House Ad
House Ad
 

Notizie Italia

Brancher annuncia le dimissioni da ministro. Berlusconi: «Ho condiviso la decisione»

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 05 luglio 2010 alle ore 09:53.

Aldo Brancher ha annunciato la sua decisione di rinunciare al legittimo impedimento e di dimettersi da ministro. Lo ha fatto in aula, al Tribunale di Milano, nel corso del processo che lo vede imputato con la moglie per ricettazione e appropriazione indebita nell'ambito di un filone sulla tentata scalata dell'allora Banca Popolare di Lodi ad Antonveneta. Poco dopo il premier ha fatto sapere di aver «condiviso con Aldo Brancher la decisione di dimettersi da ministro. Conosco e apprezzo ormai da molti anni Brancher e so con quanta passione e capacità avrebbe potuto ricoprire il ruolo che gli era stato affidato. La volontà di evitare il trascinarsi di polemiche ingiuste e strumentali dimostra ancora una volta la sua volontà di operare esclusivamente per il bene del Paese e non già per interessi personali». Il premier si è detto certo che «superato questo momento Brancher potrà, come sempre, offrire il suo fattivo contributo all'operato del Governo e alla coalizione».

Si chiude così la vicenda nella quale l'opposizione aveva avanzato la richiesta di dimissioni del ministro per «legittimo sospetto» che la nomina avesse lo scopo di far ottenere al neo ministro un ombrello nel processo che lo vede imputato. Una nomina sgradita anche i finiani , sulla quale era intervenuto in modo deciso il capo dello Stato, Giorgio Napolitano, precisando in una nota che la ragione di legittimo impedimento («organizzare il nuovo ministero») proposta dai legali del neoministro Aldo Brancher al processo, non esisteva. Era stato giallo anche sulle deleghe al ministro, mai pubblicate.

«La mia presenza è nel segno del rispetto del tribunale e per dimostrare la mia innocenza», ha dichiarato Brancher davanti al giudice, Annamaria Gatto, aggiungendo che all'inizio aveva pensato «di dover privilegiare per un breve periodo gli interessi del paese, ma siccome tale scelta è stata indebitamente strumentalizzata, ho fatto una diversa scelta, prima di tutto nel rispetto della mia famiglia e perché finiscano le strumentalizzazioni e le speculazioni». E ha annunciato la sua intenzione di dimettersi da ministro.

Intanto è stato rinviato al 28 luglio il processo, che nella mattinata era continuato a porte chiuse, senza testimoni e solo su prove documentali, dopo la richiesta del ministro dimissionario Brancher di essere giudicato con rito abbreviato incondizionato. Il presidente della quinta sezione del tribunale ha fatto uscire i numerosi giornalisti che erano in aula per proseguire con l'udienza. Il 28 luglio dopo requisitoria

L’articolo continua sotto

Dopo Brancher tocca a Cosentino. Salgono a 14 i ministri dimissionari dei quattro governi Berlusconi

Continua ad allungarsi la lista dei ministri dimissionari dei quattro governi guidati da Silvio

Il ministro Aldo Brancher (Ansa)

Il test- Brancher per il governo. Berlusconi: Pdl con me o si va al voto

«Io vado avanti e sono pronto anche alla conta interna». È un Silvio Berlusconi determinato quello

Il pm al processo contro Brancher: mi sento preso in giro. Decisione entro il 5 luglio

Pm al processo duro contro Brancher: mi sento preso in giro. Il nodo del conflitto tra poteri

«Mi sento preso in giro da Brancher che oggi doveva essere in aula: non c'è nessun legittimo

Legittimo impedimento per il neoministro Brancher

Il ministro per l'Attuazione del federalismo, Aldo Brancher (Olycom)

Legittimo impedimento per il neoministro Brancher

Il ministro per l'Attuazione del federalismo, Aldo Brancher (Olycom)

Legittimo impedimento per il neoministro Brancher

Il ministro per l'Attuazione del federalismo, Aldo Brancher (Olycom)

Tags Correlati: Aldo Brancher | Anna Finocchiaro | Annamaria Gatto | Annamaria Gatto Brancher | Antonveneta | Camera dei deputati | Enrico Letta | Giorgio Napolitano | Giustizia | Italo Bocchino | Lorenzo Cesa | Luana Maniezzo | Milano | Pd | Pd | PDL | Senato | Udc

 

e arringhe, potrebbe arrivare anche la sentenza. Prosegue, invece, con rito ordinario il processo della moglie, Luana Maniezzo, per la quale i legali potrebbero sollevare l'eccezione di competenza territoriale nell'udienza del prossimo 28 luglio. In ogni caso comunque il procedimento sarà assegnato a un altro giudice.

Per il vicesegretario del Pd, Enrico Letta, le dimissioni del ministro Aldo Brancher sono una lezione per l`opposizione. «Infatti - sottolinea Letta - è stato ancora una volta dimostrato che la determinazione e l`unità di intenti delle opposizioni consentono di ottenere i risultati e di mettere alle corde il governo. È una lezione di cui far tesoro». Forte anche il giudizio di Anna Finocchiaro, presidente del gruppo Pd al Senato. «La conclusione della vicenda Brancher ci dice quanto di strumentale e di indegno ci fosse nella scelta di nominarlo ministro». Per Anna Finocchiaro «anche la sfacciata arroganza del potere si é dovuta arrendere di fronte alle regole e alle ragioni della correttezza istituzionale».

Con le sue dimissioni da ministro per il segretario dell'Udc, Lorenzo Cesa, Aldo Brancher ha chiuso una situazione che era diventata insostenibile. «Si chiude una vicenda kafkiana, nata male e proseguita peggio, in cui è emersa tutta la confusione presente all`interno del governo e della maggioranza».

«Chapeau a Brancher», ha dichiarato il finiano Italo Bocchino, vicecapogruppo del Pdl alla Camera. «Con le sue dimissioni e la rinuncia al legittimo impedimento il ministro ha sgombrato il campo dagli equivoci e favorito la soluzione di uno dei problemi più spinosi interni al Pdl».

Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da