My24

Successo per 3-0 a tavolino per la Serbia che però, al tempo stesso, è stata punita con tre punti di penalità e con l'obbligo di disputare le prossime due partite casalinge a porte chiuse. Questa la decisione della Disciplinare Uefa che si è espressa sugli incidenti di Serbia-Albania, la sfida valida per il Girone I di qualificazione agli Europei 2016 sospesa lo scorso 14 ottobre a Belgrado al 44' del primo tempo sullo 0-0 per il passaggio sul campo di un drone con la bandiera della Grande Albania, a seguito della quale si era scatenata una maxi rissa in campo tra i giocatori. Alle due Nazionali è stata inoltre inflitta una multa di 100mila euro.

La decisione dell'Uefa ha mandato su tutte le furie il commissario tecnico dell'Albania, Gianni De Biasi: "Sono deluso per una sentenza che non ci dà giustizia - scrive il ct sul proprio sito -. Capisco la commissione ma credo che sia difficile per noi accettare un verdetto che ci vede sconfitti su tutti i fronti. Ci hanno tolto anche quello che avevamo guadagnato sul campo. Cosa doveva succedere di più?".

Shopping24

Dai nostri archivi