il vecchio crooner americano Tony Bennett.

Martedì 4 novembre Lady Gaga sarà al Forum di Assago per l'unica tappa italiana del suo «artRAVE: The ARTPOP Ball Tour», evento dal sold out assicurato per lo straordinario impatto mediatico della Nostra che, per sua stessa ammissione, non è «reale» ma è «teatro». Se invece appartenete a tutt'altra schiatta di fruitori di musica e, più che da arrangiamenti e vestiti di plastica, vi lasciate riscaldare dalle atmosfere alternative rock, le date da segnare in agenda sono quelle del 31 ottobre e del primo novembre, quando rispettivamente al Palalottomatica di Roma e al Forum di Assago si esibiranno i Kasabian, band di Leicester che, a giugno scorso, ha festeggiato il decennale di carriera dando alle stampe «48:13», album composto da 13 brani la cui lunghezza, sommata, totalizza appunto 48 minuti e 13 secondi. Un disco a proposito del quale il chitarrista e cantante Sergio Pizzorno ha dichiarato: «Ho sentito chiaramente la necessità ma anche la confidenza nell'essere più diretto e più onesto con questo album.

Ho cominciato a “sottrarre” piuttosto che a “sommare”, mantenendo la forma delle canzone e degli arrangiamenti più essenziali possibile». Questa settimana fa rotta sullo Stivale anche un altro padre nobile del rock alternativo degli ultimi quarant'anni: Thurston Moore, già leader dei leggendari Sonic Youth. Per lui due concerti all'Alcatraz di Milano e all'Antoniano di Blogna, il 2 e 3 novembre, accompagnato da James Sedwards dei Nought (chitarra), Deb Googe dei My Bloody Valentine (basso) e Steve Shelley sempre dei Sonic Youth (batteria). Sul versante italiano si segnala il ritorno sulle scene di Paolo Conte che ha da pochi giorni pubblicato «Snob», il proprio quindicesimo album in studio. Il nuovo tour parte dall'Auditorium Europa di Bologna con due date, 30 e 31 ottobre, per poi proseguire per il Teatro Regio di Parma (20 novembre), il Conservatorio Verdi di Milano (27 e 28 novembre) e il Sistina di Roma (dal 4 al 6 dicembre). Quanto al jazz, fa rotta sul Bel Paese una stella di prima grandezza, un'icona della musica sudafricana e della lotta contro l'apartheid: Hugh Masekela. Il 2 novembre al Teatro Mediterraneo di Napoli chiuderà la kermesse «In Diverso Canto» con il suo affiatato ensemble composto da Abednigo Sibongiseni Zulu al basso, Francis Fuster alle percussioni, Cameron John Wardalla chitarra, Randal Skippers alle tastiere e Lee-Roy Sauls alla batteria. Quindi, il 4 novembre, sarà al Blue Note di Milano in tandem con il pianista Larry Willis.

Il leggendario trombettista e cantante classe 1939 vincitore di due Grammy Awards, in oltre 50 anni di carriera ha esplorato le melodie tradizionali e i ritmi della sua terra riversando nella sua arte sia i colori del jazz che il pop occidentale, inventando di fatto la world music. Appuntamento singolare a Siena, il primo novembre, con la prima assemblea nazionale di Midj, l'associazione dei musicisti italiani di jazz che si riunisce per discutere i problemi della categoria. La sala concerti della Società della Contrada della Lupa ospiterà i lavori dell'associazione e, a partire dalle ore 21, il concerto in memoria di Kenny Wheeler, splendido poeta del jazz tristemente scomparso il 18 settembre scorso.

Commenta la notizia

Ultimi di sezione

Shopping24

Dai nostri archivi