Il Sole 24 Ore
Stampa l'articolo Chiudi

8 maggio 2012

Tornare a vincere è costato 200 milioni


Più di 200 milioni spesi per tornare a vincere. E' il costo dello scudetto per la Juventus, secondo un'analisi del Sole 24 Ore nei bilanci della società di calcio.

Punto di partenza è il bilancio al 30 giugno 2006, la stagione che sul campo si è conclusa con la vittoria del secondo scudetto consecutivo (allenatore Fabio Capello, dirigenti Antonio Giraudo e Luciano Moggi), ma il cui esito è stato rovesciato con il verdetto di Calciopoli: retrocessione in serie B, «revoca» dello scudetto 2004-2005, «non assegnazione» del titolo 2005-2006 che poi la Figc del commissario Guido Rossi ha dato all'Inter.

La Juventus ha presentato un bilancio al 30 giugno 2006 con una perdita netta di 36,48 milioni. Pochi mesi dopo, con l'adeguamento ai principi contabili internazionali (Ifrs), la voragine si è ampliata a 46 milioni. Negli anni successivi c'è stata una sequenza di perdite in bilancio e risultati sportivi modesti, 927.569 euro nel 2007 (i dati sono sempre al 30 giugno), 20,79 milioni nel 2008, 11 milioni nel 2010 e 95,4 milioni al 30 giugno 2011. Solo nel 2009 un piccolo utile, 6,58 milioni. Nella semestrale al 31 dicembre 2011 altri 34,6 milioni di rosso. La somma algebrica dà un totale di 202 milioni di perdite nette.

In questo arco di tempo la Juventus ha fatto due aumenti di capitale per 225 milioni, 105 milioni nel 2007 e 120 milioni a fine 2011, per ricostituire il patrimonio e finanziare il suo stadio, del costo di 120 milioni. Exor degli Agnelli, azionista prima al 60% e al 63,5% dopo l'ultimo aumento, ha versato 135,5 milioni, la libica Lafico 7,9 milioni solo nel 2007, i 40mila piccoli azionisti 81,6 milioni. Dopo l'ultimo aumento, i risultati sportivi hanno sostenuto il titolo che si era svalutato. Le nuove azioni offerte a 0,1488 euro ieri quotavano 0,2635, malgrado la caduta dell'8,5 per cento.

Dopo lo scudetto (numero «30 in campo» dice il club) molti tifosi e piccoli azionisti hanno una domanda per il presidente Andrea Agnelli, in carica da meno di due anni: prolungherà il contratto al capitano Alessandro Del Piero nella prossima stagione? Agnelli ritiene che l'esperienza calcistica si concluderà con l'imminente finale di Coppa Italia. Con lo scudetto Del Piero riceverà un premio di due milioni netti, è il bonus più alto tra i premi scudetto del club, che si somma al milione del suo stipendio base.


8 maggio 2012