Storia dell'articolo
Chiudi

Questo articolo è stato pubblicato il 21 agosto 2014 alle ore 13:20.
L'ultima modifica è del 21 agosto 2014 alle ore 16:01.

My24

Lo spazio aereo sopra la Libia è di fatto chiuso. Dopo la Tunisia anche l'Egitto ha cancellato tutti i voli da e per la Libia. Lo hanno reso noto le autorità del Cairo e di Tripoli.
In precedenza Il ministero dei Trasporti tunisino aveva sospeso tutti i voli per la Tunisia provenienti dagli aeroporti libici di Mitiga, Misurata e Sirte fino a nuovo avviso.

La chiusura dei cieli libici, riferisce l'agenzia ufficiale Lana, è stata decisa per ragioni di sicurezza, legate all'ancora misterioso raid aereo di lunedì mattina su Tripoli.
Raid rivendicato dalle forze del generale anti-islamista Khalifa Haftar ma che secondo altre fonti libiche potrebbe essere stato effettuato da aerei da guerra egiziani. Haftar è considerato vicino al nuovo corso ostile ai Fratelli Musulmani al Cairo, del presidente Abdel Fattah al Sisi.

Anche fonti dell'aeroporto del Cairo hanno confermato al quotidiano egiziano «al Masry al Youm» la notizia della chiusura dello spazio aereo libico.
Le autorità aeroportuali dello scalo cairota, hanno spiegato le fonti, sono state avvisate della decisione alcune ore fa dall'autorità libica per la sorveglianza aerea e hanno proceduto alla cancellazione di tutti i voli verso gli aeroporti di Tripoli, Mitiga, Sirte e Misurata.

Nel frattempo, decine di passeggeri diretti in Libia si troverebbero ancora nell'aeroporto del Cairo in attesa della riapertura dello spazio aereo libico. Poche ore prima anche le autorità tunisine avevano reso noto la cancellazione dei voli provenienti dalla Libia.

Esecuzione pubblica in uno stadio
Intanto, dopo la decapitazione del reporter americano James Foley, i jihadisti si rendono protagonisti di un nuovo gesto efferato. Questa volta in Libia dove i militanti di «Ansar al Shariya» («Partigiani della Legge islamica», ndr) gruppo legato alla rete terroristica di Al Qaida, hanno fucilato un uomo nello stadio di calcio della città di Derna, nel Nord Est del Paese nordafricano. A darne notizia oggi è il sito on-line della tv satellitare «al Arabiya».

Secondo quanto riporta l'emittente saudita, che non indica i motivi dell'esecuzione, la vittima dei fondamentalisti sarebbe un cittadino egiziano. Per assistere allo «spettacolo» della fucilazione - sempre stando a quanto riferisce la tv araba - «i jihadisti hanno invitato gli abitanti della città».

Commenta la notizia

Shopping24

Dai nostri archivi