Cultura

L'islandese dalla formazione permanente

  • Abbonati
  • Accedi
yolo

L'islandese dalla formazione permanente

La pi¨ bizzarra Ŕ stata la collaborazione con OMAR SOULEYMAN: un ex cantante da matrimoni siriano che viene chiamato a remixare due tracce da Biophilia. La pi¨ improbabile quella con BRIAN CHIPPENDALE, il batterista della pi¨ micidiale noise band di inizi 2000, i Lightning Bolt: suona i tamburi in The Dull Flame of Desire, un pezzo di Volta cantato per metÓ da ANTONY, ma a dire il vero non fa niente di speciale – evidentemente, quello che contava era “avere il nome”. Semmai, sempre Chippendale picchia di pi¨ in Nattura, il singolo che Bj÷rk ha fatto uscire nel 2008. Stavolta, ai cori c'Ŕ THOM YORKE. Con Bj÷rk Ŕ sempre cosý: prendi un suo disco a caso, ed Ŕ zeppo di ospiti, amici, colleghi, eccentrici pescati dai pi¨ clandestini circuiti off-off. In un certo senso, ogni suo album vale come cartografia della musica che gira intorno – quella “giusta”, si intende. Nel 1995, erano TRICKY e GRAHAM MASSEY degli 808 State. Nel 1997, MARK BELL degli LFO, da allora una presenza fissa (ora che Ŕ morto, come farÓ?). Nel 2001 i MATMOS. Poi, a caso: MIKE PATTON, TIMBALAND, i congolesi KONONO N░1, il batterista freeCHRIS CORSANO, e adesso ARCA ma anche HAXAN CLOAK (uno dei protagonisti della nuova elettronica “oscura”). Per alcuni di questi musicisti, collaborare con Bj÷rk ha significato la prima e unica volta che il loro nome Ŕ finito in classifica. Per Bj÷rk, un indiscusso prestigio underground. Almeno Ŕ una che si informa.

© Riproduzione riservata