House Ad
House Ad
 

Notizie Italia

L'ex questore Indolfi sentito da in procura sul caso Ruby. Indagine su prostituzione aperta dal 2009

Storia dell'articolo

Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 01 novembre 2010 alle ore 14:08.

Lei, Karima El Mharoug, ormai nota come Ruby, festeggerà oggi i suoi 18 anni a Portofino. Intanto, però, la bufera che la vede protagonista continua a lambire il capo del governo Silvio Berlusconi e a tenere banco nella maggioranza. E oggi il procuratore aggiunto di Milano Ilda Boccassini ha sentito come testimone l'ex questore Vincenzo Indolfi per far luce su quanto accaduto negli uffici di via Fatebenefratelli nella notte tra il 27 e il 28 maggio scorsi, quando Ruby venne trattenuta e poi affidata alla consigliera regionale Nicole Minetti. Quella notte arrivò una telefonata da Palazzo Chigi in cui si sosteneva che la ragazza era nipote del presidente egiziano Hosni Mubarak e si segnalava l'arrivo della consigliera regionale Minetti che si era offerta di prendere in affido la giovane.

Intanto, secondo l'Agi, la procura di Palermo ha avviato accertamenti sulle dichiarazioni di una presunta trafficante di droga, Perla Genovesi, 32 anni, di Parma. Che, dopo avere avviato una forma di collaborazione con i magistrati siciliani, ha riferito le confidenze di una sua amica, a proposito di feste da lei frequentate a Milano e a Villa Certosa. La protagonista di queste vicende è una ventottenne, ex cubista, ex «ragazza immagine» ed escort, che avrebbe confidato di aver preso parte a diverse feste ad alcune delle quali sarebbe stato presente il premier. La donna avrebbe riferito alla Genovesi di episodi in cui si sarebbe fatto uso di stupefacenti e di sesso a pagamento. I pm palermitani, interpellati dall'Adnkronos, hanno però smentito l'indiscrezione sostenendo che non c'è alcuna indagine su feste a villa Certosa. La procura ha solo confermato di avere sentito la Genovesi, ma ha smentito seccamente di avere inviato un fascicolo ai colleghi della procura milanese.

Sulla telefonata del Cavaliere al capo di gabinetto della questura Piero Ostuni, è intervenuto anche il leader della Lega, Umberto Bossi. «Quella telefonata alla questura di Milano avrebbe dovuto farla fare a qualcun altro - ha detto ieri il Senatur - e, magari, avrebbe potuto farsi consigliare da me o da Maroni». Dalla Festa della zucca a Pecorara, nell'appennino di Piacenza, dove è volato per festeggiare il Capodanno celtico, il segretario del Carroccio torna dunque sulla vicenda e sottolinea che il Ruby-gate è solo un modo pre coprire i veri scandali, che sono i concorsi truccati, in particolare quello dei «notai» e anche degli «insegnanti». La tenuta del Governo - secondo il ministro per le riforme - non è scontata, in ogni caso il Carroccio «se la caverebbe» in caso di caduta a gennaio. Però nessun governo tecnico: «Verrebbe fatto col compito preciso di bloccare il federalismo».

L’articolo continua sotto

Il magistrato di turno: non ho mai autorizzato il rilascio di Ruby (nella foto)

Il magistrato di turno: non ho mai autorizzato il rilascio di Ruby

Non solo la pm di turno non diede l'autorizzazione ad affidare Ruby alla consigliere regionale Pdl

Ruby doveva andare in comunità

Ruby doveva andare in comunità (senza la telefonata). Lo sfogo del premier

«Si è appena conclusa all'ambasciata italiana a Parigi la cena offerta dal Presidente del

Il premier: sono schifato L'opposizione: si dimetta

Silvio Berlusconi si dice «schifato» ma determinato ad andare avanti. Il numero uno del Pd, Pier

Le riforme tardano e tornano gli scandali, fine ingloriosa per la legislatura?

Le riforme tardano e tornano gli scandali, fine ingloriosa per la legislatura?

Tags Correlati: Adnkronos | Consiglio Europeo | Hosni Mubarak | Ilda Boccassini | Italia | Karima El Mahroug | Lega | Lele Mora | Mariastella Gelmini | Nicole Minetti | PDL | Silvio Berlusconi | Umberto Bossi | Vincenzo Indolfi

 

Anche il Pdl comunque fa quadrato attorno al Cavaliere. Per il ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, «è il solito copione basato su falsità, niente di originale». Un «bagno di fango» dal quale il presidente del Consiglio uscirà rafforzato, come è accaduto in passato e «come hanno dimostrato le elezioni». Mentre il titolare degli Esteri, Franco Frattini,nega che il caso della 17enne marocchina possa avere ripercussioni sul piano internazionale.«Il caso Ruby non ha inciso negativamente sulla capacità dell'Italia di dire la sua in modo importante al Consiglio europeo di venerdì quando si sono decise le nuove misure di stabilità finanziaria».

Intanto Ruby, che oggi compie 18 anni, ha spiegato di non essere stata ancora sentita dai pm milanesi. Ribadendo quanto detto dal suo legale, Massimo Dinoia. «Da venerdì ad oggi, non è stata sentita», ha raccontato al telefono l'avvocato che ha anche aggiunto di non sapere quando Ruby parlerà con il magistrato titolare dell'inchiesta, Ilda Bocassini. Per il legale non è ancora stata fissata una data. «Se così fosse, immagino che lo saprei», ha detto. Ruby era già stata sentita in procura nelle settimane scorse, sempre come persona informata dei fatti, e stasera festeggerà la maggiore età a Portofino. «Non significa molto aver compiuto 18 anni - spiega Ruby - perché io mi sono sempre sentita donna. Donna e basta, né bambina, né ragazza. Donna e ho sempre badato a me stessa».

Quanto all'ipotesi di una nuova convocazione da parte dei magistrati, Ruby non si mostra affatto preoccupata. «Io ho già parlato con loro - aggiunge - se vorranno risentirmi lo faranno. Andrò da loro e ripeterò quello che ho detto. Non ho altro da aggiungere. E non ho paura della giustizia italiana, né della giustizia in genere. Perché l'unico che può giudicare è Dio». Intanto le foto del suo compleanno sono già state vendute a un giornale di gossip. La ragazza è rientrata da Milano nel residence di Genova in cui si era rifugiata da quando era scappata dal Kinderheim, la casa famiglia di Sant'Ilario, dove era stata inviata in affidamento dal tribunale dei minori di Milano. Ruby potrebbe tornare a Milano mercoledì per essere nuovamente ascoltata dai magistrati.


E proprio il nome di Karima El Mahroug compare in un'indagine partita nel 2009 e poi ampliatasi dopo le ultime dichiarazioni della stessa Ruby. Il procedimento riguarda un giro di escort d'alto bordo legate al mondo dei vip dello spettacolo e dei locali più alla moda di Milano. Il nome della giovane, secondo quanto si è appreso, appare in alcuni accertamenti tecnici che evidenzierebbero suoi incontri con imprenditori in un hotel di lusso del centro. Incontri a pagamento, che non sarebbero stati isolati o d'iniziativa ma coordinati all'interno di una più ampia rete di conoscenze e amicizie gestite, secondo le accuse, da alcuni nomi noti e meno noti. Secondo le risultanze degli investigatori, che seguono l'indagine, e secondo anche alcune successive dichiarazioni che sarebbero state rilasciate da Ruby dopo i fatti di aggio, nel procedimento ci sarebbero anche i nomi di Lele Mora e di Nicole Minetti. La giovane marocchina è comunque indagata per insolvenza fraudolenta dalla rocura della Repubblica presso il tribunale dei minori di Genova
: in due diverse occasioni, la ragazza si sarebbe fatta accompagnare in taxi da Genova a Milano senza poi pagare le corse. Gli atti sono stati inviati per competenza territoriale alla Procura dei Minori di Milano. (Ce. Do.)


Shopping24

Da non perdere

L'esempio di Baffi e Sarcinelli in tempi «amari»

«Caro direttore, ho letto (casualmente di fila) i suoi ultimi tre memorandum domenicali. Da

L'Europa federale conviene a tutti

Ho partecipato la scorsa settimana a Parigi a un incontro italo francese, dedicato al futuro

Non si può privatizzare la certezza del diritto

In questa stagione elettorale, insieme ad un notevole degrado, non solo lessicale, ma anche di

Le sette criticità per l'economia Usa

Quale futuro si prospetta per l'economia degli Stati Uniti e per quella globale, inevitabilmente

Sull'Ilva non c'è più tempo da perdere

La tensione intorno al caso dell'Ilva non si placa. Anzi, ogni giorno che passa – nonostante i

Casa, la banca non ti dà il mutuo? Allora meglio un affitto con riscatto. Come funziona

Il mercato dei mutui in Italia resta al palo. Nell'ultimo mese la domanda di prestiti ipotecari è


Jeff Bezos primo nella classifica di Fortune «businessperson of the year»

Dai libri alla nuvola informatica: Jeff Bezos, fondatore e amministratore delegato di Amazon,

Iron Dome, come funziona il sistema antimissile israeliano che sta salvando Tel Aviv

Gli sporadici lanci di razzi iraniani Fajr-5 contro Gerusalemme e Tel Aviv costituiscono una

Dagli Assiri all'asteroide gigante del 21/12/2012, storia di tutte le bufale sulla fine del mondo

Fine Del Mondo, Armageddon, end of the World, Apocalypse? Sembrerebbe a prima vista roba da